Lo sai che puoi lavare il lavandino della cucina senza detersivo? Ecco il trucco

lavandino
Foto:Freepik

Il lavandino della cucina si deve pulire non solo bene ma spesso, per evitare che si possa annidare lo sporco, scopri come farlo senza detersivo.

lavandino
Foto:Freepik

La cucina è l’ambiente domestico dove si trascorrono diverse ore durante la giornata non solo per cucinare. Non si deve mai trascurare la pulizia, si sa soprattutto quando si manipolano gli alimenti così da evitare contaminazioni.

La parola magica è pulizia e odine, ma una pulizia profonda e mirata, che andrebbe fatta regolarmente senza trascurare nulla pulendo e igienizzando in profondità. Ma spesso può accadere che il lavandino non venga lavato bene, questo potrebbe far annidare lo sporco che poi sarà più difficile rimuovere.

Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi qualche piccolo consiglio su come pulire bene il lavandino della cucina.

Lavare il lavandino della cucina senza detersivo

Pulire la lavatrice
Aceto e bicarbonato Foto:Adobe Stock

Il lavandino della cucina viene utilizzato spesso durante la giornata per lavare la frutta e verdura, stoviglie quindi non può essere scarsa la pulizia e la detersione di questa superficie. Anzi va fatta in modo accurato non solo per rimuovere lo sporco ma anche batteri e germi. Prima di pulire e lavare con acqua e prodotti specifici, si consiglia di eliminare ogni traccia di cibo.

Adesso si che potete procedere a lavare il lavandino. Ponete attenzione alla scelta dei prodotti che non solo devono proteggere il lavandino ma anche i tubi e gli ambienti. Se si utilizzano prodotti troppo aggressivi si può non solo inquinare ma si liberano in casa odori molto forti che possono dar fastidio.

Ogni materiale ha il suo prodotto adatto, sicuramente nel caso del lavandino di acciaio molto comune potete utilizzare l’aceto di vino bianco. Distribuitelo nel lavandino e con una spugna morbida e non abrasiva o un panno morbido pulite bene. Poi sciacquate e asciugate bene.

Il bicarbonato è efficace se toccando il lavandino percepite unto e residui di sporco incrostati. Non vi resta che preparare una soluzione tra acqua e bicarbonato, dovrete creare una pasta che stenderete con una spugna morbida su tutta la superficie del lavandino. Non lavate subito ma lasciate agire per qualche minuto, poi procedete al risciacquo con abbondante acqua. Un rimedio sempre efficace e infallibile che in passato utilizzavano le nostre nonne, basti pensare che non esistevano tanti prodotti sgrassanti e detergenti che ci sono oggi in commercio.

Nel caso dell’aceto o bicarbonato ricordate che dopo aver lavato e sciacquato bene il lavandino è necessario asciugare bene per evitare che possano rimanere aloni.

Se il lavandino è in granito, allora dovete utilizzare un detergente neutro e molto delicato così da garantire una lunga durata. Basta applicarne un pò e distribuirlo con panno morbido, sciacquate e asciugate. Evitate detergenti granulosi che possono rovinarlo.

Consigli

Oltre ai lavandini dedicati anche ai tubi di scarico, perchè se non si puliscono spesso possono emanare un cattivo odore tra gli ambienti e non solo in cucina. Ricordate inoltre di non far cadere cibo e scarti di frutta e verdura nel lavandino per evitare che si possano otturare i tubi, ecco la lista completa delle cose da non buttare mai.

Se cade accidentalmente non accade nulla ma se questa abitudine è frequente si possono rovinare le tubature e non solo si intasano, ed emanano un cattivo odore. In questo caso potete rimediare con aceto e bicarbonato. Basta far bollire acqua e unite l’aceto, poi mettete del bicarbonato nel lavandino e versate acqua e aceto farà una reazione effervescente che è del tutto normale.

Cucina
Foto:Pixabay

Lasciate agire per 7-8 ore o tutta la notte. Vi consigliamo di mettere il tappo. Se avete l’abitudine di farlo una volta a settimana, non percepirete mai la puzza. Ricordate che la cura, la pulizia e la frequenza sono davvero fondamentali.