Come preparare una focaccia alta e soffice: ecco la ricetta con trucchi e consigli

Se vuoi preparare una focaccia alta e soffice ecco la ricetta con tutti i trucchi e i consigli per farla buona, morbida e gustosa, da consumare da sola o con degli affettati. 

focaccia alta soffice
Adobe Stock

Avete presente quella focaccia alta e soffice che quando andata ad addentarla quasi si scioglie in bocca? Ecco allora prendete nota, perché andremo a svelarvi tutti i trucchi e i consigli per prepararla morbida e buonissima.

Ci sono infatti alcuni piccoli accorgimenti da seguire per realizzare una focaccia che non sia gommosa o peggio dura come un sasso. Poi ovviamente ognuno ha le sue preferenze ed esistono anche ricette per prepararla più o meno croccante, o più o meno alta.

Ma in questo caso vogliamo svelarvi i trucchi per la ricetta della focaccia alta e soffice che potrete consumare da sola o accompagnarla ad affettati e formaggi. Siete pronti? Partiamo subito!

Ecco i trucchi e i consigli per una focaccia alta e soffice

Adobe Stock

Realizzare una focaccia alta e soffice prevede alcune semplici ma fondamentali strategie di base senza le quali il risultato finale della nostra ricetta potrebbe vacillare. Preparare la focaccia in casa è anche una vera e propria soddisfazione.

Un’ottima e gustosa merenda che farà felici grandi e piccini e che potrà essere consumata da sola o accompagnata con dei gustosi affettati e formaggi. Ottima da servire anche come aperitivo.

Vediamo allora quali sono le regole di base al di là della ricetta che poi andremo a utilizzare.

1) Acqua tiepida per sciogliere il lievito. Quando andiamo a sciogliere il lievito, soprattutto se usiamo quello di birra fresco o disidratato, dobbiamo fare attenzione alla temperatura dell’acqua. Se è troppo fredda o troppo calda andremo a compromettere la funzione del lievito. Meglio usarla tiepida.

2) Mai mettere il sale all’inizio. In questo modo bloccheremo la lievitazione e il risultato sarà quello di avere una focaccia bassa e dura, praticamente l’opposto di quello che vogliamo realizzare. Dovremo quindi mettere il sale solo alla fine dopo aver creato l’impasto aggiungiamo il sale e impastiamo ancora per qualche minuto per amalgamarlo, ma mai subito.

3) Non risparmiamo sui grassi. Per avere una focaccia morbida il segreto è usare la giusta quantità di olio o altri grassi indicati dalla ricetta. Meglio ancora se di qualità. Sono proprio i grassi a conferire la sofficità alla nostra focaccia.

4) La temperatura della lievitazione. Non dovremo far lievitare il nostro impasto al fresco ma al caldo. La temperatura dovrà essere intorno ai 30°-35° C. Avete notato come gli impasti lievitino meglio d’estate che d’inverno? Per avere un ambiente calduccio in inverno basterà accendere la luce del forno e far lievitare l’impasto così. Altrimenti metterlo vicino a una fonte di calore come un termosifone facendo però attenzione ad eventuali correnti d’aria, nemiche giurate delle lievitazione. In alcune ricette è anche prevista la doppia lievitazione, se è richiesta fatela. Di sicuro non è sbagliato per ottenere un impasto più morbido.

5) Buchi in superficie e olio. L’ultimo passaggio prima di infornare è fondamentale. Fare dei piccoli incavi sulla superficie della focaccia con le dita è importante. Poi mettiamo l’olio che andrà proprio a riempire quei buchi. Questo conferirà una deliziosa morbidezza al nostro impasto.

6) Temperatura della cottura. A differenza della pizza per la focaccia basta una temperatura intorno ai 240°C.

La focaccia che non si impasta! Scopri subito la ricetta
La focaccia che non si impasta! Scopri subito la ricetta (Adobestock photo)

Quindi potrete aggiungere del sale grosso e del rosmarino, a seconda dei vostri gusti personali.

Ed ora non vi resta che provare la vostra ricetta della focaccia. Qui potrete trovare quella di Recco o in alternativa la ricetta della focaccia toscana.