Perché a C’è posta per te non rispettano le regole anti covid? La verità

A C’è posta per te non sono state rispettate le regole anti covid, ma per quale motivo? Maria De Filippi, intervistata a Fabio Fazio a Che Tempo che fa, ha spiegato tutta la verità, facendo chiarezza sul caso.

Maria De Filippi
Screen dal video

C’è posta per te è tornato sul piccolo schermo degli italiani soltanto da qualche giorno, ma non sono di certo mancate le polemiche. Il motivo? Le storie mostrate, questa volta, non hanno nulla a che fare con tutto questo, ma è ciò che è avvenuto in studio che ha fatto storcere il naso al pubblico del piccolo schermo. Che cosa è successo?

Durante la messa in onda molti telespettatori hanno notato che nessuna norma anti covid, che ha causato a Can Yaman, che dovrebbe essere ospite in uno dei prossimi appuntamenti, una multa salatissima da pagare, è stata rispettata all’interno dello studio. In quanto i protagonisti delle storie sono sempre stati seduti uno accanto all’altra e hanno potuto tranquillamente abbracciare, nel caso la busta si fosse aperta, i propri cari. Tutto questo purtroppo, a causa della pandemia, non è possibile e il pubblico ha subito protestato, facendo sentire la sua voce in rete, chiedendo come mai a C’è posta per te non sono rispettate le norme anti covid.

A risolvere questo dubbio ci ha pensato la diretta interessata, ovvero Maria De Filippi, che intervistata da Fabio Fazio a Che Tempo che fa ha spiegato il motivo per cui durante la registrazione del programma che da anni conduce non sono state rispettate certe norme.

Maria fa chiarezza su C’è posta per te: la verità sul distanziamento sociale

Maria De Filippi
Screen dal video

Maria De Filippi, ai microfoni di Rai 3, ha spiegato che non è stata violata alcuna norma, contrariamente da quanto molti hanno pensato vedendo la messa in onda del programma, ma che sono state prese tutte le precauzioni del caso prima che il tutto venisse registrato. In che senso?

La conduttrice, a Che Tempo che fa, ha spiegato che la registrazione del programma è avvenuta prima dell’aumento dei contagi, quando la situazione era ancora tranquilla, e che i protagonisti delle storie, non appena accettavano l’invito, venivano sottoposti al tampone e subito dopo isolati in albergo al fine di poter partecipare senza alcun problema a C’è posta per te. Tant’è che alcuni, non è il caso della ragazza dagli occhi di ghiaccio che ha conquistato tutti, non hanno potuto prendere parte alla trasmissione, potando in onda la propria storia.

“Io ho la fortuna di registrare prima i miei programmi, per questo motivo ho avuto il pubblico in studio” ha esordito la conduttrice ai microfoni di Fabio Fazio. “Per quest’edizione abbiamo registrato il tutto quando l’emergenza non era ancora così alta come oggi, ma tutti i protagonisti delle storie si sono sottoposti al tampone” ha spiegato. “Chi riceve e chi manda la busta viene subito messo in isolamento in albergo ed io stesso vengo controllare” ha proseguito la conduttrice. “Chi scrive al programma viene subito sottoposto al tempo e poi isolato, mentre chi riceve, dopo aver accettato l’invito, viene anche lui tamponato e dopo isolato” ha concluso la conduttrice per poi aggiungere: “Tant’è che qualcuno è rimasto a casa e non ha potuto partecipare al programma. Quest’anno è stato difficile anche portare ospiti internazionali a causa della pandemia, infatti non ne avrò nemmeno io”

Maria De Filippi a Che Tempo che fa ha spiegato in che modo lei e la redazione hanno scelto di lavorare quest’anno. Tant’è che è stata costretta a mettere un freno agli ospiti internazionali, in quanto al momento è piuttosto complicato potersi spostare da un paese all’altro.

Perché a C’è posta per te si abbracciano non è più un problema e rincuorare il pubblico del piccolo schermo ci ha pensato colei che tutto può: Maria De Filippi in persona.