Bill Gates avverte: “Una nuova pandemia minaccia l’umanità”

Stiamo ancora cercando di debellare la pandemia dovuta al Covid-19 e una nuova pandemia è all’orizzonte secondo Bill Gates.

Bill Gates
Photo Instagram

Il 2020 è stato colpito dalla più grande pandemia del nostro secolo, questa inaspettata malattia ci ha insegnato che possiamo aspettarci di tutto e potrebbe non essere l’ultima volta che ci troviamo ad affrontare qualcosa del genere. Purtroppo Bill Gates, che ricordiamo, aveva predetto anche l’arrivo del Coronavirus, è convinto che una nuova pandemia potrebbe minacciare l’umanità.

La notizia allarmante giunge dal suo blog, dove è stato pubblicato un articolo attraverso il quale Bill Gates avverte di questa possibile nuova pandemia che avrebbe a che fare con la malaria.

Bill Gates: malaria e zanzare sono un pericolo per l’umanità

Bill Gates
Photo Instagram

Nel 2015 Bill Gates aveva predetto l’arrivo di una pandemia, 5 anni dopo il Covid-19 ha purtroppo attestato la veridicità di questa affermazione, l’intero pianeta è stato infatti colpito dall’epidemia di Coronavirus. Oggi l’uomo ci avverte di un altro pericolo che si trova alle nostre porte: le zanzare.

In questo articolo Bill Gates ci ricorda l’impatto devastante della malaria sulla nostra salute: “Ogni giorno, la malaria uccide un bambino ogni due minuti” e ci ricorda chi è il principale responsabile di questa malattia: le zanzare.

L’ex colosso della Microsoft inizia l’articolo ponendo l’attenzione sulla pericolosità di una pandemia la cui responsabilità è dovuta ad un insetto: “Le zanzare non praticano l’allontanamento sociale. Non portano una maschera ”.

Bill Gates inizia attraverso il suo blog (Gates Notes), spiega che mentre siamo completamente concentrati sulla lotta al coronavirus, le zanzare continuano a diffondere malattie ogni giorno e le definisce: ” l’animale più mortale del mondo “.

Bill Gates è un visionario o abbiamo motivo di preoccuparci delle sue parole? Quel che è certo è che i numeri parlano e raccontano di una infestazione raddoppiata nei paesi di maggiore diffusione proprio a causa del Coronavirus.

Il distanziamento sociale e la chiusura delle frontiere che si è manifestata a causa del Coronavirus non hanno certo impedito alle zanzare di appestare.

Il problema della malaria attualmente ci riguarda più da vicino perché a causa del Covid  la fornitura degli strumenti essenziali per combattere la malaria è stata interrotta verso molte regioni dell’Africa. In queste zone sono venute a mancare zanzariere, farmaci antimalarici e test diagnostici rapidi, tutti strumenti che in passato hanno ridotto di oltre la metà le morti per malaria negli ultimi due decenni.

Bill Gates in questo articolo ha menzionato anche un‘analisi modellistica dell’OMS che conferma che a seguito dell’ interruzione delle catene di fornitura dei servizi essenziali per la prevenzione e la cura della malaria a causa della pandemia, il tasso di mortalità per malaria in L’Africa subsahariana ha raggiunto “livelli mai visti dal 2000”.

Bill Gates afferma che per arginare un problema non bisognerebbe trascurarne un altro. Nel 2000 la malaria fece 764.000 vittime e la maggior parte di loro erano bambini.

In questo momento si rende necessario arginare tempestivamente la diffusione di malaria in Africa o presto questo problema riguarderà anche noi.

Bill Gates
Photo Instagram

Bill Gates conclude il suo discorso affermando che: “Liberare il mondo dalla malaria salverà milioni di vite”.

Ci sono voluti anni per compiere i progressi necessari nella lotta alla malaria, dovremmo manifestare a sostegno della malaria affinché la lotta contro questa malattia torni operativa al più presto.