Nuovo lockdown in Cina: si tenta di isolare i due nuovi focolai di Covid – 19

La Cina si trova costretta a imporre un nuovo lockdown nelle due città in cui sono scoppiati due nuovi focolai di Coronavirus: l’obiettivo è proteggere Pechino.

uomo mascherina
(Instagram)

Due nuove città sono state chiuse da un lockdown totale: sono le città che ospitano il maggior numero di nuovi casi di Covid – 19 individuati dalle autorità sanitarie della Repubblica Popolare Cinese.

Le due città sono Shijiazhuang e Xingtai, la prima delle quali è pericolosamente vicina a Pechino, capitale e centro nevralgico del Paese sia per quanto riguarda la vita politica sia, naturalmente, per quanto riguarda le attività produttive.

Le autorità cinesi hanno diramato la notizia ufficiale secondo la quale i funzionari locali che avevano il compito di impedire una nuova ondata di Coronavirus sono stati puniti dal governo centrale.

Cosa accadrà se il nuovo lockdown in Cina dovesse fallire?

Per la Cina il mercato di Wuhan non è l'origine della pandemia
Wuhan dopo il primo lockdown (Foto: Instagram)

Secondo i dati ufficiali diffusi dalla Cina, gli esperti sono certi che i 127 positivi individuati negli ultimi giorni, i 69 individuati nella sola giornata di ieri 9 Gennaio e gli oltre 180 positivi asintomatici già segnalati, abbiano ricevuto un’infezione da un infetto “importato” in Cina da altri paesi.

Per questo motivo sono già stati cancellati oltre 200 voli in arrivo in Cina da paesi esteri, e sono stati anche organizzati posti di blocco stradali sulle principali vie di comunicazione in entrata e in uscita da Shijiazhuang, capitale della provincia dell’Hebei, regione territoriale che ospita anche la seconda città sottoposta a lockdown, Xingtai.

La provincia dell’Hebei conta un totale di 11 milioni di abitanti e si trova geograficamente molto vicina a Pechino. Per questo motivo le autorità hanno deciso immediatamente per un lockdown totale al fine di impedire che gli infetti arrivino nella città più importante della Cina.

Anche a Pechino sono scattate importanti misure di sicurezza: a tutti i lavoratori che ogni giorno dallo Huebei si recano nella capitale in qualità di pendolari si richiede di mostrare un certificato o una prova tangibile del fatto che stanno raggiungendo Pechino esclusivamente per motivi di lavoro.

cittadini residenti a Pechino sono 21 milioni, poco più di un terzo di tutti gli italiani: è facile intuire perché, se le misure di contenimento del contagio dovessero fallire, la Cina si troverebbe di fronte a una vera e propria tragedia dal punto di vista sanitario, con una seconda ondata che potrebbe essere più violenta e lunga della prima.

nuovo lockdown Cina
(Google Maps)

Il lockdown (per ora) durerà una settimana: sono già state chiuse tutte le scuole e cancellati tutti gli eventi pubblici, inoltre sono stati completamente chiusi anche tutti i siti turistici che ogni anno attirano milioni di visitatori. I cittadini di Shijiazhuang e Xingtai sono stati invitati a rimanere più tempo possibile nelle loro abitazioni.