Durian: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo

Il durian è un frutto che pochi conoscono ma che ha diverse proprietà benefiche. Scopriamo tutto ciò che lo riguarda, le controindicazioni e come usarlo in cucina.

durian
fonte foto: Pixabay

Il Durian è un frutto esotico che in Italia non è molto conosciuto ed utilizzato. È un frutto abbastanza grande e con una particolarità importante. Ha infatti un problema relativo all’odore. Un odore intenso che scoraggia la maggior parte delle persone.

Un vero peccato, perché una volta lavorato, il durian si rivela un frutto dal gusto deciso ed accattivante e soprattutto ricco di benefici per il nostro organismo. Scopriamo insieme quali sono i più importanti.

Tutto sul Durian: proprietà, controindicazioni e particolarità

durian
fonte foto: Pixabay

Il durian (Durio zibethinus) è una pianta della famiglia delle Malvacee, molto grande con una buccia verde e piena di spine. Può arrivare a pesare anche 7-8 kg per frutto, mentre la parte edibile all’intero è meno della metà del peso del frutto.
Originario dell’Asia, il durian si può trovare sia selvatico che coltivato, sia nel Borneo, che in Thailandia, Vietnam, Cambogia e tutti i paesi del sud-est asiatico.
Il nome scientifico pare derivi dall’italiano “zibetto” (secrezione delle ghiandole perianali dell’omonimo volatile) sicuramente a causa del suo forte odore.
Altri nomi con i quali viene chiamato il frutto sono:

  • Thureen, Cambogia
  • Duren, Indonesia
  • Thurian, Thailandia
  • Saurieng, Vietnam

La sua particolare composizione unita alle sue proprietà fanno si che il durian venga soprannominato “il re dei frutti”.

durian
fonte foto: Adobe Stock

In Asia, dove è molto diffuso, vi sono locali appositi per la vendita e consumazione di questo strano frutto. Hanno la particolarità di avere porte e finestre aperte su tutti i lati del locale, in modo da evitare che l’ambiente possa saturarsi degli effluvi del frutto. Dovuto alla presenza di vari elementi volatili come acido solfidrico, tioli e solfiti. L’odore del durian è la caratteristica che lo rende meno appetibile ai nostri mercati. Ciò che ricorda l’odore è l’aroma intenso dei formaggi troppo stagionati, cipolle forti, aglio. Persino i fiori odorano di latte inacidito. In Asia vi sono paesi nei quali è stabilito un divieto di essere utilizzato in ambienti privi di sfoghi d’aria.

durian
fonte foto: Adobe Stock

Lo stesso sapore del durian non è adatto a tutti i gusti, in quanto molto forte ed intenso.
Di consistenza grassa sulla lingua, il durian ha un gusto strano che va dal dolce all’agro/piccante. Gli stessi semi, opportunamente lavati e cotti (bolliti o tostati) si possono consumare.
Tuttavia, il durian contiene una dose molto elevata di vitamine e sali minerali (soprattutto magnesio, rame, potassio, zinco e manganese), proteine, flavonoidi e antociani. Rientra di diritto, quindi, nella categoria di alimenti denominati “Super-Cibi”.

Ottimo antiossidante, rallenta l’invecchiamento cellulare, aiuta l’assorbimento del ferro, e favorisce il benessere di tutto l’organismo. Combatte i radicali liberi, previene le influenze e cura il benessere del sistema cardio circolatorio.
Ricco di triptofano, il durian è un precursore naturale di serotonina.
Vediamo insieme altre proprietà del durian:

  • Previene i tumori
  • È un potente antivirale
  • Svolge una funzione antiossidante
  • Regola il colesterolo
  • Previene l’arteriosclerosi
  • Regola le attività nervose
  • Rigenera le ossa
  • Aiuta il micro circolo
  • Protegge il cuore
  • Protegge il fegato
  • E’ un ottimo antistress
  • Protegge la tiroide
  • Regolarizza l’intestino
  • Previene il mal di testa

Calorie e valori nutrizionali del durian

donna con durian
fonte foto: Adobe Stock

Questi i valori medi per una quantità di 100 g. di Durian:

  • Calorie: 147
  • Acqua: 65 g
  • Proteine: 1,5 g
  • Carboidrati: 27 g
  • Grassi: 5 g
  • Magnesio: 30 mg
  • Fosforo: 40 mg
  • Vitamina C: 20 mg
  • Calcio: 6 mg
  • Potassio: 436 mg
  • Ferro: 0,5 mg
  • Fibra: 4 g
  • Sodio: 2 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo frutto.

Controindicazioni
L’odore forte è di per se una controindicazione, a detta di molti. In molti aeroporti, hotel, mezzi di trasporto e stazioni ne è vietata l’introduzione. È di difficile conservazione proprio a causa dell’odore. Ovviamente coloro che soffrono di intolleranze o allergie dirette al frutto o ala famiglia delle malvacee dovrebbero astenersi dal consumare durian.
In alcuni casi il durian può provocare innalzamenti di pressione (scopri quali sono i sintomi della pressione alta) e glucosio nel sangue. Tutti coloro che hanno problemi con la pressione e la glicemia, farebbero bene a fare attenzione nel consumo di durian.
È sempre comunque opportuno non esagerare con l’assunzione di durian e mantenere il cosnumo entro i ragionevoli limiti.
In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere il Durian

durian
fonte foto: Pixabay

Nonostante l’odore sia quasi inaffrontabile, il durian si consuma prevalentemente fresco. Il suo gusto particolare, poi deve proprio piacere, altrimenti si rischiano i conati.
Ovviamente in Asia, vengono prodotte confetture e gelatine, composte e succhi.
Il sapore un po’ dolce ed un po’ piccante va a braccetto con i formaggi, ma anche con cioccolato, dolci, sciroppi e caramelle. Si adatta anche ad essere servito con riso e pesce.

Detto ciò, questo frutto si rivela sicuramente prezioso. Motivo per cui vale la pena sfidarne l’odore al fine di provarlo e scoprire se può rientrare tra i propri gusti.