Una sposa complessata fa una cosa orribile alle sue damigelle

Una sposa gelosa delle sue belle damigelle fa in modo di essere il “centro dell’attenzione”, ecco cosa combina in gran segreto.

sposa damigelle
Photo Adobe Stock

Il giorno del matrimonio è un giorno importantissimo per ogni sposa che desidera essere al centro della scena, acclamata e complimentata per la sua bellezza.

In America, come da tradizione, la sposa sceglie le sue damigelle d’onore che avranno il compito di contornarla, aiutarla a vestirsi, supportarla emotivamente, tenerle lo strascico e così via. La damigella dunque svolge un ruolo importante sia a livello pratico che a livello psicologico. Ma cosa potrebbe accadere se la sposa iniziasse ad essere gelosa delle sue bellissime damigelle?

Questa è la storia di una sposa che si è spinta un po’ troppo oltre facendosi trascinare dai suoi complessi di inferiorità e dal terrore che le sue damigelle fossero più affascinanti di lei il giorno del suo matrimonio.

Sposa gelosa ingrassa segretamente le sue damigelle

sposa
Photo Adobe Stock

Spinta dal desiderio di difendere il diritto di essere la protagonista assoluta nel giorno del proprio matrimonio, questa sposa cerca di sabotare la bellezza delle sue damigelle.  Tormentata da sentimenti di narcisismo o gelosia, ha iniziato ad agire per sminuire il fascino delle sue damigelle affinché lei fosse l’unica stella a risplendere quel giorno. Il suo malefico piano strategico è stato diffuso da The Sun.

La sposa disperata a causa dei suoi complessi ha fatto in modo che le sue damigelle non le rubassero la scena: ha iniziato a farle ingrassare di proposito servendo loro frullati “dietetici” nei quali aggiungeva segretamente “proteine ​​in polvere” per farle aumentare di peso.

Penny è il nome della sposa che ha fatto ingrassare le sue damigelle che erano anche le sue sorelle maggiori e ha confessato la cosa condividendo la sua storia, probabilmente pensando che gli utenti la trovassero divertente. In effetti quasi tutti gli utenti hanno trovato la storia ripugnante e la sposa per giustificarsi ha raccontato che tra lei e le sue sorelle c’è sempre stato un rapporto di “amore e odio”, “molto vicine ma allo stesso tempo, in costante competizione con loro”. Penny dice di essere stata sempre il brutto anatroccolo della casa e voleva evitare di sentirsi così anche il giorno del suo matrimonio rivendicando il suo diritto ad essere un cigno.

Ma il suo piano strategico ha funzionato?

Impossibile che non funzionasse questo piano dato che lo aveva pensato nei minimi dettagli. Innanzitutto qualche settimana prima del matrimonio si sono trasferite tutte lella seconda casa del futuro marito di Penny. Mentre organizzavano il matrimonio la sposa ha iniziato ad avvertire l’ossessione per le foto del matrimonio e di come sarebbero state, così ha pensato al modo di far apparire le damigelle meno belle di lei in modo che non avrebbe passato la sua esistenza a guardare foto che le ricordassero che lei fosse “la sorella anatroccolo”.

Subito dopo ha scelto come colore dominante del matrimonio, quindi addobbi e abito delle damigelle un giallo neon. Diceva di amare questo colore vivace e gioioso ma in realtà lo aveva scelto perché è uno di quei colori che non risalta e non snellisce.

Il secondo passo è stato quello di occuparsi di preparare la colazione per ringraziarle della loro collaborazione. Diceva di preparare frullati in modo che fossero sgonfie e magre per il grande evento ma nei frullati “speciali dimagranti” aggiungeva una polvere proteica utile per far aumentare la massa muscolare e giorno dopo giorno aumentava il dosaggio.

L’egoismo di Penny era sempre più smisurato, più il matrimonio si avvicinava più le sorelle lievitavano. Penny dava la colpa allo stress e non provava alcun rimpianto. Il giorno del suo matrimonio è trascorso senza intoppi, tutti si sono divertiti e lei si è sentita al centro dell’attenzione come desiderava.

Alla vista delle foto del matrimonio che ritraevano le sue sorelle più curvy che mai, provava un “un pizzico di colpa” ma il sentimento di felicità nel vedersi “radiosa e bella” era più forte.

Le sorelle non si sono mai accorte di nulla, forse non conoscevano i segni che dimostrano che qualcuno che è geloso di te.

sposa con damigelle
Photo Adobe Stock

Non è raro che una persona inizi a sentire complessi di inferiorità e le motivazioni alla base di questo sentimento possono essere molteplici e possono risiedere nell’infanzia vissuta dal soggetto che le prova come spiega un esperto sul sito Doctissimo.  I complessi e le insicurezze possono essere ereditate dal bambino, i complessi dei suoi genitori influenzano il bambino così come il fatto di crescere in una famiglia che lo umilia a livello fisico o mentale : “A questo bisogna aggiungere l’influenza della scuola, lì puoi sviluppare un complesso, soprattutto se sei un bambino che non ha fiducia in se stesso”. Inoltre più la persona tende ad essere perfezionista, più potrebbe soffrire di complessi di inferiorità, questo è il motivo per il quale dovremmo insegnare ai bambini ad essere felici piuttosto che perfetti