Se il bambino non vuole tornare a scuola: ecco come comportarsi

Le vacanze di Natale sono praticamente giunte al termine e il bambino non vuole tornare a scuola. Ecco come comportarsi. 

bambino tornare scuola
Adobe Stock

Le vacanze di Natale sono praticamente giunte al termine per i bambini, anche se non tutti torneranno a scuola a causa della pandemia dovuta al Covid-19.

Per asili, scuole materne, elementari e medie il rientro è previsto, infatti, per il 7 gennaio ma per le scuole superiori si parla dell’11 gennaio. Anche se poi ogni Regione emanerà le relative ordinanze e quindi la data potrebbe posticiparsi.

Ma la fascia di età di cui andremo a parlare è sicuramente quella dei bambini più piccoli, ovvero quelli che dovranno necessariamente rientrare a scuola. Se il tuo bambino fa parte della categoria di quelli che non vogliono tornare a scuola ecco come dovresti comportarti.

Ecco cosa non fare se il bambino non vuole tornare a scuola

bambino tornare a scuola
Foto di CDC da Pexels

Se da un lato tanti bambini non vedono l’ora di tornare tra i banchi e all’asilo e alla scuola materna, tanti altri non sono affatto contenti di rientrare in classe. E dopo un periodo di vacanze piuttosto lungo, come quello natalizio, per tanti bimbi può essere difficile il ritorno a scuola.

Dopo due settimane di relax in famiglia con l’arrivo di Babbo Natale, i regali, i pranzi e le cene, ma soprattutto le coccole di mamma e papà, tornare alla ‘triste’ quotidianità fatta di impegni, fretta e poco tempo per stare insieme ai genitori può essere in un certo senso traumatico.

Sicuramente per i bambini più piccoli questo momento è sempre più difficile rispetto a quelli più grandicelli, e per i bimbi dell’asilo e della scuola materna ci dovremo comportare quasi come se fosse un nuovo inserimento infatti tornare a scuola dopo molti giorni è come un distacco forzato.

I genitori dovranno essere davvero molto pazienti in questi casi perché i bambini potrebbero diventare molto capricciosi e piangere. Non solo anche al rientro a casa potrebbero essere nervosi quindi andranno coccolati più possibile.

Mentre invece per i bambini delle scuole elementari il discorso può essere diverso. Perché probabilmente il loro stress, oltre che al distacco, può essere dovuto alla mole di compiti che devono tornare a fare o alle verifiche che li aspettano. Quindi dovremo anche qui rassicurarli e aiutarli a fare i compiti, evitare di arrabbiarci se la mattina fanno i capricci per alzarsi o se non vorranno vestirsi. Meglio ignorare questo tipo di atteggiamenti e accertarsi comunque sempre che non abbiano sindromi depressive.

In ogni caso come regole di base dovremo tenere conto di alcuni errori da non fare.

1) Farci vedere preoccupati. Se iniziamo a fare raccomandazioni come “non fare questo” o “non fare quello” trasmetteremo ansia a nostro figlio. Meglio ragionare con frasi positive come il fatto che potrà imparare tante cose nuove o stare con gli amici.

2) Pensare che il bambino senza di noi non sarà in grado di affrontare la scuola. I piccoli hanno mille risorse e di sicuro troveranno la loro strada per affrontare anche questa esperienza.

3) Non preoccuparsi se il bambino piange. È normale. Il fatto che deve affrontare una nuova esperienza lo mette a disagio e lo manifesta con il pianto come è naturale che sia a questa età.

4) Non fare paragoni. Se l’amichetto di tuo figlio è contento di tornare a scuola non per questo dovrai sminuire le emozioni del tuo. Non tutti siamo uguali e non dobbiamo mettere tutti sullo stesso piano.

5) Non criticare in presenza dei bambini le maestre perché, oltre che mettere in discussione un ruolo da cui loro dovrebbero trarre insegnamento, rischiamo di instillare in loro ansia e angoscia. Non considerando il fatto di essere educati da persone sbagliate.

6) Pretendere a tutti costi voti alti. Questo è valido per i bimbi dalle elementari in su naturalmente. Puntare sempre alla prestazione più che al valore della scuola come luogo dove possono imparare, fare amicizie e crescere rischierà di creare in loro un senso di ansia per non essere all’altezza delle aspettative.

bambino tornare scuola
Adobe Stock

E voi genitori come vi comporterete con i vostri bambini quando sarà ora di tornare a scuola?

Da leggere