Quanti sono i vaccinati in Italia ad oggi? Il numero che non ti aspetti

Il numero di vaccini già effettuati in Italia delinea un quadro importante anche in prospettiva futura sui tempi necessari al nostro turno.

vaccino
vaccino from (Getty Images)

Proprio in questi giorni si è discusso molto sul fatto che la carenze di personale sanitario e di siringhe siano il peso che sta rendendo tutt’altro che sprint la partenza della campagna per la vaccinazione contro il Covid in Italia.

Con un quadro del genere non è semplice immaginare quali siano state le cifre ufficiali di vaccinazioni effettuate in Italia ad oggi. Nei primi giorni dei vaccini si sono registrate circa 52mila dosi somministrate.

Certo non è molto rincuorante quanto dichiarato dalla sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, che ha sottolineato quanto ci voglia una “poderosa accelerazione” e che le “regioni debbano mettersi a correre”.

Vediamo però a che punto siamo.

Quanti sono i vaccini effettuati fino ad ora?

vaccini
vaccini from pixabay

Sono 72.397 tutte le persone che sono state vaccinate contro il coronavirus in Italia, secondo l’ultimo dato disponibile sulla piattaforma ufficiale del commissario straordinario per l’emergenza.

Secondo quanto fatto sapere dagli uffici del Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, la nostra nazione è seconda in Europa per numero di vaccinati venendo subito dopo la Germania che è al primo posto.

Fatto sta però che guardando ai dati, secondo quanto riporta l’ansa, all’estero si prosegue a ritmo decisamente più elevato: in primis Israele ha vaccinato già oltre l’11% della popolazione e procede a ritmo più elevato rispetto al nostro.

Se invece vogliamo considerare paesi come l’Inghilterra, appena uscita dall’UE con la Brexit di cui si era iniziato a parlare ben 4 anni fa, la Germania, poi anche la Polonia e la Croazia, molti stanno facendo meglio dell’Italia, che finora ha coperto lo 0,08% dei cittadini (ma va tenuto conto che al momento il vaccino non è previsto sotto i 16 anni).

Se invece volessimo tornare all’interno del nostro territorio allora dobbiamo prendere in considerazione le nostre regioni in cui è palese quanto i tempi di somministrazione del vaccino siano alquanto diversi.

In testa per numero di somministrazioni il Lazio, con 16.366 vaccinazioni (il 35,7% delle dosi ad ora disponibili). Subito dietro il Piemonte con 9.478 vaccinazioni (il 23,2% delle dosi ad ora a disposizione nella regione).

Al terzo posto troviamo invece la Toscana con 6.824 vaccinazioni (il 24,4% delle dosi disponibili) e la Campania con 6.671 (ma solo il 19,7% delle dosi ad ora a disposizione). Se parliamo di percentuali di vaccinazioni in confronto alle dosi allora svetta anche l’Umbria con quasi il 20% delle dosi a disposizione ma con numeri inferiori in termini di vaccinazioni.

Molto indietro invece è la regione Lombardia con sole 2.446 (solamente il 3% delle dosi a disposizione). Un dato assolutamente da tenere in considerazione e che rispecchia il rapporto che vige fra le dosi ed i tempi di somministrazione.

Oltre alla Lombardia altre 6 regioni presentano alcune criticità nella somministrazione del vaccino non arrivando al 4% delle fiale a loro disposizione: Abruzzo, Lombardia, Calabria, Basilicata, Valle d’Aosta, Sardegna e il Molise. Quest’ultimo con l’1,7% è ultimo nella graduatoria aggiornata ogni giorno dal commissario per l’emergenza.

vaccini from (Getty Images)

Seguiranno ulteriori aggiornamenti su tutti i dati ufficiali.