Salmone affumicato fatto in casa: come comprarlo e come prepararlo da soli

Nelle nostre casa ormai da anni il salmone affumicato è un grande protagonista. Ma avete mai provato a prepararlo da soli in casa? Vi spieghiamo come si fa

Salmone
(Pixabay)

Salmone affumicato, una passione tutta italiana anche se in realtà non è un pesce nostrano. Quelli migliori sono in Scozia, oppure nei Paesi del Nord come la Norvegia. Ma in Italia lo abbiamo fatto nostro, utilizzandolo per mille ricette. Oggi noi di Chedonna.it vi spieghiamo come sceglierlo, come conservarlo e anche come preparare degli ottimi antipasti a base di salmone affumicato.

Partiamo dall’acquisto: in genere il salmone affumicato è già confezionato in pacchetti da vari tagli. Quando lo portate a casa deve essere conservato in frigorifero (e non in freezer) fino a quando decidete di utilizzarlo. Il nostro consiglio però è, prima di servirlo, di lasciarlo almeno 25-30 minuti fuori dal frigo: deve essere fresco, non freddo.
Ma se vi dicessimo che il salmone affumicato lo potete produrre anche a casa? Basterà acquistare dei tranci di salmone fresco e poi prendere una vaporiera foderata con un paio di fogli di alluminio e alcuni trucioli di legno. Mettete tutto sul fuoco a fiamma alta, compreso il coperchio, quindi adagiate i tranci di salmone nel cestello dal lato della pelle. Rimettete il coperchio, sigillate bene i bordi della pentola con altro alluminio per tenere dentro il fumo e lasciate andare per almeno 30 minuti.

A quel punto spegnete la fiamma e lasciateli così per almeno 4 ore prima di metterli su una griglia, spostando tutto in una teglia per raccogliere i liquidi che usciranno dal salmone. Cospargete i tranci con 1 kg di zucchero semolato e 1 kg di sale mescolati e coprite con della pellicola trasparente, lasciando riposare in frigorifero per 2 giorni. Trascorso questo tempo necessario, sciacquate il salmone sotto l’acqua fredda corrente e utilizzatelo a piacere.

Come preparare il salmone affumicato per l’antipasto

Antipasti con salmone
Foto:Adobe Stock

Sono tantissimi i modi di servire il salmone affumicato sulle nostre tavole, a cominciare dagli antipasti. Il più classico è preparare delle fettine di pane bianco tostato (oppure di pane tipo baguette), spalmare sopra un po’ di burro fresco e adagiare un pezzo di salmone affumicato. Semplice, ma anche volte anche un po’ banale.
Per questo potete creare delle tartellette da riempire poi con una crema a base di salmone affumicato, formaggio cremoso a vostra scelta ed erba cipollina, tutti frullati in un mixer. Oppure ancora mettere sul fondo di un piatto da portata un letto di insalata o rucola e dei pomodorini che possono essere sostituiti anche da fettine di mela tipo renetta. Aggiungete dei pinoli leggermente tostati, del succo di limone e poche gocce di aceto balsamico.

salmone

Ottimo è anche il carpaccio di salmone affumicato, servito su un tagliere oppure su del pane bruscato. Accompagnatelo con un formaggio dal gusto pieno, come ad esempio un gorgonzola al mascarpone.