Senso di pesantezza allo stomaco dopo le abbuffate? Ecco come intervenire

Hai mangiato troppo e ti senti un mattone nello stomaco? Non preoccuparti scopri qualche rimedio efficace per attenuare il problema.

peso stomaco
Foto:Adobe Stock

Accade spesso di ritrovarsi con stomaco pesante e difficoltà a digerire dopo le grandi abbuffate natalizie, non sono ancora terminate.

Purtroppo è capitato a tutti di ritrovarsi con problemi digestivi dopo aver mangiato troppo e in modo sregolato. I disturbi digestivi possono essere transitori e con intensità variabile, non sempre però legati all’ingestione di cibo, ma possono anche essere legati a episodi come ansia, periodi di forte stress, alimentazione sbagliata e sregolata può influenzare negativamente.

Non trascurate mai i disturbi digestivi se sono frequenti è necessario parlarne con il proprio  medico, noi di CheDonna.it, siamo qui per darvi alcuni consigli su come rimediare in caso di pesantezza di stomaco.

Senso di pesantezza allo stomaco dopo le abbuffate? Ecco come intervenire

Foto:Adobe Stock

I disturbi digestivi si possono presentare in maniera occasionale dopo le grandi abbuffate, se invece sono frequenti e non solo persistono per diversi giorni chiedete il parere medico, che con una visita saprà consigliarvi al meglio la terapia da seguire.

Quando si mangia troppo senza darsi freno e limiti, si può percepire la pesantezza di stomaco che comporta anche dolori alla fascia addominale. Non solo si possono avere fenomeni di:

  • aerofagia
  • flatulenza
  • nausea
  • vomito

Ma come si può rimediare senza farmaci? Non è così difficile ma neanche così facile i rimedi naturali sono efficaci ma da soli non bastano, non sono pozioni magiche, è opportuno comunque fare in modo di prevenire questi fastidi, soprattutto facendo attenzione a cosa a si mangia.

Purtroppo quando si assumono troppi alimenti in modo sregolato e non solo associati a bevande alcoliche e gassate si può andare incontro a fastidi come:

  • bruciore di stomaco
  • alitosi
  • sensazione di pienezza
  • reflusso gastroesofageo
  • gonfiore addominale
  • dolore e tensione all’addome
  • nausea

Quando si ingerisce troppo cibo si può andare incontro a questi episodi che possono rendervi anche vulnerabili e nervosi, ma si possono alleviare in questo modo.

Provate a mangiucchiare un pò di finocchio crudo, subito dopo i pasti, in quanto facilita la digestione, un rimedio naturale anche efficace in caso di episodi di gonfiore addominale. Non solo anche lo zenzero un alleato in questo caso, basta preparare una tisana, mettete in una tazza calda con una fettina di limone e un pò di zenzero, provate a bere dopo aver lasciato in infusione. Ma una soluzione più rapida è masticare un pò di radice di zenzero.

Oltre allo zenzero anche la malva, menta e alloro possono essere di grande aiuto per attenuare la pesantezza di stomaco.

Ma come si può prevenire? La risposta è semplice sicuramente è necessario fare attenzione alle porzioni.

Sane abitudini da adottare

donna che mangia al ristorante
Fonte: Adobe Stock

Per non ritrovarsi con uno stomaco pesante, percependo la sensazione di avere un mattone sullo stomaco, allora seguite queste semplici regole.

-Non esagerare a tavola: non abbondare con le quantità, se ingerite troppo cibo lo stomaco sarà costretto a lavorare di più per scomporre il cibo. Ma tutto ciò causerà un aumento di acidi nello stomaco che provocano il reflusso gastroesofageo. Non solo anche una formazione di gas intestinali, che va ad accelera il metabolismo. Tutto ciò può provocare stanchezza, sudorazione e sensazione di calore.

-Mangiare lentamente: se ingerite velocemente il cibo senza masticare bene si formerà più gas all’intestino causando dolori addominale. Ricordate che se sminuzzate per bene il cibo si facilitare il lavoro degli enzimi digestivi, senza sovraccaricare anche lo stomaco.

-Evitare bevande zuccherate e gassose: questi non solo apportano troppi zuccheri che non fanno bene al nostro organismo ma aumentano i gas addominali. Inoltre se associate le bevande alcoliche al tabacco si incrementa l’acidità e il reflusso gastrico. Il tabacco potrebbe aumentare il bruciore di stomaco. Le bevande alcoliche come vino e birra possono aumenta il reflusso gastroesofageo e non solo favoriscono la proliferazione di batteri.

Ricordate che dovete contattare il medico quando nonostante tutto vi sentite ancora appesantiti. Ma anche in caso di episodi di cattiva digestione frequente che determinano forti dolori addominali.