Ancora non sai perché dovresti conservare i torsoli di mela? L’uso è sorprendente!

Forse non sai perché dovresti conservare i torsoli di mela, scoprilo subito, il risultato ti stupirà!

torsoli di mela
(Adobestock photo)

Avere maestria nel cucinare non è solo cimentarsi in ricette prelibate, bensì dar nuova vita ad alimenti, avanzi, scarti di cibo. Un bravo chef infatti utilizza proprio tutto, soprattutto quello che sta per finire nella pattumiera.

Un vero cuoco richiama a delle vere e proprie qualità culinarie, tra cui quella di comporre delle pietanze anti-spreco, farle diventare dei piatti prelibati e gustosi, anche in poco tempo.

Non buttare i torsoli di mela!

Avrete sicuramente sentito parlare di innumerevoli utensili che utilizziamo per cucinare ma che non tutti conoscono, e dei cibi dei quali potremmo utilizzare davvero ogni loro parte. Diverse persone utilizzano infatti un utensile da cucina molto utile, pratico, funzionale, un mini aggeggio che riesce a privare la mela del suo torsolo così da poter gustare la mela pressoché pronta.

succo di mela

Dopo aver scoperto questo gradevole espediente siamo però solite gettare nella pattumiera la buccia, eventuali semi della frutta e della mela il suo torsolo, questo è davvero un grave errore! Oggi vogliamo svelarvi perché, è davvero sorprendente prendere atto del fatto che possiamo utilizzare elementi di scarto come il torsolo di una mela, per creare delle pietanze a regola d’arte.

Non sprecare e riutilizzare gli scarti di cibo non è solo uno dei trucchi che uno chef dovrebbe conoscere, sfruttare infatti tutte le parti di un alimento senza gettarle via è anche un’ottima abilità di risparmio.

Anche se siamo pressoché abituati a mangiare di determinati alimenti, solo alcune parti, ancora non sappiamo che tutto ciò che scartiamo può essere utilizzato tranquillamente e facilmente per altro e che inoltre possiede delle qualità nutritive altamente benefiche. La mela è inoltre un frutto che sazia e fa perdere peso! 

Ecco come puoi utilizzare il torsolo della mela

Oggi andremo a sperimentare solo uno delle tante componenti di innumerevoli alimenti che è appunto il torsolo della mela, vediamo come utilizzare la parte della mela che viene sempre buttata nel cestino. Andremo infatti a cimentarci nella preparazione di uno succo di mela davvero buono!

Il succo di mela è ideale per regalare un gusto in più a dei pancake fatti in casa, oppure per impreziosire altre preparazioni dolci, torte di ogni tipo. Per realizzare questo succo di mela grazie al suo torsolo, basta mettere i torsoli di mela in una pentola facendo l’imbuto bollire insieme a due cucchiai di dolcificante naturale che può essere lo sciroppo d’agave, il miele, il malto di riso, il malto d’orzo.

succo di mela proprietà
Fonte: Pixabay

Non servirà nemmeno aggiungere dello zucchero bianco raffinato, mentre l’acqua bolle con torsoli e dolcificante naturale, possiamo versare qualche goccia di succo di limone. Una volta pronto possiamo versare il succo in un recipiente adatto, in una brocca, e conservare in frigorifero fino a che non lo gusteremo.

Ecco come con dei semplici torsoli possiamo dar vita ad uno succo benefico per la nostra salute e il nostro benessere, in maniera semplice, anti-spreco, super economica.

Ricetta sciroppo di mele tradizionale, 3 ingredienti!

Lo sciroppo di mele è una bevanda molto salutare, nonché un succo che può impreziosire moltissimi dolci, funziona un po’ come lo sciroppo d’acero sui pancake, ottimo da abbinare a pancake e muffin fatti in casa. Vediamo ora la ricetta tradizionale del succo di mele fatto in casa.

Si prepara in soli 20 minuti per una cottura di cinque minuti, la ricetta è molto facile. Vi basta infatti munirvi di 500 g di mele, 15 g di amido di mais, e un limone possibilmente biologico.

Bisogna lavare bene le mele, dividerle a metà o comunque in parti abbastanza grandi, eliminando stavolta il torsolo. Raccogliamo i pezzi in una ciotola e versiamo del succo di limone, trasferiamo tutto in una centrifuga oppure in un estrattore per ottenere il succo. Per ottenere un succo ancor più liscio e privo di polpa, sarà possibile filtrarlo, in che modo? Posizionando all’interno di un recipiente un colino a maglie molto strette e al suo interno un canovaccio bello pulito. Versiamo ora il composto del succo e lasciamolo scolare per una mezz’ora, trascorso questo tempo otterremo almeno 300 g di succo filtrato.

sciroppo di mela
(Adobestock photo)

Setacciamo poi in un pentolino l’amido di mais, uniamo il succo di mele e agitiamo a mano con una frusta per evitare la formazione di grumi. Lasciamo cuocere a fiamma bassa per due o tre minuti fino a che la consistenza non si farà più densa. Risulterà alla fine molto fluida. Possiamo trasferire questo sciroppo in un recipiente e dedicarci alla guarnizione di torte e dolciumi vari.