Brufoli di Natale: dopo cene e cenoni ecco come salvare la pelle del viso

Anche quest’anno gli eccessi di Natale porteranno in regalo certamente un po’ di brufoli: ecco tutti i segreti su come curarli e camuffarli con il make up.

acne rimedi naturali ovaio policistico
Adobe Stock

Una delle cause scatenanti dei brufoli sul viso è l’alimentazione scorretta troppo ricca di grassi saturi. Certo, molte altre cause concorrono alla comparsa di inestetismi della pelle a carico del viso, tuttavia nei giorni di Natale e delle festività in generale l’alimentazione è di certo il fattore scatenante.

Non bisogna inoltre dimenticare che già nei mesi precedenti al Natale, ma durante i quali siamo stati costretti a casa dal lockdown, problemi di brufoli e di acne sono molto aumentati soprattutto nelle fasce giovani della popolazione. Questa situazione è stata causata dalla drastica diminuzione del movimento fisico che ha portato a un netto rallentamento del metabolismo e ovviamente a problemi digestivi causati anche dagli “sgarri” alimentari che molte persone si concedono per tenere a bada lo stress di questo periodo.

Ci si dovrà rassegnare allora a una fine d’anno con tanti brufoli sul viso? Non necessariamente: ecco come correre ai ripari!

Cura della pelle: la “purificazione” dopo Natale

tisane benefici e controindicazioni
(Istock)

problemi della pelle legati alla digestione sono soltanto un sintomo di squilibri più profondi a carico del nostro organismo e, in particolare, del sistema digerente. Per questo motivo è assolutamente necessario aiutare l’organismo a digerire meglio e a purificarsi sia durante sia dopo gli eccessi natalizi.

Le tisane purificanti, in particolare quelle a base di finocchio e zenzero sono dei veri e propri toccasana per l’organismo: il finocchio ha forti proprietà diuretiche, mentre lo zenzero è conosciutissimo per le sue proprietà antisettiche digestive.

Esistono però molte altre tisane tipicamente invernali ottime per aiutare il metabolismo dopo le abbuffate di Natale, quindi c’è davvero l’imbarazzo della scelta tra moltissimi ingredienti a disposizione per questi rimedi.

Per quanto riguarda invece la cura della pelle, nei giorni di vacanza si potrebbe avere più tempo da dedicare al benessere naturale dell’epidermide, magari realizzando una maschera purificante fai da te tra le tante che è possibile preparare con ingredienti di facile reperibilità.

Spesso però il problema che assilla la pelle del viso (e non solo) durante le feste natalizie è la comparsa di brufoli solitari, spesso infiammati e per questo molto evidenti.

A causa degli eccessi alimentari delle feste di Natale il problema dei brufoli sul viso finisce con l’interessare anche persone che in genere non presentano questo tipo di imperfezioni. In genere queste persone non hanno a portata di mano prodotti specifici per il trattamento dei brufoli e di certo non conviene comprarli per utilizzarli solo pochi giorni all’anno.

Ecco allora perché Natale è il momento dell’anno ideale per scoprire tutti i rimedi della nonna efficaci contro gli inestetismi della pelle del viso.

Zucchero e Limone

Oltre ad avere ottime proprietà digestive, il limone è un forte antisettico naturale, ottimo per attenuare le infiammazioni che si sviluppano sempre sulla pelle che circondano i brufoli.

Per un effetto scrub ed emolliente basta aggiungere dello zucchero al succo di limone al fine di creare una pasta esfoliante morbida e delicatissima, che permetterà di assottigliare la pelle intorno favorendo l’assorbimento del succo di limone nella zona che si vuole trattare.

Bicarbonato

È possibile utilizzare il bicarbonato allo stesso modo dello zucchero, cioè utilizzandone una piccola quantità da bagnare con poche gocce d’acqua al fine di formare una pasta densa e morbida da tenere in posa sul brufolo per una quindicina di minuti prima di procedere al risciacquo.

Il bicarbonato è un rimedio utilissimo per purificare la pelle dai batteri che aumentano il rischio di diffusione di brufoli e acne sul resto del viso, inoltre è in grado di assorbire gradualmente il sebo cutaneo restituendo alla pelle il suo normale equilibrio.

Aceto bianco o di mele

Anche l’aceto bianco è un ottimo antisettico e antinfiammatorio per uso topico. Basterà metterne qualche goccia su un batuffolo di cotone e applicarlo sul brufolo lasciandolo in posa per qualche minuto prima di procedere al risciacquo. Naturalmente l’odore dell’aceto bianco non è il massimo da associare al make up del viso, quindi è possibile utilizzare anche l’aceto di mele per risolvere almeno parzialmente il problema.

Acqua e Sale

D’estate, soprattutto se trascorriamo i mesi estivi al mare, la nostra pelle appare bella e priva di imperfezioni. Il merito di ciò va all’acqua salata, in grado di asciugare gli eccessi sebacei della pelle.

Il sale grosso sarà utilissimo per preparare un impacco di “acqua di mare casalinga”: basterà sciogliere in acqua calda abbastanza sale grosso da riprodurre il “sapore” dell’acqua di mare.

Anche in questo caso basterà tenere un batuffolo di cotone imbevuto della soluzione sul brufolo per qualche minuto ogni sera fino al suo completo assorbimento. Aggiungere alla soluzione anche qualche goccia di succo di limone sarà utile per potenziare i suoi effetti antisettici.

Lievito di Birra

Il lievito di birra si trova in casa in grandi quantità durante il periodo delle feste, quindi si trasformerà in un preziosissimo alleato a portata di mano nella battaglia contro i brufoli di Natale.

Per creare un composto da emulsionare nella zona interessata dai brufoli basterà unire al lievito di birra acqua tiepida, poche gocce di limone e bicarbonato.

Lievito e benefici
Lievito di birra (IstockPhotos)

Un panetto intero è utile a realizzare uno scrub da applicare su tutto il viso, mentre piccole quantità di ingredienti saranno utili a trattare piccole aree senza sprechi.

Coprire i brufoli con il make up

pelle acneica
(fonte: Pexels)

Per far sparire i brufoli con metodi naturali è necessario un po’ di tempo ma, spesso, il nostro desiderio è di coprire il più velocemente possibile quella fastidiosa imperfezione destinata a “rovinare” foto e selfie delle feste.

Per questo motivo il make up sarà la terapia d’urto contro i brufoli di Natale, a patto naturalmente di conoscere tutti i segreti necessari a realizzare un trucco perfetto a prova di imperfezione.

Scelta del primer: opacizzante

La costruzione di una solida base trucco è fondamentale per la perfetta copertura degli inestetismi della pelle. Per questo motivo è fondamentale utilizzare un primer opacizzante nel momento in cui la nostra pelle è interessata da imperfezioni cutanee di una certa “importanza”.

Il primer aiuterà a “livellare” le irregolarità della pelle e ad assorbire il siero in eccesso minimizzando l’orribile “effetto lucido” che caratterizza la pelle grassa o che sta attraversando un periodo di squilibrio.

Correttore colorato

Il correttore è un altro alleato fondamentale nella copertura del brufolo. Se la zona intorno all’imperfezione è arrossata a causa di un’infiammazione o di un’infezione, prima di applicare il fondotinta sarà bene renderla “cromaticamente neutra” applicando un correttore verde, in maniera da equilibrare cromaticamente il rossore.

Se invece il brufolo è stato ripetutamente schiacciato (è comunque un errore da non commettere, poiché potrebbero rimanere sul viso piccole cicatrici) bisognerà ricorrere invece a un correttore giallo per neutralizzare il viola della piccola tumefazione che sicuramente si sarà creata nella zona.

Correttore color carne

Dopo aver “normalizzato” il colore della zona del viso interessata dal brufolo si dovrà stendere un leggero strato di correttore color carne in maniera da uniformare il più possibile il colore della zona al resto della pelle.

Meglio utilizzare un correttore molto denso e applicarlo senza sfregare, solo picchiettando per evitare di spostare lo strato di correttore colorato applicato in precedenza.

le tipologie di correttore
Adobe Stock

Fondotinta e Cipria

Solo dopo aver applicato e fatto asciugare i due strati di correttore si potrà procedere all’applicazione del fondotinta normale, da stendere prima in uno strato normale su tutto il viso e poi aggiungendo piccolissime quantità nella zona del brufolo fino a che il colore della pelle non risulterà uniforme rispetto a quella del resto del viso.

A questo punto fissare il tutto con una leggerissima passata di cipria aiuterà a rendere il trucco più durevole e a prova di sbavature.