Lo riconosci? Un personaggio diventato simbolo dell’Italia LGBTQ+: è cambiato moltissimo

vladimir luxuria da giovane
(Instagram)

Questo ragazzo non poteva saperlo, ma nel giro di qualche decennio sarebbe diventato un simbolo dell’Italia LGBT e un importante personaggio politico corteggiatissimo dalla TV.

vladimir luxuria da giovane
(Instagram)

Spumeggiante, intelligente, estremamente sensibile e con una grande capacità comunicativa: sono tutti aggettivi che avrebbero potuto descrivere questo bellissimo giovane uomo anche ai tempi in cui era un adolescente.

Purtroppo però gli anni della giovinezza sono stati i più difficili della sua vita poiché ha dovuto scontrarsi con i pregiudizi e con il bullismo che negli anni 80 veniva riservato a coloro che non avevano un orientamento sessuale “normale”.

Nonostante le umiliazioni e anche gli episodi di violenza subiti nei primi anni della sua maturità, questo ragazzo è riuscito a tracciare un cammino di evoluzione e di speranza che è diventato simbolo di un’intera generazione di Italiani.

A dimostrazione che non conta l’orientamento sessuale e nemmeno l’identità di genere di una persona perché la persona in questione si a profondamente amata dal pubblico, in anni recenti è sbarcato in televisione come opinionista ma anche come concorrente di reality, stravincendo una delle edizioni a cui ha partecipato.

Il ragazzo che divenne donna e simbolo dei diritti LGBT in Italia

vladimir luxuria giovane
(Instagram)

Nato a Foggia nel 1965, nei primi anni Ottanta lavorerà come organizzatore di feste ed eventi per la discoteca Dirty Dixy Club, arrivando poi a presentarsi sulla scena con spettacoli di cabaret alla Taverna del Gufo, un altro locale della zona, frequentato da una clientela molto variegata.

In questi anni, soprattutto alle superiori, entra per la prima volta in contatto diretto con il bullismo e ne subisce le durissime conseguenze. Da adulto non ha mai fatto misero di aver avuto un’adolescenza difficile e ha spesso pubblicato vecchie fotografie in cui appare coperto di lividi per le botte ricevute dai coetanei a causa del suo orientamento sessuale. Decide allora di diventare un attivista per i diritti omosessuali.

vladimir luxuria da giovane
(Instagram)

Ha affermato in diverse occasioni di aver sempre saputo di essere omosessuale, aggiungendo inoltre che tra il suo sesso di nascita e la sua identità di genere non c’è mai stata corrispondenza. 

Negli anni appena successivi al liceo si trasferisce a Roma per cominciare il suo percorso di studi universitari, laureandosi con lode in Lingue e Letterature Straniere.

Nel frattempo diventa uno dei più stimati organizzatori di eventi della Capitale, inaugurando quella che sarebbe diventata una vera e propria istituzione della cultura gay di Roma: la serata Muccassassina. Insieme a Imma Battaglia fu l’organizzatore del primo Gay Pride Italia.

Negli anni non avrebbe mai abbandonato la passione per l’arte, la letteratura e la cultura in genere, facendo della sua preparazione accademica uno dei punti di forza di una carriera che poi l’avrebbe portato ad essere il primo individuo transgender a coprire una carica parlamentare in Italia.

Avete capito di chi si tratta? Il nome con cui è nato è Wladimiro Guadagno ma oggi è conosciuto con il nome di Vladimir Luxuria.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da (@vladimir_luxuria)

Vladimir non ha mai voluto sottoporsi a un intervento di vaginoplastica, cioè di asportazione del pene e dell’utilizzo dei suoi tessuti per creare una cavità vaginale. Si è accontentata di un’operazione di elettrocoagulazione per inibire la crescita della barba, si è rifatta il naso e si è sottoposta a una mastoplastica per la creazione del seno a partire da zero.

Nel 2009 aveva infine deciso di sottoporsi all’operazione necessaria a cambiare sesso. Dopo essersi resa conto di non sentirsi abbastanza sicura della decisione ha preferito disdire l’operazione pochissimi giorni prima dell’appuntamento con il chirurgo.

Nel 2007, durante la sua attività da Deputata ha proposto l’approvazione di una legge che, ispirandosi alla legislazione tedesca ipotizzava la possibilità di chiedere il cambio dei dati anagrafici di una persona, con il passaggio dal sesso di nascita all’altro sesso, anche senza il passaggio chirurgico da un sesso all’altro sesso. La proposta non venne portata avanti, ma nel 2015 la Corte di Cassazione ha attuato quello che Vladimir aveva proposto anni prima.

Dopo il periodo in politica è tornata a dedicarsi all’attivismo e a lavorare molto spesso in televisione. Il culmine della sua fama televisiva si è avuto nel 2008, anno in cui Vladimir prese parte al reality L’Isola dei Famosi e conquistò non solo il sostegno dei suoi compagni di viaggio ma anche l’affetto indiscusso del pubblico da casa, che la preferì a Belen Rodriguez, arrivata in finale insieme a Vladimir.

Anche dopo i successi televisivi Vladimir non ha mai abbandonato la lotta politica. Non sono in molti a sapere che nel 2014 raggiunse Mosca insieme al duo comico Pio e Amedeo con il compito di intervistare gli atleti russi in merito alle condizioni di vita delle persone omosessuali in Russia. I tre, che sbandierarono davanti al Cremilino una bandiera del pride con la scritta “Gay è Ok”, vennero arrestati dalla polizia russa.

Per quanto riguarda invece la sua vita sentimentale, Vladimir è sempre stata molto discreta ma, stando al gossip più recente in merito alle sue avventure, pare che abbia cominciato a frequentare un giovane ballerino che nel 2008 partecipò ad Amici: Gennaro Siciliano.

Vuoi continuare a giocare con Chedonna? Indovina gli altri personaggi famosi leggendo tutti gli articoli sui Vip da Piccoli

vladimir luxuria fidanzato
(Instagram)

Pare che i due si siano conosciuti sulla costiera amalfitana in Campania, perché alloggiavano nello stesso albergo e avevano preso parte alla stessa manifestazione culturale. I due si frequenterebbero quindi da quest’estate ma Vladimir non se la sente ancora di affermare di essere fidanzata. Di certo però sembra molto presa dal giovane ballerino, che probabilmente le ha fatto dimenticare la brutta fine della storia con Amir, il fidanzato che si è trasferito in Germania a Gennaio 2020 e che, a causa del lockdown Vlady non ha più potuto incontrare.