Pregrafismo nei bambini; quando cominciare e quali esercizi fare

Non esiste una regola certa per quando far iniziare a scrivere u bambino ma con il pregrafismo potete cominciare ad abituarli anche ad impugnare in modo corretto

Meglio aspettare che inizi la Scuola Primaria oppure anticipare i tempi? Un a domanda che molti genitori fanno e si fanno per capire quando è giusto cominciare ad abituare i bambini alla scrittura e alla lettura. La risposta è nel pregrafismo, che i piccoli possono cominciare già nell’ultimo anno della Scuola Materna.

Il passaggio dei bambini verso la scrittura e la successiva lettura deve avvenire in maniera naturale, ma può essere accompagnato, soprattutto nei gesti quotidiani più comuni. Come riconoscere le lettere, come prendere in mano una matita in maniera corretta per scrivere, come prendere confidenza con un mondo che non conoscono?
Il primo passo può arrivare con un percorso di introduzione al pregrafismo, fatto di esercizi semplici esercizi come le cornicette che intanto fanno entrare il bambino in rapporto con i simboli. Servirà soprattutto a sviluppare la cosiddetta motricità fine che è il primo passo verso quella più complessa, la scrittura vera e propria.

Quale può essere quindi l’età giusta per cominciare? Fra i due e i tre anni i bambini cominciano ad interessarsi realmente al mondo che li circonda e quindi anche alla scrittura. Provano a scrivere le loro prime parole e a rappresentarle con simboli e figure più tonde. A quattro anni in genere sanno scrivere almeno alcune lettere dell’alfabeto. E a 5 anni cominciano ad associare i vari simboli anche al suono scrivendo le lettere dell’alfabeto a memoria.

Pregrafismo, a cosa servono le schede e come utilizzarle

 

Quello che vi abbiamo illustrato però è uno schema che non vale per tutti. Ogni bambini ha i suoi tempi e le sue reazioni, anche se i primi esercizi di pregrafismo partono dai 4 anni. Il pregrafismo e la motricità fine però dovrebbero essere accompagnati anche da esercizi per la motricità globale. Parliamo di movimenti grazie ai quali il bambino percepisce il suo corpo nello spazio.

La scrittura è un esercizio che richiede coordinazione e quindi regole, anche nei movimenti. I primi sono quelli verticali e solo successivamente cominciano quelli orizzontali, come la corretta impugnatura della matita e la posizione giusta per appoggiarsi al tavolino o alla scrivania.

Verso i cinque anni il bambino impara a riconoscere e scrivere correttamente il suo nome su un foglio e poco alla volta sarà in grado di farlo da solo.

bambina scrittura
Bambini e Tablet, la ricerca (Istock Photos)

Partite proprio da quello per farlo esercitare, è la cosa più semplice che conoscono. E allo stesso modo utilizzate le schede di pregrafismo che permettono al bambino di imparare a tracciare linee, a seguire un tratto e chiudere le linee aperte. Per loro sarà un gioco ma aiuta ad imparare.