Vuoi dimagrire in vista del Natale? Fallo con quest’acqua magica!

Tutte vorrebbero perdere qualche kg di troppo in vista del Natale, da oggi è possibile, basta introdurre quest’acqua nella dieta.

acqua di riso
(Adobestock photo)

L’acqua di riso è ormai diventata molto famosa per chi vuole perdere peso, oggi scopriremo come utilizzarla in alternativa ad altri metodi di dimagrimento.

L’acqua magica, quella di riso!

L’acqua di riso in sostanza è l’acqua di cottura del riso, molto delicata, spesso utilizzata come tonico per la pelle oppure per far crescere i capelli, accelerare la crescita e renderli più sani. Per quanto riguarda la cura dei capelli infatti, non si deve far altro che mettere il riso in ammollo a freddo con delle bucce di arancia per una notte intera, poi si scola il riso e si mette l’acqua in un contenitore spray. Dopodiché si può spruzzare sui capelli a cadenza regolare, una o due volte al giorno.

acqua di riso
(Istock)

La medicina cinese si è già mossa ed hai indagato su quanto l’acqua di riso sia ricca di benefici. Trovano infatti nell’acqua di riso un ottimo espediente che può contribuire alla perdita di peso.

L’acqua di riso è quindi l’acqua di cottura del riso che si ottiene molto facilmente, mettendo a bollire 200 g di riso in 1,5 l d’acqua, salata, fino a che il riso non diventa molto cotto, e quindi molto morbido. A questo punto si scola il riso e si mette da parte, il riso si potrà usare poi per preparazioni veloci come frittate di riso, polpette di riso, supplì al telefono croccanti, congelandolo in sacchetti appositi da freezer e così via. L’acqua che invece è stata scolata non si butta affatto, si conserva prima in frigo per mezza giornata e poi si beve direttamente come un pasto sostitutivo, come se steste bevendo un bicchiere di acqua.

I benefici dell’acqua di riso

Ma vediamo quali sono i benefici di quest’acqua di riso, innanzitutto fornisce almeno 150 calorie a bicchiere che vengono tutte dall’amido che il riso rilascia durante la cottura. È proprio questo amido che si attiva per la digestione, ottimo soprattutto per chi soffre di problemi gastrointestinali e pancia gonfia, poiché riesce a regolarizzare l’intestino. Al contempo ci fornisce molta energia, contiene lo stesso amido benefico anche l’acqua delle patate dolci, ricche vantaggi per la salute, che sembrerebbe abbia lo stesso effetto benefico.

Melanzane al forno ripiene di risotto e burrata
pixabay

Grazie all’acqua di cottura del riso riusciamo a dimezzare le calorie e in più a conferire al nostro organismo un alto potere saziante. Riscaldando quest’acqua di riso si può aggiungere tranquillamente a zuppe, verdure, come condimento base per brodi di carne ma anche pesce. Si possono creare anche molti frullati nutrienti di verdure con finocchio, salsa di pomodoro, zucchine o sedano. Andiamo ad indagare su come va strutturato questo pasto sostitutivo con l’acqua di riso.

Ecco come includere l’acqua di riso nell’alimentazione

Prima di tutto questo pasto sostitutivo ovviamente va consumato a pranzo o a cena, si dovrebbe mangiare solo questo e nient’altro. Si inizia con una dose di riso di 200 g dalla quale si ottengono circa a circa cinque porzioni di acqua e praticamente una porzione è un bicchiere colmo da tavola standard.

È importantissimo che l’acqua di riso venga messa in frigo dopo essere stata filtrata cosicché l’amido presente favorisca i batteri buoni dell’intestino e quindi il dimagrimento.

Ricordatevi però che per ridurre il carico glicemico del riso è sempre bene preferire la tipologia riso basmati. Al pasto sostitutivo fatto di acqua di riso possiamo aggiungere tranquillamente delle verdure cotte così da andare a creare un effetto diuretico, ma anche creme di verdure sarebbe ovviamente è meglio consumare questo pasto sostitutivo a cena

Sentirai fin da subito un grandissimo effetto sgonfiante. Vediamo ora un esempio di menù sostitutivo con acqua di riso.

Dieta menù tipo con l’acqua di riso

A colazione potete consumare un bicchiere di latte scremato, uno yogurt greco, del caffè o del te, con un cucchiaio di miele, dai 30 ai 40 g di cereali integrali o avena, oppure tre biscotti integrali o due fette di biscottate con due cucchiaini di marmellata a scelta possibilmente senza zuccheri aggiunti.

risotto alla parmigiana
Adobe Stock

Per quanto riguarda lo spuntino è possibile mangiare un frutto a scelta di stagione.

Per il pranzo abbiamo una porzione di carne o di pesce, dei legumi, oppure della ricotta fresca o delle uova. Aggiungiamo a questo un 50 g di pasta o di riso integrale con un sughetto semplice o con delle verdure cotte, e di nuovo un contorno di verdure a scelta condite con un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva.

In più abbiamo un quadretto di cioccolata fondente, se vogliamo, anche una mini dose di frutta secca, 2/3 mandorle o due o tre noci.

Per la merenda consumeremo 125 g di yogurt di soia o greco +80 g di frutta di stagione.

Per la cena abbiamo appunto il pasto sostitutivo con una crema di riso frullata con l’acqua di riso fredda con vicino una porzione di verdure cotte o crude, è possibile aggiungere delle spezie, e per ottimizzare l’effetto sgonfiante anche una tisana ai semi di finocchio senza zucchero.

come cuocere il riso per eliminare l'arsenico
Photo Adobe Stock

Questa dieta ovviamente ci permette di diminuire di molto le calorie giornaliere ma è sempre bene ribadire che una regime alimentare, per ottenere i risultati sperati, va strutturato solo ed esclusivamente con uno specialista della nutrizione. Confrontatevi sempre con un medico prima di iniziare ad intraprendere una dieta ipocalorica. Questo è solo uno spunto dal quale trarre vantaggi dopo aver consultato il proprio specialista.