Se usi la candeggina per fare questo stai commettendo anche tu un errore gravissimo

Se anche tu usi la candeggina per fare un’infinità di cose sappi che alcune pratiche comuni sono molto rischiose. Evita queste in particolare.

candeggina uso
Photo Adobe Stock

La candeggina è molto apprezzata e il suo utilizzo per le faccende domestiche è molto diffuso. Il suo utilizzo è aumentato in modo esponenziale con la pandemia da Coronavirus, utilizzato anche per disinfettare le superfici dato la sua azione virucida. Se ti interessa approfondire questo argomento trovi conclusioni di studi e approfondimenti in questo articolo: Coronavirus | La candeggina disinfetta la casa e uccide il virus?

E’ bene comunque ricordare che la varecchina è un prodotto chimico ed usarlo in modo improprio può provocare danni alla salute. Ci sono alcune pratiche comuni che andrebbero assolutamente evitate.

Candeggina, gli utilizzi pericolosi più comuni

candeggina
Photo Adobe Stock

Molte persone utilizzano questo prodotto non seguendo le indicazioni riportate in etichetta.  Semplicemente navigando in rete si incorre in una miriade di consigli di utilizzo. C’è chi consiglia di miscelare incautamente questo prodotto con altre sostanze e c’è chi la fa bollire e molto altro. Ricordando che questo prodotto è pericoloso sia per la salute che per l’ambiente, vi elenchiamo le pratiche che dovreste assolutamente evitare.

Esistono molte alternative naturali alla varecchina, tuttavia molti consumatori si sono fidelizzati a questo prodotto sbiancate e fanno fatica a rinunciarvi. Questo è comprensibile, non lo è invece il fatto che spesso viene utilizzata in modo pericoloso. Ci sono cose che dovresti assolutamente smettere di fare con la candeggina, ti forniamo un elenco degli utilizzi più comuni e rischiosi.

Queste pratiche non sicure che utilizzano la candeggina sono aumentate con la paura del Coronavirus. Il centro antiveleni ha registrato molte più chiamate di denuncia di intossicazione, c’è addirittura chi ha usato la candeggina sulla propria pelle per disinfettarsi o chi l’ha usata per disinfettare i suoi animali provocando loro avvelenamento e ustioni.

Errore 1: sbiancare il bucato con candeggina

Abbiamo avuti tutti brutte esperienze con la candeggina che schizzando e finendo sui nostri capi colorati li ha corrosi. Sappiamo quindi che la candeggina non va usata sui colorati, e se accidentalmente vi è capitato di rovinare un indumento scopri come recuperare vestiti macchiati di candeggina: il metodo infallibile.

Per quanto riguarda i capi bianchi,  anche in questo caso usare la candeggina per sbiancarli è sbagliato poiché la candeggina tende ad ingiallire i capi. Dovreste provare ad usare il percarbonato di sodio. Questa polvere è l’attivo sbiancante naturale più efficace sul mercato, provare per credere. Questo prodotto è facilmente reperibile nei supermercati, nei negozi biologici o nei negozi di bricolage.

Errore 2: lavare con candeggina

La candeggina non contiene tensioattivi, quindi non ha potere pulente. E’ un prodotto da utilizzare per deodorare e disinfettare, ma non per pulire. La candeggina andrebbe usata solo sulla superfice pulita. Usarla come detergente è illusorio, potresti notare le macchie svanire ma in realtà le ha solo momentaneamente sbiancate e torneranno altrettanto rapidamente. Infine ricordate di risciacquare le superfici che avete trattato con questo prodotto per eliminare ogni residuo.

Errore 3: usarlo quando si ha una fossa settica

Potrebbe sembrare la cosa più logica da fare dato il suo potere corrosivo. Trattare un intasamento con la candeggina è doppiamente sbagliato. Innanzitutto la candeggina impedirà il funzionamento della fossa, in secondo luogo distruggerà i batteri necessari per la purificazione dell’acqua nella fossa.

Errore 4: mescolarla con acqua calda o bollirla

Abbiamo sentito diverse persone usare questo trucco per pulire le stoviglie. Basta far bollire la padella sporca con acqua e candeggina e come per magia le incrostazioni sembrano svanire. Attenzione! Oltre al fatto che il calore disattiva il suo principio attivo, la candeggina bollita rilascia gas estremamente tossici. Ricorda che ventilare l’ambiente non ti salverà da una intossicazione. Questo gas può irritare le tue vie aeree, i tuoi occhi, e tutte le mucose. Evitate. Non serve aggiungere candeggina nel lavello dell’acqua calda e detersivo che usate per la vare i piatti e non serve aggiungerla all’acqua del secchio per lavare i pavimenti. La candeggina può essere diluita soltanto in acqua fredda.

candeggina
Come possiamo sbarazzarci delle macchie di candeggina? (Istock photo)

Per il benessere vostro e della vostra famiglia ricordate sempre questi accorgimenti e documentatevi quando trovate sul web consigli grossolani su come impiegare sostanze chimiche.