Pitiriasi versicolor: cos’è e come si cura

pitiriasi versicolor
fonte foto: Adobe Stock

Scopriamo insieme cos’è la pitiriasi versicolor, perché si presenta e come curarla.

pitiriasi versicolor
fonte foto: Adobe Stock

Esistono malattie della pelle che oltre a creare fastidi come pruriti o irritazioni possono portare anche dei disagi dal punto di vista estetico. Uno tra questi è la pitiriasi versicolor, nota anche come tinea versicolor. Si tratta di una malattia dovuta alla presenza di un fungo che vive normalmente sulla cute ma che in alcuni casi può diventare aggressivo portando a problemi di vario tipo.

Oggi cercheremo di capirne di più e di scoprire quali sono le cure e le indicazioni da seguire per debellarlo e tornare a vivere senza più macchie sulla cute.

Pitiriasi versicolor: sintomi e aspetto

pitiriasi versicolor
Fonte foto: Adobe Stock

Come già anticipato, la pitiriasi versicolor è un disturbo della pelle causato da un fungo che quando diventa aggressivo porta ad una pigmentazione della cute percepibili come delle macchie più o meno scure solitamente presenti sulla parte superiore del corpo.

In genere non tende a presentarsi secondo regole particolari. È però più visibile in estate e può essere più evidente quando si suda molto. I sintomi, tuttavia, sono piuttosto riconoscibili e si riassumono così:

  • Macchie scure sulla pelle, solitamente su collo, schiena, petto e braccia
  • Prurito in concomitanza delle macchie
  • Desquamazione del cuoio capelluto

Trattandosi di un fungo comunemente presente sulla cute, la pitiriasi versicolor non è contagiosa. Tuttavia tende ad essere recidivante. Anche dopo essere tata curata, quindi, può ripresentarsi. Cosa che avviene sopratutto nella stagione estiva.

Perché si presenta la pitiriasi versicolor e come riconoscerla

herpes labiale
Foto di Darko Stojanovic da Pixabay

Le cause scatenanti la pitiriasi versicolor dipendono da diversi fattori. Tra questi ci sono:

  • Il caldo
  • Un ambiente umido
  • Sudorazione eccessiva
  • Cambiamenti ormonali
  • Malnutrizione
  • Sistema immunitario debole
  • Pelle grassa

In genere, basta una visita dermatologica per riconoscerla. I medico, infatti, può riconoscerla dalla semplice osservazione fatta mediante la lampada di Wood.

Come curare la pitiriasi versicolor

Dimagrire in una settimana con la dieta del cardiologoUna volta riconosciuta, la pitiriasi versicolor può ovviamente essere curata. Per farlo basta usare dei saponi detergenti a ph acido che andranno ad unirsi a dei farmaci antimicotici da applicare sulla pelle o da prendere per bocca. Quest’ultima formula, però, viene considerata pesante e per questo da utilizzare con parsimonia e solo previa prescrizione de medico.

Ovviamente, anche le cure da applicare sulla pelle e nelle quali rientrano anche bagnoschiuma e shampoo sono da usare solo dietro consiglio medico, seguendo le indicazioni che variano in base all’entità del problema. Una volta guariti, come già detto, il problema può ripresentarsi. Per prevenirlo è importante cercare di ridurre il sudore e di usare dei prodotti a ph acido (meglio chiedere prima al medico) durante i cambi di stagione.

In questo modo la pitiriasi versicolor, specie se ci si occuperà anche di rafforzare il sistema immuniario con gli alimenti o dietro consiglio del medico, non sarà più un problema irrisolvibile.

Fonte: issalute.it