Croste cuoio capelluto: le principali cause che la determinano

Capelli
Cuoio capelluto irritato Foto:Adobe Stock

Le croste sul cuoio capelluto possono presentarsi per diversi motivi, scopriamo le principali cause.

capelli grassi
benefici dell’aceto di mele sui capelli grassi

La cura dei capelli è importante non va mai trascurata, la chioma va coccolata con prodotti specifici. Ogni tanto concedetevi una seduta dal parrucchiere, non solo per una spuntatina che permetterà di avere sempre una chioma perfetta, ma anche per qualche trattamento per rinforzare la chioma.

Ma se si verificano episodi come la forfora o prurito non si deve trascurare è necessario parlarne con il dermatologo che vi darà consiglio a riguardo su come intervenire.

A volte può accadere che l’utilizzo sbagliato di prodotti o condizioni particolari come psoriasi, dermatite, squilibri ormonali possono determinare delle croste sul cuoio capelluto.  Infatti può capitare che si avverte prurito, che induce a grattarsi ma non va per nulla bene. E’ necessario non sottovalutare il problema, le croste sul cuoio capelluto, non solo sono fastidiose, ma potrebbe essere imbarazzante se si tende a grattarsi spesso anche in pubblico.

Noi di CheDonna.it vi diamo qualche informazione in più sulla comparsa di croste sul cuoio capelluto.

Croste sul cuoio capelluto: cause

capelli grassi rimedi
Foto da iStock

La presenza sul cuoio capelluto di croste può capitare a tutti, la sensazione che si avverte e prurito, il primo gesto è quello di grattarsi, ma non va bene, potrebbe incrementare il problema.

Le croste si possono presentare di colore bianco, giallo, rosso o marrone, ma se si gratta si rischia di andare incontro ad insanguinamento. Ma ci sono condizioni in cui le croste non causano prurito. Quando le croste in testa si verificano spesso, diventa difficile non grattarsi, ma questo va ad irritare maggiormente il cuoio capelluto e favorisce la comparsa di altre croste.

E’ fondamentale ricercare la causa della comparsa delle croste, motivo per cui è necessaria la visita dal dermatologo che capirà l’origine e saprà indicarvi la terapia da seguire così da attenuare il problema.

Le cause delle croste possono essere diverse, scopriamo quali.

-Dermatite seborroica: molto diffuso tra le persone, si diffonde prima sul cuoio capelluto, con formazione di squame e croste di color giallo. Al tatto le croste sono unte e spesso determina prurito.

-Forfora: anche la forfora potrebbe determinare un prurito sul cuoio capelluto. Talvolta è difficile capire se si tratta di dermatite, motivo per cui è necessario sottoporsi ad una visita medica specifica. La forfora può essere determinata da diversi fattori, anche il cambio di stagione, stress e sbalzi termici o alimentazione sregolata.

-Psoriasi: è una causa patologica molto diffusa, non coinvolge non solo il cuoio capelluto, ma anche il resto del corpo. E’ una condizione cronica, si manifesta con delle macchie rosse spesse ricoperte da squame. Quando la psoriasi interessa anche il cuoio capelluto purtroppo si può dare origine a croste.

-Pidocchi: un problema che interessa tutti, ma è contagioso, provoca prurito e fastidio, inoltre, se si tende a grattarsi si possono formarsi delle piccole ferite che potrebbero a luogo andare formare le croste. Provate con l’olio di Neem ad eliminare i pidocchi!

-Herpes zoster: il virus responsabile della varicella, ma non si manifesta una sola volta nell’arco della vita. Si possono formare delle piccole vesciche gialle causate dal fuoco di Sant’Antonio, che si diffondono su tutto il cuoio capelluto che determina la formazione di croste.

-Impetigine: malattia infettiva causata da Streptococcus pyogenes e lo Staphylococcus aureus. Purtroppo non va sottovalutato il problema, inoltre è contagiosa. Si nota sul cuoio capelluto delle bollicine contenete del siero, che se si rompono possono formare le croste.

-Tigna: un’infezione fungina altamente contagiosa, si manifesta con chiazze che comporta la desquamazione e formazione di croste in testa. Il medico vi consiglierà una terapia antimicotica, così da eliminare l’agente responsabile.

-Prodotti sbagliati: l’utilizzo di prodotti come shampoo e balsamo troppo aggressivi che contengono molti componenti chimici, possono irritare il cuoio capelluto. Non solo anche maschere per capelli eseguite in modo scorretto possono determinare la formazione di croste.

Ricordate di non trascurare ,mai il problema e non solo, parlatene sempre con il medico!