San Gennaro non compie il miracolo: e se fosse per la morte di Diego Maradona?

Molti fedeli si stanno interrogando sul  perché il Sangue di San Gennaro quest’anno non si sia sciolto al primo tentativo: ecco perché l’evento potrebbe essere messo in relazione alla morte di Diego Maradona.

san gennaro maradona
(Instagram)

Da sempre il Santo patrono della città di Napoli è stato messo in strettissima relazione con la storia della città e del suo popolo.

In alcuni casi storicamente documentati il sangue di San Gennaro non si è sciolto nei giorni appena successivi all’accadimento di un evento luttuoso o grave per la città o per l’Italia intera.

Accadde ad esempio nell’anno in cui venne firmato l’armistizio dell’8 Settembre che pose fine alla seconda guerra mondiale per l’Italia e che, a livello politico, fu un colpo pesantissimo per il nostro Paese.

Il miracolo di San Gennaro avrebbe dovuto verificarsi appena una decina di giorni dopo l’armistizio: i fedeli lo presero come un segno di sciagura per il periodo che sarebbe seguito e, in effetti, le bombe alleate piovvero a lungo sulla città, uccidendo centinaia di cittadini e letteralmente radendo al suolo gran parte di Napoli.

Come se non bastasse, alla fine di quello stesso mese, la popolazione di Napoli dovette subire altre perdite, combattendo a viso aperto contro i tedeschi che ancora si trattenevano in città e che, infine, furono scacciati da una rivolta popolare che fece molte vittime su entrambi i fronti.

Ma cosa c’entra questo con Diego Armando Maradona?

San Gennaro ha sciolto il sangue solo al terzo tentativo: l’omaggio celeste a Diego Maradona?

San gennaro
(Instagram)

La città di Napoli mescola inevitabilmente sacro e profano in tutte le sue manifestazioni di devozione. Nelle scorse settimane, a seguito della morte di Diego Armando Maradona, la città è stata attraversata da grandi e intense manifestazioni di lutto che hanno portato anche molti cittadini ad affollarsi per le strade nonostante le restrizioni imposte dal governo contro il Coronavirus.

A Diego Maradona, figlio prediletto di Napoli, sono stati tributati onori degni di un santo, tanto che molto spesso si è arrivati a chiamare il giocatore con il titolo di “santo laico” della città.

Nel folklore che è nato e si è alimentato negli anni intorno alla figura di Maradona, il calciatore è stato messo in strettissima relazione con il Santo Patrono il quale è addirittura stato ritratto sui muri della città con Diego Maradona in grembo, mentre afferma: “È figlio mio!”

san gennaro maradona
(Instagram)

E se il miracolo non fosse avvenuto per annunciare il peggioramento della situazione Coronavirus, come molti hanno temuto, ma solo per manifestare il “dolore” del Santo per la morte di un “figlio” che la città gli aveva attribuito?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Napoli1926 (@napoli_sgennaro_1926)

Non ci sarebbe da stupirsi: da sempre Gennaro è stato la voce divina dei sentimenti del suo popolo, della sua speranza ma anche del suo dolore.