Come cuocere i ceci secchi? Consigli utili da seguire

Desiderate preparare una zuppa di ceci, ma avete solo i ceci secchi e non sapete come procedere? Scopri come cuocere i ceci secchi senza commettere errori.

ceci
Foto:Pixabay

Inserire nella dieta i legumi è davvero importante per il benessere del nostro organismo, non andrebbero mai esclusi. Senza esagerare però, l’organismo ha bisogno di tutto i nutrienti senza escluderne uno, per evitare di andare incontro a carenze alimentari.

I ceci sono tra i legumi amati e apprezzati, apportano diverse sostanze nutritive, proteine, fibre e sali minerali. Si prestano a diverse preparazioni in cucina si possono preparare a zuppa, con la pasta, addirittura le polpette di ceci e anche baccalà di ceci.

Si possono acquistare al supermercato sia secchi che precotti, ma sono da preferire quelli secchi perchè contengono più nutrienti e non hanno additivi.

Scopriamo come cucinare i ceci secchi a casa senza commettere errori.

Come cucinare i ceci secchi: consigli utili da seguire

ceci
Fonte: Istock photos

I ceci secchi a differenza di quelli in scatola, contengono più nutrienti, non solo non vengono aggiunte sostanze come additivi. Infatti per far si che i ceci mantengono inalterato il sapore, aroma e profumo si devono stabilizzare, motivo per cui sono da preferire quelli secchi. Ma purtroppo per chi ha poco tempo da dedicarsi alla cucina, predilige quelli in scatola, pronti all’uso. Scopri tutti i benefici dei ceci.

Ma prima di qualsiasi ricetta vi cimentate a preparare è necessario una fase preliminare, ecco quale.

-Controllo visivo: controllare i ceci è indispensabile per accertarsi che non ci siano impurità o sassolini.

-Lavaggio: i ceci secchi si devono lavare sotto acqua fredda.

-Ammollo: la fase di ammollo permette di idratarli. Dopo averli lavati bene, li mettete in una ciotola ampia con acqua a temperatura ambiente. Si consiglia di lasciarli per almeno 10-12 ore. In questo lasso di tempo i ceci si ammorbidiranno e di conseguenza si cucineranno facilmente. Le proporzioni giuste sono per ogni mezzo chilo di ceci occorrono circa 3 litri di acqua. Ma dopo 6 ore si consiglia di cambiare l’acqua. Se volete potete aggiungere un pizzico di bicarbonato per ammorbidirli, perchè si facilita la rottura delle fibre presenti nei legumi.

-Lavaggio: dopo la fase di ammollo, i ceci si devono sciacquare sotto acqua corrente fredda.

-Cottura: adesso è il momento perfetto per cuocere i ceci. In base alla quantità di ceci utilizzate la pentola adatta, della capienza adatta. Sicuramente dovete scegliere una pentola dai bordi alti. Mettete i ceci e aggiungete abbondante acqua fredda, coprite con coperchio e fateli cuocere a fiamma bassa. Il tempo necessario di cottura deve essere minima di 90 minuti. Non alzate la fiamma per velocizzare la cottura, un errore da evitare assolutamente. Durante la cottura non dimenticatevi di girare con il mestolo in legno.

Cottura alternative

Oltre alla tradizionale cottura in pentola i ceci si possono cuocere nella pentola a pressione, in questo modo il tempo di cottura si ridurrà notevolmente. Dovete sempre metterli in ammollo, ma la cottura è molto più rapida.

Quando mettete i ceci nella pentola a pressione ricopriteli con acqua fredda, che deve superare almeno 3 dita. Adesso è il momento di mettere il coperchio e fate cuocere a fiamma media, non appena sentite il fischio della pentola, potete abbassare la fiamma e non spegnete, ma proseguite la cottura per un’altra mezz’ora.

A partire dal caratteristico fischio della pentola a pressione, abbassate la fiamma e continuate la cottura per circa 30 minuti.

Anche la pentola in terracotta va bene per cuocere i ceci, tipica delle nostre nonne, l’unico accorgimento che dovete avere è unire acqua durante la cottura, perchè potrebbe diminuire.