Come eliminare l’odore di fritto in cucina: trucchi infallibili

Si sa che quando si frigge in cucina, l’odore di fritto non va via facilmente. Ma come si può rimediare a tutto ciò? Scopri attentamente.

Frittura
Foto:Pixabay

La frittura è un metodo di cottura non sempre scelta, non solo perchè non fa per nulla bene alla salute se non viene fatta in modo corretto, ma perchè lascia un odore molto forte in cucina.

In alcune case è proprio bandita perchè rilascia odori poco gradevoli e difficili da eliminare, infatti la”puzza” si impregna sulle tende, vestiti e tappezzeria varia non solo della cucina ma si diffonde negli ambienti circostanti

Ma noi di CheDonna.it vi diamo qualche piccolo consiglio su come eliminare l’odore di fritto con piccoli e semplici trucchetti infallibili.

Come eliminare l’odore di fritto in cucina: trucchi infallibili

Frittura perfetta
Frittura perfetta Fonte:iStock Photo

Con l’arrivo delle festività natalizie si sa che si preparano diverse pietanze a base di pesce che si preparano in modo diverso, anche fritto. Ma l’odore forte della frittura si disperde in tutti gli ambienti domestici, ma questo dipende da piccoli errori che si commettono.

Innanzitutto si deve porre attenzione alla scelta dell’olio adatto alla frittura infatti deve avere un alto punto di fumo, quelli da preferire sono:

  • semi di arachidi
  • semi di girasole alto oleico

Sono oli che avendo un punto di fumo più alto resistono e non si ossidano subito a determinate temperature, ma comunque si deve porre attenzione durante la frittura se si vuole una cottura salutare.

Purtroppo la puzza di fritto inizia quando l’olio inizia a sentirsi di più quando l’olio si scurisce, infatti andrebbe sostituito subito. Allora se volete eliminare l’odore di fritto in cucina, ecco i trucchetti infallibili da seguire.

Sicuramente ci vuole pazienza perchè non va via in un secondo, ma con i nostri rimedi efficaci potete accontentare qualsiasi richiesta della vostra famiglia come una cotoletta alla milanese, una frittura di pesce o un bel piatto di patatine fritte.

Durante la frittura mettete vicino una pentola con acqua e aceto di mele e la fate sobbollire per tutta la durata della frittura, un metodo efficace e veloce. In alternativa potete mettere una mela a fettine nella padella con olio che friggete, ma dovete sbucciarla dopo averla lavata, poi togliete i torsoli e tagliate a fettine sottilissime, non appena si scuriranno le fettine, lo sostituite. Invece della mela si sa che il limone è un agrume spesso utilizzato per rimuovere i cattivi odori. Potete friggere il cibo in padella aggiungendo le scorze di limone, oppure il succo filtrato del limone, riscaldate e poi friggete.

La miscela di spezie e agrumi un metodo infallibile e completamente naturale. In una pentola mettete acqua con: stecca di vaniglia, scorze di limone, cannella e foglie di alloro. In questo modo si percepirà un odore fresco e delicato in cucina.

Ma avete mai pensato al prezzemolo, non solo si può utilizzare per le condire diverse pietanze, ma anche per eliminare l’odore di fritto. Aggiungetene un pò nella padella con olio, ma lavate e asciugate bene, neutralizzerà l’odore di fritto.

Ultimo rimedio è quello del comune ammorbidente che utilizzate per profumare il bucato, mettetene un pò, davvero poco in un pentolino l’acqua e lasciate sobbolire. Se non utilizzate l’ammorbidente per il bucato, va bene anche qualche goccia di olio essenziale.

Metodi di cottura
Foto:Adobe Stock

Ma ricordate una cosa, ciò non toglie che durante la frittura, ma anche dopo è necessario far arieggiare la cucina: aprendo la finestra o il balcone, in questo modo c’è il riciclo di aria. Non solo ricordate di chiudere la porta della cucina per evitare che l’odore si sprigioni nei restanti ambienti domestici.

 

Da leggere