Butti le croste dei formaggi stagionati? Ecco perchè non devi farlo

Evitate sprechi in cucina, scoprite come riutilizzare le croste dei formaggi stagionati in modi diversi.

Formaggio
Foto:Pixabay

In cucina si utilizzano diversi ingredienti per la preparazione di ricette salate e dolci, ma spesso si buttano nel bidone dell’umido gli scarti, ma è sempre corretto farlo?

La risposta è si in alcuni casi, in altri no, si possono riutilizzare alcuni scarti per preparare altre ricette come la marmellata con bucce di arancia o oppure riutilizzare le bucce di patate per le pulizie di casa. Nel frigo ci sono sempre formaggi freschi o stagionati soprattutto da gustare a cena accompagnati con salumi o verdure oppure da servire come antipasto.

I formaggi stagionati come il Parmigiano reggiano oppure il Grana Padano, hanno una crosta che di solito viene buttata via, ma non è corretto farlo. Infatti le croste dei formaggi stagionati si possono riutilizzare così da evitare sprechi, ma in che modo? Noi di CheDonna.it siamo qui per darvi qualche piccolo suggerimento su come riutilizzare le croste dei formaggi stagionati.

Come riutilizzare le croste dei formaggi: scopriamolo

Zuppa
Foto:Pixabay

Le croste dei formaggi stagionati si possono utilizzare per evitare sprechi in cucina, ma necessitano di essere preparate prima dell’utilizzo in che modo?

E’ necessario pulire le croste, si devono prima sciacquare e poi tamponare la crosta con della carta assorbente da cucina. Con una grattugia raschiate un pò sulla crosta, dovete solo eliminare la scritta, ossia il marchio di produzione del formaggio. Adesso potete tranquillamente utilizzare le croste, come quando riutilizzate le bucce degli agrumi.

-Insaporire zuppe, vellutate e minestre: provate ad aggiungere nel tegame a cottura ultimata, sono consigliate le croste dei formaggi stagionati, come il Parmigiano Reggiano o Grana Padano. Il calore li fonderà e donerà al piatto un sapore unico. In particolar modo quando preparate una zuppa di fagioli e piselli.

-Impasto delle polpette: quando preparate l’impasto delle polpette, ricordate di aggiungere delle croste del Parmigiano, ma seguite un piccolo trucchetto. Mettete in una terrina un pò di latte e lasciate ammorbidire le croste per un’ora circa e poi le tritate o frullate un pò e le unite all’impasto.

-Risotti: quando decidete di preparare un risotto ai formaggi, mettete a fine cottura le croste, oppure potete utilizzarle per decorare il piatto.

-Friggere le croste: le croste fritte sono perfette da servirle come antipasto sfizioso, nessuno saprà resistere. Procedete in questo modo, mettete in una padella ampia e antiaderente calda poco olio extravergine di oliva. Unite le croste del parmigiano tagliato a dadini, le toglierete dal fuoco non appena si inizieranno a gonfiare. Si consiglia di mangiarle subito per evitare che si possano indurire.

Ma se volete stupire tutti in famiglia provatele impanate. Mettete in due terrine diverse l’uovo sbattuto e il pangrattato, immergete le croste prima nell’uovo e poi fate aderire bene il pan grattato. Adesso lasciatele cuocere subito in un pentolino o in tegame con olio bollente e non appena saranno dorate, lo togliete con la schiumarola e lasciate asciugare su un piatto con carta assorbente, così si eliminerà l’olio in eccesso. Servite e gustate subito.

-Grigliate: riscaldate la piastra e lasciate cuocere le croste del formaggio fino a quando non si ammorbidiranno, perfette da servire in una ciotola con un pò di miele.

-Insaporire la pasta al burro: un semplice piatto che piace a tutti proprio per la sua semplicità. Mettete in padella un pò di burro, mantecate la pasta cotta a parte e insaporite con le croste di parmigiano.

Avete visto che non si devono buttare via le croste dei formaggi stagionati!