Usi molti nomignoli con il tuo partner? Cosa vuol dire per la tua coppia

Se sei in coppia ti sarà capitato di notare come il vostro linguaggio sia decisamente pieno di nomignoli e parole dolci: ecco a cosa servono!

nomignoli coppia
(fonte: Pexels)

Ti chiama orsacchiotto, volpetta, tartarughina, coniglietta e tutto il resto dei partecipanti al mondo animale?

Per non parlare, poi, dei vari “colleghi” legati al mondo del cibo: biscottina, supplì, pasticcino e cioccolatino e via dicendo.

Insomma, il linguaggio delle coppie è formato da moltissime parole e diminuitivi, per la maggior parte decisamente inventate.
Se vi sentivate ridicoli fino a poco fa, oggi vi sveliamo un segreto importante: le paroline dolci sono fondamentali per la tua coppia!

Nomignoli e paroline dolci: se le usate la vostra coppia è felice

nomignoli
(fonte: Pexels)

Buone notizie per tutti coloro che amano apostrofare il partner in tutte le maniere meno che con il vero nome!
A quanto pare, infatti, una ricerca condotta da Superdrug Online Doctor e riportata da Grazia.it ha svelato un risultato decisamente positivo (e soddisfacente) per tutti gli amanti dei soprannomi.

Il sondaggio, condotto su 1.206 adulti compresi tra i 20 ed i 71 anni, ha evidenziato un risultato piuttosto interessante.
Ovviamente non hanno partecipato scapoli incalliti o traditori seriali (qui trovate, secondo un altro studio, l’identikit del perfetto traditore).
Si trattava di persone che si trovavano in una relazione di coppia da almeno un mese: requisito necessario per esprimersi sui benefici della coppia!

Secondo questo studio, dunque, usare nomignoli o paroline buffe in coppia servirebbe a rendere il vostro rapporto più forte.
Innanzitutto si tratta di un forte segnale di intimità: passati, infatti, i primi mesi della relazione si arriverebbe ad un nuovo stadio.
Si tratta di non voler più “apparire” perfetti agli occhi del partner ma di voler renderlo partecipe del nostro mondo.
Non siamo sempre algidi e bellissimi, sofisticati e sensuali: al contrario!
Molto spesso ci piace ridere, scherzare, fare, in poche parole, gli sciocchi: e non c’è veramente nulla di meglio che essere noi stessi insieme al partner!

In secondo luogo i nomignoli favoriscono lo sviluppo della relazione, gettandone le basi.
Delle solide fondamenta, infatti sono necessarie per avere un rapporto forte, che riesca a durare negli anni!
I nomignoli, soprattutto quando cambiano e sono legati a situazioni ed avvenimenti vissuti insieme, aiutano a creare una “memoria storica” della vostra coppia.
Magari un giorno vi chiamavate “pollacchiotto” a vicenda e poi siete passati ad un’altra parola (magari di vostra completa invenzione).
Quando guardate indietro e ci riflettete sopra, l’uso dei nomignoli ed i loro cambiamenti vi svela un altro retroscena sul vostro rapporto.
Insomma, aiutano a segnare il tempo che passa senza farvi sentire anziani (si spera!).

Un altro motivo per cui nomignoli e paroline simpatiche sono così importanti è che rendono esclusiva la vostra relazione.
Sia chiaro, noi ci auguriamo che il vostro rapporto sia già unico, senza altre persone che si impicciano!
Se avete una situationship (qui la definizione, per chi non la conosce) o siete amici che hanno deciso di iniziare a fare l’amore (qui trovate la risposta all’annoso quesito “i rapporti intimi rovineranno il nostro rapporto?”), non avete di che preoccuparvi.
I soprannomi, in questi casi, non dovrebbero neanche farsi vedere, figuriamoci rifletterci sopra!
Nel mondo delle coppie, però, avere un proprio linguaggio “segreto” e speciale aiuta tantissimo sotto un punto di vista prettamente psicologico.
Sì, entrambi siete individui unici e la relazione è fatta da voi due insieme (non da uno dei due che ingloba l’altro).
Questo vuol dire che quando siete in coppia avete comunque interessi, amici e passioni individuali.

I soprannomi servono principalmente a rendere il vostro rapporto unico ai vostri occhi: di certo il vostro partner non userà lo stesso nomignolo che usa con voi per chiamare gli amici!
Insomma, si tratta di un sottile strumento che vi lega l’uno all’altro.
Non male per essere solo una parolina carina, no?

nomignoli
(fonte: Pexels)

Questo studio non è il primo (e di certo non sarà neanche l’ultimo).

Le coppie che usano i nomignoli sono, da quello che si legge dai dati, quelle più felici e durature.

Insomma, se il vostro partner ancora non vi ha dato un soprannome è ora di iniziare: qual è il suo animale preferito?
Il cibo al quale non può proprio rinunciare?

Partite da lì e buona fortuna!