Stai perdendo tanti capelli? Forse è colpa dello stress: ecco come rimediare

La caduta dei capelli è un fenomeno normale che segue un ciclo costante che, però, lo stress è in grado pesantemente di alterare: ecco come correre ai ripari.

capelli
(Pexels)

Lo stress può generare nell’organismo risposte di vario tipo, spesso infiammatorie, che danno luogo a varie patologie, tra cui psioriasi, orticaria, dermatite atopica. 

La relazione causa – effetto tra lo stress e la caduta dei capelli non è stata ancora dimostrata a livello scientifico, ma è una netta evidenza a livello statistico: molte persone, quando attraversano un periodo di stress intenso e prolungato finiscono per perdere intere ciocche di capelli su tutta la testa e non soltanto in alcune zone di essa.

Naturalmente si può ricorrere a vari trattamenti per curare l’alopecia da stress ma, come in tutti i casi in cui si cura il sintomo senza agire sulla causa, una persona predisposta a questo tipo di reazione psicosomatica potrebbe incorrere periodicamente nell’alopecia fino a che non avrà risolto le cause dello stress.

Cos’è l’alopecia da stress? Come si manifesta e come si può risolvere?

L’alopecia tra i sintomi somatici dello stress

Capelli
Foto:Adobe Stock

Perdere tra i 40 e gli 80 capelli ogni giorno è perfettamente normale. Quando questo numero cresce in maniera abnorme, fino anche a 100 capelli al giorno, si può parlare di alopecia da stress. A livello scientifico questa condizione è definita Telogen effluvium acuto: lo stress impone un periodo di “quiescenza” a gran parte dei follicoli piliferi che cessano di nutrire i capelli e, successivamente, i capelli che non vengono più nutriti e sostenuti dai loro follicoli finiscono con il cadere.

Se lo stress è cronicoquindi la condizione di stress perdura per un lungo periodo di tempo il Telogen effluvium si cronicizza e diventa persistente.

Secondo alcuni studi, la reazione biologica dell’organismo allo stress porterebbe l’ipotalamo e l’ipofisi a rilasciare ormoni che risultano dannosi per le cellule impegnate nella formazione e nell’alimentazione dei nuovi capelli. Tra queste anche le cellule produttrici di sebo, ed è questo il motivo per cui spesso, nel momento in cui sia attraversa una fase di stress intensa e prolungata, i capelli cominciano ad apparire molto grassi, soprattutto a livello della cute.

Bisogna specificare però che, almeno apparentemente, la caduta dei capelli si manifesti in genere dopo due o tre mesi dall’evento stressante e non in diretta concomitanza con esso poiché le conseguenze dello stress sul lungo periodo conducono alla caduta dei capelli, ma c’è bisogno che esse abbiano il tempo di agire in profondità sul cuoio capelluto.

Come già detto la relazione scientifica tra lo stress e la caduta dei capelli non è stata dimostrata completamente, tuttavia gli specialisti hanno rilevato una fortissima incidenza statistica della perdita dei capelli nelle persone che soffrono di stress. 

Per questo motivo si è concluso che i capelli sono un veicolo della somatizzazione dello stress esattamente come lo sono la pelle, lo stomaco e l’intestino.

Anche se i fattori scatenanti dell’alopecia da stress sono gli stessi in entrambi i sessi, l’alopecia femminile si differenzia rispetto a quella maschile per la sua distribuzione sul cuoio capelluto. 

L’alopecia femminile si manifesta infatti in un diradamento complessivo dei capelli, rilevabile in maniera piuttosto uniforme su tutto il cuoio capelluto. Nei maschi, invece, l’alopecia si concentra su determinate zone del cuoio capelluto, cioè in corrispondenza con il centro della testa e delle tempie.

In entrambi i sessi però l’alopecia è accompagnata da un’altra serie di sintomi che vanno al di là della semplice caduta dei capelli: 

  • ipersecrezione sebacea sul cuoio capelluto
  • dermatite seborroica sul cuoio capelluto
  • microinfiammazione follicolare (una sorta di eritema che si manifesta in corrispondenza dei follicoli piliferi del cuoio capelluto)
  • prurito e bruciore dati da una diffusa infiammazione del cuoio capelluto
  • tricodinia (dolore e fastidio ai capelli e al cuoio capelluto)

Purtroppo questi sintomi sono spesso così fastidiosi che il paziente è spinto dall’esasperazione a grattarsi e a sfregare i capelli nel tentativo di alleviare prurito, dolore e infiammazione: ovviamente l’effetto è esattamente opposto all’intenzione e le condizioni della cute non fanno che peggiorare a causa di un ulteriore stress meccanico da sfregamento.

Bisogna tener presente inoltre che lo stress è un fattore scatenante dell’alopecia, ma finisce a sua volta per essere aggravato dall’alopecia, poiché il paziente vive uno stress continuo a causa del persistere della caduta dei capelli che vede come un danno grave al suo aspetto e alla sua autostima (sulla quale è comunque possibile intervenire attraverso esercizi mentali da fare tutti i giorni).

L’alopecia da stress si può curare?

Sintomi dello stress
(Pexels)

Innanzitutto bisogna specificare che l’alopecia da stress è curabile e, dopo la sua scomparsa, i capelli tornano a ricrescere normalmente. Non si tratta quindi di una condizione permanente, ma solo temporanea.

La ragione è che l’eccesso di sebo e le infiammazioni del cuoio capelluto non danneggiano irreparabilmente i follicoli piliferi, quindi nel momento in cui saranno liberati dal sebo, questi ultimi torneranno a normalmente a generare e nutrire capelli sani.

rimedi per l’alopecia da stress sono in grado di rallentare la caduta dei capelli e di normalizzare la produzione di sebo del cuoio capelluto, contribuendo a migliorare la salute complessiva dei capelli, ma bisogna specificare che si tratta di palliativi e non di cure vere e proprie.

L’unica via certa e definitiva per curare l’alopecia da stress è infatti quella di rimuovere le cause dello stress attraverso una profonda ed accurata analisi del vissuto psicologico del paziente. 

Per approfondire l’argomento => Stress: sintomi cause e rimedi per una condizione difficile da sopportare

test stress
(fonte: Pexels)

Purtroppo però anche dopo la riconquista di un nuovo benessere psicologico l’alopecia da stress potrebbe persistere ancora per qualche tempo: si tratta di un processo di guarigione tanto lento quanto la manifestazione stessa della patologia.