L’Obesità infantile potrebbe provocare infertilità in futuro

L’obesità infantile di bambini e bambine oltre a provocare problemi di salute a vari livelli, sarebbe strettamente correlata all’infertilità in età adulta. 

obesità infantile e infertilità futura
Adobe Stock

L’obesità infantile è in costante crescita. Sono molti i bambini che sin dai primi anni di vita, complici gli stili di vita poco sani, riscontrano problemi di sovrappeso e obesità che hanno dirette conseguenze sul loro stato di salute, sulla loro qualità di vita e come messo in luce da un approfondimento pubblicato sul sito ufficiale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, anche sulla loro fertilità da adulti.

Sono troppi i bambini che vivono poco all’aria aperta, mangiano cibi industriali ricchi di grassi e zuccheri e praticano poca attività fisica, questi sono alcune delle abitudini che possono portare allo sviluppo di uno stato di obesità.

Obesità infantile: quali possono essere le conseguenze dirette sulla salute del bambino

obesità infantile e salute
Adobe Stock

Un bambino obeso può sviluppare diverse patologie già in età pediatrica, alcune molto importanti come:

  • diabete di tipo II
  • ipertensione arteriosa
  • malattia coronarica
  • dislipidemia
  • disfunzione respiratoria
  • apnea notturna
  • epatosteatosi non alcolica
  • esofagite da reflusso
  • osteoartrite
  • incontinenza urinaria

come spiegato ampiamente dagli esperti dell’Ospedale Bambino Gesù. Inoltre l’obesità esporrebbe anche all’insorgenza di malattie tumorali. Scopri anche l’asma bronchiale cosa è, i sintomi e le cure. 

Obesità infantile: le conseguenze sulla salute riproduttiva delle bambine

obesità e infertilità femminile
Pixabay (Tiny Tribes)

Il peso di una donna interferisce con il suo ciclo mestruale e con l’ovulazione,  sia quando è inferiore alla peso ideale sia quando è superiore a questo importante obiettivo di salute. Secondo quanto riportato dagli esperti, circa il 47% delle donne in sovrappeso o obese riscontrano problemi di irregolarità del ciclo mestruale come episodi di amenorrea o di sanguinamenti mestruali irregolari durante le loro vita riproduttiva. Per quanto riguarda la capacità di concepimento, come riporta il sito dell’Ospedale Bambino Gesù: 

 “Studi più recenti hanno però evidenziato come, anche per donne con ovulazione e cicli mestruali normali, l’eccesso di peso possa ridurre la capacità di concepimento in misura rilevante (fino al 43% per le donne affette da obesità grave rispetto a quelle soprappeso o con obesità meno grave).
Per ogni unità di BMI oltre il valore di 29, le possibilità di gravidanza diminuiscono del 4%, in confronto alle donne con BMI compreso tra 21 e 29. È inoltre fondamentale ricordare che un peso eccessivo si associa a percentuali estremamente più elevate di abortività e di problematiche serie nel corso della gravidanza (diabete e ipertensione arteriosa, per esempio) e al momento del parto (maggiore frequenza di tagli cesarei)”
Scopri come misurare la febbre nelle varie fasce di età pediatrica. 

Obesità infantile: le conseguenze sulla salute riproduttiva dei bambini

obesità e infertilità maschile
Pixabay

Di recente, l’obesità sarebbe stata riconosciuta come una delle cause dell’infertilità maschile, nello specifico si è scoperto che per ogni 9 chili di sovrappeso, le possibilità di diventare infertile per un uomo aumentano del 10%.

Quando un uomo è obeso l’ormone androstenedione , un ormone prodotto dal surrene, si converte in cellule grasse e in estrone, quindi ad una circolazione superiore di ormoni femminili nell’uomo. Inoltre all’obesità sarebbe correlata anche una diminuzione di testosterone e anche alla diminuzione di concentrazione spermatica e di ipertermia testicolare,  come spiegato dagli esperti dell‘Ospedale Bambino Gesù:

“Altri studi hanno scoperto una relazione tra aumento del BMI e diminuzione della concentrazione spermatica, della motilità spermatica e del tasso di fertilità. In particolare, l’incidenza di oligozoospermia (scarsità di spermatozoi nel liquido seminale) ed astenospermia (debolezza degli spermatozoi) aumenta con l’aumentare del BMI dal 5.3% e 4.5% degli uomini di peso normale, al 9.5% e 8.9% degli uomini soprappeso, fino al 15.6% e 13.3% degli uomini obesi.
Un ulteriore possibile meccanismo alla base della ridotta fertilità maschile nei soggetti obesi sembrerebbe correlato all’ipertermia testicolare: il grasso corporeo, soprattutto a livello del pube e della radice delle cosce, contribuirebbe a mantenere un’elevata temperatura a livello dello scroto e quindi del testicolo, mentre normalmente tale regione si trova a una temperatura leggermente inferiore. Analogamente a quanto si verifica per i testicoli non discesi nei casi di criptorchidia, l’ipertermia di lunga durata tenderebbe a ridurre la funzionalità testicolare”

Laringite bambino cause
Pixabay

Il dato più allarmante è che secondo le statistiche, l’obesità sarà destinata ad aumentare in futuro con conseguenze dirette sull’aspettativa di vita.

Fonte: ospedalebambinogesu.it