Cena tipica piemontese – un menu da non perdere

pixabay

Ci sono piatti della tradizione in ogni regione oggio proponiamo in tavola la cucina tipica piemontese per un menu completo per cena

pixabay

Una delle ricchezze del nostro Paese è anche la tradizione della cucina fatta di ricette differenti da regione a regione che vengono tramandate da madre in figlia. Quello che oggi proveremo a preparare oggi è un menù completo per una cena tipica piemontese.

Partiamo dal primo che è la panissa, un risotto tipico della zona di Vercelli e Novara (terre di riso), con fagioli e salame. Come secondo, o anche antipasto, il classico vitello tonnato. E per dolce il bonet al cioccolato.

Menu cena piemontese menu completo

Panissa

Ingredienti:
350 g fagioli di Saluggia o fagioli borlotti secchi
360 g riso Arborio
50 g salame sbriciolato
70 g burro
1 litro di brodo di carne
1/2 cipolla
1 bicchiere di Barbera o vino rosso corposo
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Mettete i fagioli a bagno per tutta una note e poi sciacquiamoli sotto acqua corrente. Scaldate mezzo litro di brodo di carne e versate i fagioli nella pentola. Poi cuocete con un coperchio per 30 minuti
Intanto prendete una padella e fate sciogliere il burro, unite il salame sbriciolato e la cipolla tritata, soffriggendo per 5 minuti. Aggiungete il riso e poi sfumate con il bicchiere di vino. Cuocete per circa 20 minuti aggiungendo il resto del brodo poco alla volta.
Quando il risotto è cotto, aggiungete anche i fagioli, un giro d’olio e una macinata di pepe prima di servire.

Vitello tonnato

Ingredienti:
1 kg di girello di vitello
1 costa di sedano
2 bacche di ginepro
1 carota
1 bottiglia di vino bianco secco
2 foglie di alloro
2 chiodi di garofano)
300 g di tonno sott’olio
4 uova sode
6 acciughe sotto sale
30 g di capperi sotto sale
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
sale
pepe nero
1 limone

La sera precedente prima mettete a marinare il girello insieme alle erbe aromatiche, al vino bianco, l’aceto e qualche grano di pepe nero, girando ogni tanto la carne. Deve stare in marinatura per almeno 12 ore.

Poi togliete la carne dalla marinatura e mettetela in una pentola capiente insieme al sedano e alla carota. Filtrate la marinatura eliminando le erbe aromatiche e versatela nella pentola con la carne. Poi aggiungete acqua fino a coprire totalmente il girello e fate cuocere per un’ora regolando di sale. Quando la carne è cotta toglietela dalla pentola facendola raffreddare e lasciate addensare il liquido di cottura.
Intanto preparate la salsa. Dissalate i capperi e pulite bene le acciughe, spremete il limone, scolate il tonno e pulite le uova sode. Poi lavate e tritate il prezzemolo. Versate tutti gli ingredienti in un robot da cucina e frullate allungando con il brodo della cottura della carne fatto addensare, per ottenere una salsa fluida.

Infine tagliate la carne raffreddata in fette sottili e appoggiatele su un piatto da portata. Coprite tutto con la salsa tonnata e servite con un cappero intero in ogni piatto.

Cena menu piemontese spazio al dolce

Bonet

Ingredienti:
500 ml di latte
250 g di zucchero semolato
4 uova
120 g amaretti
40 g cacao
15 ml rum

In un terrina lavorate le uova con 150 grammi di zucchero usando una frusta a mano, fino a quando il composto risulta chiaro e spumoso. A quel punto versate anche il rum.
In un mixer frullate 100 grammi di amaretti riducendoli in polvere e aggiungete il cacao setacciato. Poi unite il mix di polveri al composto di uova e mescolate bene. Aggiungete anche il latte ed amalgamate.

Quindi fate sciogliere lo zucchero rimasto in una padella antiaderente e versatelo ancora caldo sul fondo di uno stampo da plumcake. Poi utilizzando un mestolo versate la crema ottenuta in precedenza nello stampo.
Riempite una teglia per metà di acqua e mettetela in forno fatto scaldare a 180°. Poi adagiate all’interno della teglia lo stampo con il bonet e cuocete per almeno 50 minuti. Quando lo sfornate sarà ancora a leggermente liquido,ma quando si raffredda diventa più compatto.

Togliete lo stampo dal bagnomaria e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Poi mettete in frigorifero per almeno 6 ore. Staccate il bonet dal bordo dello stampo con un coltello, poi immergete lo stampo per qualche secondo in acqua bollente. Appoggiate sullo stampo il piatto da portata e rovesciate il dolce, sarà perfetto.