Foglie secche che cadono in autunno, perché non vanno gettate via

Foglie secche che ricoprono marciapiedi e giardini di casa? Ma come si possono riutilizzare per evitare di buttarle in pattumiera?

Riutilizzare foglie secche
Foto:Pixabay

Con l’arrivo dell’autunno si va incontro a cambiamenti climatici, le temperature si abbassano, le giornate sono più corte e non solo iniziano a cadere le prime foglie secche dagli alberi.

Si notano subito gli alberi spogli, le foglie secche coprono i marciapiedi e non solo anche i giardini di casa o cortili. Ma avete mai pensato di riutilizzare le foglie secche? Un’idea originale è bello dar vita a “foglie morte”.

Noi di CheDonna.it vi diamo qualche piccolo consiglio su come poter riutilizzare le foglie secche che si ritrovano sul manto stradale o cortili.

Come riutilizzare le foglie secche

Riutilizzare foglie secche
Foto:Pixabay

Le foglie secche che cadano dagli alberi possono essere riutilizzate in modo diverso, evitate così di buttarle nella pattumiera dopo averle raccolte dal vostro giardino o cortile circostante alla vostra abitazione.

Nel caso in cui avete un giardino con alberi, oppure delle piante potete procedere con la pacciamatura, una tecnica veloce frequente in agricoltura e giardinaggio, consiste nel ricoprire il terreno con le foglie in questo modo si eviterà al formazione di erbe secche. Non solo preserverà anche il terreno dall’umidità, dalla pioggia e dall’erosione del terreno.

In molti lo consigliano di fare anche se si ha la fortuna di avere un piccolo orticello, consigliato in inverno visto che le temperature sono più rigide. Si garantirà una temperatura leggermente più alta rispetto a quella presente nell’aria.

Procedete in questo modo, raccogliete le foglie secche e poi ricoprite la base della pianta, dovrete creare almeno 5 cm di altezza. Quindi occorrono molte foglie, poi dipende comunque dal diametro del vaso. Coprendo il terreno con le foglie, l’acqua piovana penetrerà lentamente nel terreno che si nutrirà delle sostanze presente nelle foglie. Quest’ultime si degradano lentamente nel tempo e lasciano nel terreno le sostanze che rendono il suolo maggiormente fertile.

Infatti quando vengono a mancare le foglie secche si acquistano proprio dei teli in materiali sintetici che si utilizzano proprio per la tecnica di pacciamatura. Questo richiede un costo a differenza delle foglie secche che hanno un costo nullo.

Le foglie secche si possono riutilizzare per ricoprire il viale del vostro giardino alternando con ciottoli e stecchetti di legno. Ma se ci sono bambini in casa potete anche far preparare dei lavoretti così da liberare la loro fantasia.

Potete anche creare un fertilizzante naturale, raccogliendo le foglie secche in un secchio con acqua, in questo modo si umidiranno e si arricchiranno di sali minerali come calcio e magnesio.

E’ possibile quindi riutilizzare le foglie secche, provate anche voi!