Covid Italia, molte regioni pronte a cambiare colore

Covid Italia, l’indice Rt come confermano i dati diffusi dall’Iss oggi, sta calando: ecco perché molte regioni sono pronte a cambiare colore

L’indice di trasmissibilità Rt medio è uno dei criteri fondamentali per le decisioni del governo sul DPCM e sul colore di Regioni e Province Autonome. Nelle ultime ore, finalmente un dato incoraggiante: nel periodo dall’11 al 24 novembre come conferma l’Istituto siperiore della sanità, è sceso a 0,91. E per questo diverse regiuoni potrebbero cambiare presto colore.

Covid, la curva dei contagi continua a crescere in Italia e nel mondo
Covid Italia, molte regioni pronte a cambiare colore (Getty Images)

Oggi ci sono valori di Rt inferiore a 1 in almeno 16 Regioni e Province Autonome. Dati incoraggianti così come la diminuzione delle ospedalizzazioni in terapia intensiva e nei reparti tuttavia anche se la pressione sui servizi ospedalieri è ancora molto elevata. In effetti 18 Regioni su 20 al 1° dicembre avevano superato anche solo una delle soglie critiche in area medica o terapia intensiva.

In particolare i malati Covid in Lombardia occupano ancora il 61% dei letti nelle terapie intensive e il 49% di quelli ordinari. In Piemonte i due dati sono pari al 60% e dell’80%, in Liguria dil 47% e 54%, in Puglia il 48% e 49% mentre va un èpo’ meglio nelle altre realtà territoriali.

Covid Italia, quali sono le regioni pronte a cambiare colore e quando succederà

Coronavirus, cala la pressione sull’Italia (Getty Images)

Ecco perché praticamente tutte le regioni potrebbero già da oggi passare in zona gialla anche se in realtà saranno solo alcune ad essere promosse. In particolare Campania, Val d’Aosta e Toscana oltre alla Provincia di Bolzano, passeranno da rosse ad arancioni (come già Lombardia e Piemonte, Basilicata e Calabria. Succederà molto probabilmente da domenica 6 dicembre.

Nello stesso giorno Marche, Puglia, Emilia Romagna, Friuli venezia Giulia e Umbria invece non saranno più arancioni ma gialle. Andranno così ad aggiungersi a Lazio, Sardegna, Sicilia, Veneto, Liguria, Molise e la Provincia di Trento. L’unica a restare zona rossa quindi dovrebbe essere l’Abruzzo, l’ultima ad essere entrata in questa zona.

Ma quali sono i dati Rt regione per regione? Abruzzo 0,85, Basilicata 0,76, Calabria 1,06, Campania 0,74, Emilia Romagna 0,99, Friuli 0,92, Lazio 1,04, Liguria 0,68, Lombardia 0,93. E ancora Marche 0,74, Molise 1,38, Piemonte 0,72, Provincia di Bolzano 0,8, Provincia di Trento 0,83, Puglia 0,89, Sardegna 0,61, Sicilia 0,79, Toscana 1,01, Umbria 0,71, Val d’Aosta 0,79, Veneto 1,13.