DPCM Natale: come le regioni cambieranno colore. Cosa farà Speranza

Con il DPCM del periodo natalizio dovrebbero avvenire anche dei cambi di colore fra le varie regioni italiane. Su questo punto centrale è il Ministro Speranza.

cambio colore regioni
le regioni divise nelle tre fasce di colore from (Instagram)

Un argomento molto dibattuto ed altrettanto atteso quello del cambio di colore fra le varie regioni italiane.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, così come sin dall’inizio, ha un ruolo centrale assieme al comparto di tecnici che analizza i vari indici che portano una regione verso la zona gialla, arancione o rossa.

Quanto accadrà nel mese di Natale non è ancora del tutto chiaro, bisognerà capire cosa succederà.

Ieri si è tenuto il Consiglio dei Ministri dove si è parlato anche di questo oltre che naturalmente di tutto il DPCM Natale.

Intanto se in ogni caso considerate necessario fare un ripasso di cosa è previsto nei “vari colori” in cui attualmente siamo divisi:

  • Per sapere cosa è previsto nella zona gialla clicca qui.
  • Se vuoi conoscere cosa prevede la zona arancione clicca qui.
  • Per quanto riguarda invece i dettagli della zona rossa clicca qui. 

Cosa succederà riguardo i colori delle regioni italiane: il Ministro Speranza e la curva dei contagi

le regioni divise in categorie from Facebook

E’ confermato il sistema in tre fasce per contrastare l’epidemia.

A tal proposito c’è da specificare che la curva dei contagi sembra si stia abbassando e venerdì il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base del monitoraggio settimanale, firmerà le nuove ordinanze.

Queste ultime dovrebbero partire da domenica e potrebbero rendere possibili ad un passaggio al colore giallo di più regioni italiane, facendo passare alcune Regioni da zona rossa ad arancione e altre da arancione a gialla.

In primis è confermato il coprifuoco in tutta Italia a partire dalle 22.

Poi anche ristoranti chiusi in zona gialla alle 18.

Inoltre, nei venti giorni tra Natale e l’Epifania non dovrebbe verificarsi alcuna attenuazione delle restrizioni bensì blocchi che cresceranno con le misure che si faranno ovunque più rigide.

Per questo motivo il popolo tutto attende di comprendere che cosa ne sarà della propria regione ed il Ministro della Salute, Roberto Speranza in queste ore rappresenta il nodo centrale di ogni domanda dei cittadini.

Tutti attendono di scoprire se, ad esempio, la Campania passerà da zona rossa a zona arancione o gialla. Così per le altre regioni.

Vediamo in dettaglio cosa si sa fino ad ora.

Indiscrezioni dal Governo circa il nuovo DPCM e le strette natalizie alle regioni italiane

ministro speranza
Ministro Roberto Speranza (Instagram)

Il nuovo decreto, secondo quanto si apprende dalle fonti ansa, dovrebbe servire a dare determinate “coperture” proprio alla stretta natalizia.

Il decreto dovrebbe infatti permettere al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte di firmare un DPCM che dovrebbe durare fino a 50 giorni (con un limite che per ora era fissato a 30 giorni).

In questo modo il Presidente del Consiglio potrebbe quindi fissare la scadenza del decreto in vigore dal 4 dicembre anche oltre l’Epifania (secondo le indiscrezioni infatti potrebbe arrivare fino al 15 Gennaio)

In primis, però, consentirebbe misure più rigide nelle festività a prescindere dal “colore” delle Regioni.

A prescindere dalla zona, infatti, le restrizioni dovrebbero essere sì modulate, ma allo stesso tempo con un grado di restrizione alto.

In particolare, secondo quanto si apprende dalle fonti ansa, il DPCM stabilirebbe che dal 21 Dicembre non ci si potrà spostare tra Regioni e province autonome se non per lavoro, salute e “situazioni di necessità”.

Fanno eccezione ovviamente anche i viaggi di ritorno nella propria residenza, domicilio o abitazione.

Come sappiamo, però, proprio questo discorso di situazioni di necessità dovrebbe essere il nodo centrale delle questioni di cui dibatteranno ministri e presidenti di regione nella riunione che dovrebbe iniziare a breve dopo che nella serata di ieri sono state inviate le bozze del DPCM proprio ai governatori per permettere loro una lettura approfondita in vista della riunione che avverrà.

Non solo, secondo le fonti ansa, infatti, si dovrebbe discutere anche su misure di dettaglio un po’ più specifiche.

Un esempio è la possibilità di far chiudere i ristoranti degli alberghi la notte del 31 Dicembre.

Forti dubbi sorgono invece su tutte le altre categorie della ristorazione, oltre che su altri ambienti.

Non solo, centro del dibattito dovrebbero essere anche le deroghe alla quarantena per chi rientri dall’estero (argomento di cui molto a lungo si è dibattuto ieri sera nel lungo Consiglio dei Ministri che ha visto più volte riscaldarsi i toni).

Si è parlato inoltre anche di una probabile possibilità di impugnare la legge della Valle D’Aosta che è in contrasto con il DPCM sulle norme anti contagio.

D’altro canto in questo periodo i governatori delle regioni si sono dimostrati più volte non concordi con le misure adottate dal Governo e questo potrebbe portare a rapporti incrinati anche durante la stessa riunione.

Sembra quindi che nella giornata di oggi, prima della pubblicazione del DPCM, ci sarà molto di cui parlare ed altrettante cose potrebbero cambiare.

Intanto tutti sono in attesa per comprendere se le regioni cambieranno colore, come, quando e se potrebbe essere un effettivo vantaggio.

Speranza, il punto sulle festività (Getty Images)
Speranza, il punto sulle festività (Getty Images)

Seguiranno aggiornamenti.