Vaccino Covid Pfizer: Gran Bretagna pronta ma l’Europa frena

Vaccino Covid Pfizer: la Gran Bretagna è pronta per la prima compagna di massa anticipando tutti. L’UE invece aspetta

La Pfizer corre in pole position per il vaccino anti-covid
Vaccino Covid Pfizer-BioNTech, tutto pronto in Gran Bretagna (Getty Images)

Altro che regalo di Natale, la Gran Bretagna gioca d’anticipo e oggi ha approvato l’utilizzo del vaccino Covid elaborato dalla Pfizer-BioNTech che arriverà a cominciare dalla prossima settimana. Il Regno Unito è pronto a diventare il primo Paese al mondo che approva questo vaccino, nonostante la sperimentazione sia appena terminata.

Una posizione non condivisa dall’EMA (Agenzia europea per i medicinali), incaricata di approvare i vaccini Covid per l’Unione Europea. La discussione su quello prodotto da Pfizer, in particolare, dovrebbe avvenire il 29 dicembre in tempo per cominciare la distribuzione  ad inizio anno. Per questo puntualizza che la sua procedura di controllo è molto più rigorosa e richiede più controlli.

Non una critica aperta, ma sulla sfondo c’è una guerra che con la pandemia c’entra relativamente. Per la prima volta da quando la Brexit è diventata realtà, infatti, la Gran Bretagna può dimistrare di essere imn vantaggio rispetto all’Unione Europea. Un modo per afferanmre la propria supremazia e fare quindi capire  a chi ci vive che può tranquillamente fare a meno dell’UE.

Vaccino Covid Pfizer: la Gran Bretagna pronta, ma anche il Belgio si prepara

Secondo lockdown inghilterra
Boris Johnson (Instagram)

In Gran Bretagna è in arrivo una prima tranche con 10 milioni di dosi del vaccino Pfizer, destinati quindi a 5 milioni di persone visto che ne servono due dosi. Il dado è tratto e quando il vaccino sarà disponibile in tutto il Regno Unito  sarà data priorità agli anziani delle case di riposo e al personale medico. Una scelta uguale a quello che avverrà in Italia, ma soltanto da gennaio.

Il premier britannico, Boris Johnson, che la scorsa primavera è stao ricoverato diversi giorni in  ospedale colpito dal Covid, è entusiasta: “I vaccini ci restituiranno le nostre vite. Trova fantastico che l’autorità britannica del farmaco abbia formalmente autorizzato il vaccino Pfizer-BioNTech contro il Covid-19. La protezione dei vaccini ci permetterà di riavere indietro le nostre vite e che farà sì che l’economia torni a marciare”.

Ma anche altri Paesi stanno comincoando a muoversi. In Belgio ad esempio le vaccinazioni contro il Covid-19 dovrebbero cominciare il 5 gennaio prossimo, secondo il piano preparato dal governo. Lo ha confermato oggi il primo ministro, Alexander De Croo, spiegandop che devono essere solo definiti gli ultimi accordi con le autorità regionali.