Covid-19: a Singapore un bambino è nato con gli anticorpi del virus

A Singapore un bambino è nato con gli anticorpi del Covid-19. La mamma era risultata positiva a marzo. Oms frena: “Non è noto se il virus è trasmesso al feto durante la gravidanza o il parto”.

bambino singapore anticorpi covid-19
Adobe Stock

Accade a Singapore. Un bambino è nato con gli anticorpi del Covid-19. La mamma era risultata positiva a marzo, poi di recente ha partorito. Il piccolo è venuto al mondo sano.

Si tratta di un caso che offre uno spunto sul fatto che l’infezione da Coronavirus può essere trasferita dalla mamma al figlio. 

L’Organizzazione mondiale della sanità però in merito si esprime così: “Non è ancora noto se una donna in stato interessante e affetta da Covid-19 possa trasmettere il Sars-CoV-2 al feto durante la gravidanza o il parto“.

Lo studio in corso a Singapore sull’impatto del Covid-19 sulle donne incinte e i loro figli

covid-19 bambini singapore nato con anticorpi
Adobe Stock

Dall’inizio della pandemia il nuovo Coronavirus è studiato dagli scienziati di tutto il mondo. Gli esperti cercano di capire questo virus e tutto quello che ruota intorno ad esso specie per riuscire a trovare vaccini efficaci e cure.

Ed è notizia recente che sia terminata con grande successo la sperimentazione di Moderna.

Intanto a Singapore un neonato, la cui madre era stata positiva durante la prima ondata della pandemia, è venuto al mondo con gli anticorpi del Covid-19. Una notizia riferita dal “The Guardian”, citando l’agenzia Reuters, si legge sul sito di Skytg24.

E il piccolo già alla nascita presentava gli anticorpi contro il virus, sebbene non fosse portatore della malattia.

Ed è propria a Singapore che è in corso uno studio che mette sotto la lente l’impatto del Covid-19 sulle donne in gravidanza, sui loro figli e su quelli che ancora devono nascere.

Uno studio, quello che i medici di Singapore stanno portando avanti tra gli ospedali pubblici del piccolo stato a sud della Malesia, che va ad aggiungersi a quelli attualmente in corso a livello internazionale per capire se l’infezione da Sars-CoV-2 o gli anticorpi possano essere trasferiti dalla mamma al feto. E se gli anticorpi materni possano offrire una protezione efficace contro il virus.

Ad intervenire a tal proposito anche l’Oms che ha affermato: “Non è noto se una donna incinta positiva al Covid-19 trasmetta il virus durante la gravidanza o nel corso del parto”.

Quello che la scienza finora ci dice è che il virus attivo non è stato trovato in campioni di liquido amniotico o nel latte materno.

Inoltre, a questo proposito riportiamo la dichiarazione, che si legge sul sito di Skytg24, di Tan Hak Koon, presidente della divisione di Ostetricia e Ginecologia presso il KK Women’s and Children’s Hospital di Singapore. Si tratta del più grande ospedale specializzato in assistenza sanitaria per donne e bambini a Singapore. Non solo, è anche una delle strutture coinvolte nello studio, a livello locale, sulle donne in gravidanza positive al Covid-19.

“Non è ancora noto se la presenza di questi anticorpi in un neonato conferisca un grado di protezione contro l’infezione da Covid-19, né tanto meno la durata della protezione”.

Ecco gli studi sulla trasmissibilità del Covid-19 da madre a feto

bambino nato con anticorpi covid-19 singapore
Pixabay

Si tratta di un tema sotto l’occhio degli scienziati, quello della trasmissibilità del Coronavirus da madre a feto. Tuttavia finora la scienza non è riuscita a dare risposte sicure in merito.

Un team di medici cinesi ha segnalato il rilevamento e il declino nel tempo degli anticorpi legati al Covid-19 nei bambini nati da donne positive al Sars-CoV-2. Si legge su un articolo della rivista ‘Emerging Infectious Diseases’.

Anche se la trasmissione in gravidanza del virus sia un fatto raro c’è uno studio italiano, pubblicato su Nature, che invece sostiene sia possibile. 

Altri studi hanno poi dimostrato che gli anticorpi possono anche essere trasmessi al bambino attraverso l’allattamento, ad esempio sono stati trovati degli anticorpi nel latte materno delle donne guarite dal Covid-19.

Invece Tan Hak Koon sostiene che esisterebbero delle prove secondo cui gli anticorpi possono essere trasmessi, durante la gravidanza, attraverso la placenta.

E secondo Paul Tambyah, presidente dell’Asia Pacific Society of Clinical Microbiology and Infection, è positivo il fatto che gli anticorpi rilevati nel bimbo di Singapore siano stati rilevati dopo diversi mesi dall’infezione della madre.

E ancora: “Nel corso della pandemia ci sono state probabilmente migliaia di donne incinte infette, ma pochissime le segnalazioni di infezioni in bimbi molto piccoli – ha specificato –Questo potrebbe far intuire che gli anticorpi materni e l’allattamento proteggano i piccoli”.

(Fonte: tg24.sky.it)