Camorra, 28 arresti a Roma: in manette anche il boss Senese

Camorra, arrestate a Roma 28 persone con diversi capi di imputazione: dallo spaccio alla detenzione e porto illegale di armi. Fra gli arrestati anche Michele Senese, a capo dell’omonima cosca. In uno di questi gruppi, avrebbe esercitato anche Fabrizio Piscitelli, ucciso nel 2019.

Roma, blitz dei Carabinieri, 28 arresti (Getty Images)
Roma, blitz dei Carabinieri, 28 arresti (Getty Images)

Blitz del Comando Provinciale di Roma, i Carabinieri hanno arrestato 28 persone nel corso di un’operazione connessa al traffico di droga nella Capitale: quasi tutti volti noti della criminalità organizzata capitolina.

Le imputazioni sono di vario genere: dallo spaccio alla detenzione e porto illegale di armi, estorsione, lesioni personali gravissime, tentato omicidio e trasferimento fraudolento di valori. Tutti reati con l’aggravante di stampo mafioso.

Camorra, blitz del Comando Provinciale a Roma: 28 persone in manette

Camorra, blitz dei Carabinieri nella Capitale, 28 arresti (Pixabay)
Camorra, blitz dei Carabinieri nella Capitale, 28 arresti (Pixabay)

La mano della Camorra all’ombra del Colosseo si è fatta pesante, le Forze dell’Ordine hanno fatto scattare le manette per quasi 30 persone: arrestato anche Michele Senese, a capo della cosca camorristica che porta il suo nome. Protagonista e capo anche di una cartello della droga molto attivo nella Capitale. Sotto di sé aveva, e presumibilmente ha, numerosi uomini esperti nel traffico di sostanze stupefacenti.

Secondo le indagini e le prime ricostruzioni delle Forze dell’Ordine, all’interno di uno dei gruppi organizzati c’era anche Fabrizio Piscitelli, noto alle cronache come Diabolik, celebre ultras della Lazio rimasto ucciso in un agguato a Roma nel 2019.