Allerta alimentare per latte vaccino

Allerta alimentare per un lotto di latte vaccino non conforme alla vendita.

Latte nella porta del frigo? Ecco perché non dovresti tenerlo lì!
latte vaccino (Adobestock photo)

Il latte è uno degli alimenti più usati al mondo. Re delle colazioni, piace a grandi e piccini e viene consumato in svariati modi. Per questo motivo quando scatta un’allerta legata a questo alimento è molto importante prestarvi attenzione.

A tal proposito, in questi giorni è stata fatta una segnalazione per un lotto di latte considerato a rischio per una possibile perdita di sterilità.

Richiamo alimentare per un lotto di latte intero UHT

Non bere il latte
Non bere il latte Fonte: iStock Photo

L’allerta in questione arriva dal sito del Ministero della Salute che sul suo sito ha diramato la notizia comprensiva di tutte le informazioni utili per risalire al lotto di latte da non consumare.

  • Nome del prodotto: Latte intero UTH
  • Ragione sociale OSA: Lidl Italia s.r.l a socio unico
  • Lotto di produzione: 20288 – Linea di confezionamento 34
  • Marchio di identificazione: FR 28.544.003 CE
  • Data di scadenza: 11/02/21M
  • Produttore: Candia
  • Sede dello stabilimento: Chemin des mine 3 rue de la convention, 38200 Vienne (Francia)
  • Confezione: da 1 litro
  • Motivo del richiamo: Potenziale perdita di sterilità delle confezioni

Tra le avvertenze è stato reso noto che il prodotto in questione è stato distribuito in alcuni punti vendita dislocati nel Nord Italia. Ciò nonostante, per capire se il cartone è da restituire basta controllare il numero di lotto.

Qualora fosse uguale a quello sopra indicato, i consumatori sono pregati di riportare il latte presso il punto vendita dove è stato acquistato. In questo modo potranno ottenere un rimborso o la sostituzione con un altro prodotto.

Qualora lo si fosse già consumato, anche in assenza di sintomi, è sempre consigliabile avvisare il medico e spiegargli il problema sopra riportati.

I rischi del latte andato a male

cibi pericolosi
segnale di divieto con teschio – Fonte: Adobe Stock

Quando il latte viene conservato in modo errato o, come in questo caso, in una confezione non sterile, può andare a male e diventare acido.

Il rischio nel consumarlo è quello di andare incontro ad intossicazioni dovute al proliferare dei germi. Per fortuna, nella maggior parte dei casi, il latte andato a male tende a cambiare odore e sapore e quando è in stato avanzato, anche consistenza. Questa infatti diventerà grumosa e più simile a quella della ricotta.

Questa settimana, è stato segnalato un altro alimento in vendita presso la catena Lild. Si tratta della barretta muesly e cereali contenente semi di sesamo con dosi elevate di ossido di etilene.

latte
brocca con latte – Fonte: istock photo

Mantenersi sempre aggiornati sulle varie allerte alimentari è un buon modo per prendersi cura di e dei propri cari.