Scopri le parti del corpo da stimolare per un piacere immenso

Scopri quali sono le zone erogene del corpo da stimolare per trasformare la vostra intimità in un’esperienza unica.

Photo Adobe Stock

Fare l’amore è importante per la coppia. Vi abbiamo rivelato che l’intimità è il collante della coppia per almeno 8 ragioni e confermato che avere rapporti sessuali con il partner fa bene alla propria salute.

Dopo tanti anni di relazione o a seguito di disparati problemi,  bisogna fare i conti con un calo della libido e vi abbiamo fornito molti consigli su come far fronte a questo calo per contrastarlo.

Inoltre vi abbiamo rassicurato sul fatto che ogni relazione attraversa queste 5 fasi, e vi abbiamo svelato la formula del vero amore e ricordato che se volete trovarlo dovete soddisfare questa unica condizione.

Fatte queste premesse importantissime arriviamo al nocciolo della questione e vi riveliamo quali sono le 7 zone più erogene del corpo.

7 zone erogene che dovresti stimolare per una intimità senza eguali

zone erogene
Photo Adobe Stock

Che cos’è il piacere sessuale e cosa lo determina? La definizione più semplice descrive il piacere sessuale come l’insieme delle sensazioni positive indette da stimoli sessuali. I nostri corpi sono progettati a favore del piacere sessuale. Abbiamo la capacità e la possibilità di scoprire come dare e ricevere piacere attraverso l’attività sessuale perché la razionalità ci permette di capire cosa piace al partner valutando le sue reazioni inoltre le nostre sensazioni confermano quello che piace al nostro corpo.

Perché proviamo maggiore piacere stimolando alcune parti del corpo rispetto ad altre? Semplicemente perché queste parti hanno più terminazioni nervose di altre e sotto l’effetto della stimolazione provocano eccitazione, per questo sono definite zone erogene.

Le zone erogene d’eccellenza, ovvero quelle più sensibili al piacere per la maggior parte delle persone, sono la vulva, il clitoride, le labbra, la vagina, il pene, lo scroto, il perineo e l’ano.

Ma ci sono altre zone erogene comuni che vantano lo stesso effetto e sono per esempio: seno, capezzoli, cosce, glutei, bocca, orecchie, collo e piedi.

Ognuno di noi è diverso e ha preferenze diverse, e ciò che da piacere ad una persona potrebbe non provocarlo in un’altra.

La percezione del piacere è il risultato della secrezione di diversi ormoni che sprigionano felicità e benessere durante il rapporto sessuale, come l’ossitocina, l’ “ormone dell’amore”, un neurotrasmettitore che si impenna in presenza di abbracci e coccole.

L’impatto dell’ossitocina sul comportamento e sulle risposte emotive delle persone è molto noto, secondo gli esperti questa migliora la capacità di rilassamento, aumenta i livelli di fiducia e dona stabilità a livello psicologico.

Inoltre, uno studio tedesco ha dimostrato che l’ossitocina aumenta l’intensità del piacere dell’amplesso. Lo studio in questione è stato condotto su 29 coppie. I risultati hanno rivelato che gli uomini che hanno assunto l’ossitocina prima di fare l’amore hanno riferito di aver avuto esplosioni di piacere più intensi e di provare maggiori livelli di soddisfazione durante il rapporto.

Le donne, hanno dichiarato di sentire meno inibizione nel far comprendere all’altro i propri  desideri e di aver percepito anche maggiore empatia con il partner.

Quali zone erogene dovresti sperimentare con il partner?

zone erogene
Photo Adobe Stock

1) Il naso

Nel naso si trovano la maggior parte delle terminazioni nervose del viso, nessuno pensa al naso come ad una fonte di piacere eppure le vie nasali si dilatano durante l’eccitazione per favorire la circolazione sanguigna. Ti basterà mordicchiare delicatamente il naso del partner sulla punta durante il vostro prossimo incontro intimo. Effetto garantito!

2) Il collo

La parte posteriore del collo è la più sensibile. Solitamente ci concentriamo tutti sulla parte anteriore commettendo un grande errore.  Per ottenere il massimo dalla stimolazione di questa area inizia a massaggiare delicatamente le spalle del partner e poi una volta che si sarà rilassato inizia a baciarlo delicatamente dalla radice dei capelli alla base del collo. Puoi anche mordicchiargli delicatamente il lobo dell’orecchio.

3) Il lobo dell’orecchio

Vi sarete sicuramente accorti che questa area è particolarmente sensibile in entrambi i sessi. Bacia delicatamente il lobo del partner, devi essere bravo a dosare l’intensità dei baci altrimenti il partner avvertirà fastidio ed otterrai l’effetto contrario.

4) Dita dei piedi

Non pensare che solo i feticisti si dedicano a questa area del corpo, che piace in modo particolare alle donne. Quando massaggi i piedi non dimenticare le dita, baciale e solleticale con la lingua, manderai il partner in estasi.

5) L’ombelico

Anche l’ombelico rientra nelle zone erogene ma per molte persone questa è un’area invalicabile e fonte di solletico. L’ombelico si sviluppa a partire dallo stesso tessuto del clitoride, quindi le due membrane sono collegate neurologicamente.

Aspetta che l’atmosfera si scaldi e che il partner si rilassi per stimolare quest’area. L’ombelico va accarezzato delicatamente e al momento giusto.

6) L’interno delle cosce

L’interno delle cosce è l’area più vicina ai genitali. Questa zona è molto apprezzata soprattutto dall’universo maschile. Prova a massaggiare il partner e a baciarlo in questa area, lentamente dirigiti verso l’alto ma non toccare mai i genitali, giraci semplicemente intorno e il partner impazzirà di desiderio.

zone erogene
Photo Adobe Stock

7) Capezzoli

Per moltissime donne questa è la zona erogena d’eccellenza. Sotto stimolazione diventano turgidi. Gli uomini sono soliti dedicarsi a questa area femminile, le donne solitamente ignorano i capezzoli nell’uomo eppure questa zona contengono le stesse terminazioni nervose negli uomini che nelle donne.