Scuola, ministra Bonetti propensa alla riapertura ma non tutti sono d’accordo

coronavirus-ministro-bonafede
Il Ministro Elena Bonafede - Foto Facebook da https://www.facebook.com/elenabonetti/

Ha senso riaprire le scuole il 9 dicembre? Secondo la ministra delle Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti sì. Ma c’è chi dice no. Leggiamo insieme cosa ha dichiarato.

coronavirus-ministro-bonafede
Il Ministro Elena Bonafede – Foto Facebook da https://www.facebook.com/elenabonetti/

 

Secondo la ministra Bonetti, il governo ha sbagliato a mettere tutte le superiori in didattica a distanza (Dad). La soluzione sarebbe riaprire il prima possibile con un piano organizzato.

Intanto i dati di oggi parlano di 23 mila nuovi contagi positivi al Coronavirus. Anche la ministra Azzolina aveva accennato alla riapertura della scuola e poi lo aveva confermato senza dare una data certa.

“Continuo a pensare che abbiamo sbagliato a mettere al 100% la Dad nelle superiori, e per questo sto insistendo che il prima possibile si riaprano le scuole, con un piano di riapertura organizzato”. Queste le parole della ministra delle Pari Opportunità e della Famiglia.

Poi continua: “Io penso che un giorno guadagnato di didattica in presenza per questa generazione valga tutto il nostro sforzo ed il nostro impegno”.

Le sue dichiarazioni sono avvenute a Rai Radio1, ospite di “Un Giorno da Pecora“,invitata a parlare a proposito dell’ipotesi di riaprire le scuole il 9 dicembre.

Presidenti delle Regioni contrari a riaprire a dicembre

Lucia Azzolina fa il punto sulla scuola
Lucia Azzolina fa il punto sulla scuola (Getty Images)

Sembrerebbe che non tutti siano d’accordo sulla decisione da prendere. Difatti è arrivato il  No secco da parte delle Regioni.

I presidenti delle Regioni  si sono infatti detti ampiamente contrari, quasi tutti  in modo compatto, alla riapertura delle scuole nei primi di dicembre.

Questa è la posizione emersa dal vertice tra il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, le Regioni, l’Anci e l’Upi.

Un governatore soltanto è stato favorevole o comunque ha mantenuto una posizione più possibilista. Si tratta del governatore della Toscana, Eugenio Giani, favorevole alla riapertura a dicembre almeno per le seconde e terze medie. Restano in forte dubbio le scuole superiori.