Perché molte donne hanno una relazione con uomini che le fanno soffrire?

In occasione della giornata contro la violenza sulle donne cerchiamo di capire cosa spinge una donna a restare in una relazione con un uomo che la fa soffrire.

donna preoccupazioni
Photo FreePik 

La parola violenza può assume significati diversi. La violenza può spaziare ed essere verbale oppure fisica. Molte donne non valutano la possibilità di abbandonare il partner quando sono infelici ed i motivi sono molteplici, i figli per esempio, le difficoltà economiche o l’appoggio della famiglia sono tutti fattori che incidono fortemente su questa decisione.

La donna per natura accomiatante, cerca in ogni modo di sforzarsi di far funzionare il matrimonio anche quando si rende conto che il partner scelto non è l’uomo perfetto che aveva immaginato. Anche quando si rende conto che il compagno ha un comportamento sbagliato ed intollerabile, si aggrappa alla speranza di poterlo cambiare.

Una mera illusione che col tempo vanificherà ogni sforzo perché prima o poi la separazione diventerà inevitabile.

Dopo la rottura nella mente di una donna si affollano le tipiche domande: “Come ho fatto a sopportare i suoi modi per tutto questo tempo? Come ho fatto a credere che cambiasse? Perché non mi sono resa conto di chi fosse veramente?”

Alla confusione si aggiunge il panico di non saper cosa fare e da dove riprendere in mano la propria vita, il disagio di ritrovarsi sole dopo anni passati ad essere in due e quella sensazione del fallimento che pesa sulle spalle e il tormento di aver ferito i figli per i quali il padre era comunque il padre e i suoi difetti a loro non disturbavano.

Sono molte le donne che si ostinano a dare infinite seconde possibilità, ma da cosa dipende questo falso entusiasmo? Scopri i motivi per cui la maggior parte delle donne non lasciano il partner che le fa soffrire.

Perché non lo lasci se ti fa soffrire?

Photo FreePiK

Il matrimonio così come la vita, non è un fiume lungo e tranquillo, nessuno vi chiede di mollare tutto al primo litigio e alla prima incomprensione. I litigi possono anche essere costruttivi e i momenti difficili si superano meglio insieme, l’importante è che si tratti di momenti, di un arco temporale che finisce e lascia spazio ad una vita di coppia appagante.  Di momenti che non oltrepassino mai la soglia del rispetto. I periodi burrascosi che si ripetono all’infinito scatenano l’infelicità tra le mura domestiche, periodi che trasformano la routine della coppia in litigi e contrasti, il fatto che queste continue discussioni minino l’autostima.

Quando il litigio si fa scudo con parole dure, insulti e critiche molto pesanti, inevitabilmente destabilizzeranno la coppia. Se si ferisce una persona, anche solo con la lingua,  ogni giorno, per quanto quella persona possa amarti, ti lascerà se darà il giusto valore al proprio amor proprio.

Prima o pio non significa domani alcune donne impiegano anni prima di chiudere definitivamente delle relazioni insoddisfacenti. Si aggrappano alla speranza che l’altro modifichi determinati comportamenti o si convincono di essere sbagliate e di essere loro a tirare fuori il peggio dal partner.  Il vero amore è accettare l’altro senza cercare di cambiarlo. Se tendi a soffrire non è amore, qualcosa vi ha attratto a quella persona ma ciò non significa che siete compatibili.

Perché insistere se le cose non vanno come speravi? I motivi principali sono i seguenti:

1. Influenza dei genitori

Le nostre scelte sentimentali potrebbero essere il retaggio del rapporto dei nostri genitori.  I genitori sono i nostri modelli di vita e influenzano anche il nostro comportamento in amore. Da adulto il bambino potrebbe riprodurre il comportamento dei suoi genitori che ha vissuto durante la sua infanzia.  Se i suoi genitori si sono trattati con rispetto e fiducia l’un l’altro, il bambino tenderà da adulto ad avere una sana vita sentimentale. Se durante la sua infanzia ha assistito a sceneggiate, parole offensive e litigi dei suoi genitori rischia di avere una relazione tossica. Scopri perché un matrimonio tossico fa male a un figlio più che un divorzio.

2. Scarsa autostima

Le donne che hanno poco amor proprio meglio sopportano un partner distruttivo. Una persona che non si ama, non si stima, non ha cura di se non da la priorità ad essere trattata con rispetto. Questo non implica che non soffra del fatto che non amandosi lei stessa cerchi amore nel partner e non ottenendolo soffre.

3. Un’esperienza di abusi sui minori

Le persone vittime di abusi psicologici, fisici o sessuali da bambini potrebbe immaginare di  non meritare amore e rispetto. Questo innesca un processo di banalizzazione  degli insulti, delle parole umilianti e degli abusi fisici e psicologici da parte del partner. I traumi infantili li hanno convinti di essere prede.

4. L’illusione che il partner possa cambiare

Questa è una speranza alla quale si aggrappano molte donne e spesso si illudono che il cambiamento avvenga davvero. Prendere coscienza dei propri errori non significa essere in grado di modificare alcuni tratti della propria personalità. Il cambiamento non può essere orchestrato.

5. La paura della solitudine

Alcune donne temono la solitudine, temono la disapprovazione, temono il giudizio degli altri. Pur di non sopportare tutto questo sopportano il partner e restano ancorate in una relazione con la persona sbagliata.

6. Manipolazione dell’altro

Alcune persone sono molto abili a manipolare e a usare tecniche subdole affinchè la donna non abbandoni il tetto coniugale. Destabilizzano, mostrano più personalità. A volte seducenti, colti e altruisti, altre violenti autoritari e tirannici. Continuare a vedere solo le qualità di una persona, rifiutando tutto il resto a volte non ti fa vedere chi è veramente.

donna che sopporta
FreePik

7. Sentimenti

A volte il cuore predomina e ti porta ad essere cieco e fin troppo tollerante. Anche se hai dato tanto, hai fatto progetti e hai investito molto di più, non è un buon motivo per nuocere al tuo benessere.

A questo punto rifletti e rispondi sinceramente: ” Sei davvero felice?” se la risposta è si ritieniti fortunata, in caso contrario non frustarti, cerca di essere consapevole della situazione, prendi coraggio e volta pagina e soprattutto preparati a vivere questi 5 momenti assurdi che viviamo tutti dopo una rottura.