Bambini e malanni stagionali: le infezioni delle vie urinarie

L’ infezione delle vie urinarie o cistite,  sono una patologia che può colpire i bambini anche molto piccoli. Scopriamo cosa sono, quali sono i sintomi e le possibili cure. 

Bambini e malanni stagionali infezioni urinarie
Adobe Stock

L‘infezione delle vie urinarie può avere diverse cause e colpire i bambini di tutte le età, così come gli adulti. Sono patologie che devono sempre essere attenzionate al medico pediatra che dopo valutazione ed eventuali analisi potrà approfondire le cause e prescrivere le cure per questo tipo di infezione molto delicata.

Scopriamo cosa è l’infezione delle vie urinarie, come si presenta, quali sono i sintomi, le cause e le possibili cure con i consigli degli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Scopri anche la polmonite nei bambini cause, sintomi e cure. 

Infezioni delle vie urinarie: cosa sono

Infezioni vie urinarie cosa sono
Adobe Stock

Le infezioni delle vie urinarie sono causate per lo più da batteri e ad esserne più a rischio sono le bambine al di sotto degli 11 anni rispetto ai maschietti.

Questa tipologia di infezione si possono dividere in :

Batteriuria asintomatica

Una condizione di tipo benigno che si caratterizza per la presenza di batteri a bassa carica virale e dall’assenza di sintomatologia. Verrà diagnosticata al bambino soltanto in concomitanza con un referto delle analisi delle urine, magari prescritte per altre motivazioni. Questo tipo di infezione non richiede nessun tipo di cura, tranne in alcuni casi particolari, come ad esempio nel caso di bambini immunodepressi.

Infezioni delle basse vie urinarie

Questo tipo di infezione può essere agevolata da fattori locali e si presentano con dolore alla minzione e poco frequentemente con della febbre inferiore ai 38°C. Può svilupparsi anche in bambini molto piccoli e può causare anche la presenza di tracce ematiche nelle urine (macroematuria), a volte anche con la presenza di coaguli.

Nella maggior parte dei casi, quando si tratta di infezioni delle basse vie urinarie, gli indici di infiammazione (VES e PCR) si presentano solitamente normali o poco alterati. Questo tipo di infezioni se indagate a livello ecografico possono presentare un ispessimento della parete della vescica.

Infezioni ricorrenti

Le infezioni ricorrenti alle basse vie urinarie, sono più frequenti nelle bambine in età scolare e possono essere associate ad alcune disfunzioni vescicali o dello sfintere uretrale esterno. Possono per esempio essere causate da un reflusso vescico-uretrale.

Infezioni delle alte vie urinarie o pielonefrite acuta (PNA)

Questa tipologia di infezione è decisamente più importante e come ampiamente spiegato sul sito ufficiale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù:

“Caratterizzata generalmente da febbre elevata, spesso con brivido, e talvolta dolore lombare o addominale, è spesso associata ad una malformazione delle vie urinarie (nel 40% dei casi a reflusso vescico-ureterale) e/o a disfunzioni vescico-sfinteriali. La diagnosi, spesso difficile e sostanzialmente clinica, deve essere tempestiva per evitare il danno parenchimale iniziando il trattamento subito dopo l’esecuzione dell’urinocoltura”

Infezione alle vie urinarie: quali sono le principali cause e i sintomi

infezioni vie urinarie sintomi
Pixabay

Le cause delle infezioni alle vie urinarie sono nella maggior parte dei casi di tipo batterico e solo in pochi casi di tipo virale, come nel caso di cistite emorragica da adenovirus e quelle dovute alle micosi).

La sintomatologia va attenzionata nei bambini molto piccoli, i lattanti, quando vi è la presenza di febbre molto alta, irritabilità, disturbi a livello gastroenterico, scarso appetito o scarso aumento di peso, pianto durante la minzione, urine maleodoranti e anche arrossamento della parte interna delle cosce e ittero.

Nei bambini più grandi invece, che possono anche comunicare il disagio al genitore, si evidenziano, dolore alla minzione, piccole e frequenti minzioni durante la giornata, dolori lombari o sovrapubici.

In ogni caso, anche dopo aver notato anche solo pochi di questi sintomi, andrà sempre contattato il medico pediatra che per redarre la diagnosi potrà anche prescrivere esami strumentali come la cistografia minizionale o anche una scintigrafia renale.

Infezioni alle vie urinarie: ecco come si curano

bambini infezioni urinarie cure
Pixabay

Per quanto riguarda le infezioni urinarie e le eventuali cure, gli esperti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù specificano che:

“- Infezione delle basse vie urinarie (Infezione urinaria bassa sintomatica o cistite acuta). La cura consiste di solito in un breve ciclo di terapia antibatterica per via orale. Se si esegue un’urinocoltura (non sempre necessaria nelle forme ricorrenti delle bambine), la terapia va iniziata subito dopo aver raccolta l’urina per l’urinocoltura: infatti, iniziare la terapia antibiotica prima di avere raccolto l’urina impedisce, nella maggior parte dei casi, di identificare il germe responsabile dell’infezione;
– Infezione delle alte vie urinarie (pielonefrite acuta). La cura va iniziata subito dopo aver raccolta l’urina per l’urinocoltura e in alcuni casi, dopo aver effettuato anche un’emocultura (cultura del sangue). La cura può spesso essere somministrata per via orale. In alcuni casi, è preferibile utilizzare un antibiotico per via endovenosa o intramuscolare. La cura dura nella maggior parte dei casi una decina di giorni, in casi particolari è necessario prolungare il trattamento”

Ricordiamo che, anche in presenza di pochi sintomi di infezione urinaria, l’intervento e la valutazione da parte del medico pediatra o di un medico specialista, sarà fondamentale. Scopri anche cosa sono i virus parainfluenzali, quali sono i sintomi e le cure. 

Fonte: ospedalebambinogesu.it