Home Attualità Azzolina: “Strade affollate e scuole chiuse?” il governo verso la riapertura

Azzolina: “Strade affollate e scuole chiuse?” il governo verso la riapertura

La ministra della Pubblica Istruzione, Azzolina parla chiaro: “Non si possono avere le strade affollate e le scuole chiuse”. Il governo pronto alla riapertura graduale prima di Natale.

linee guida scuola azzolina
Lucia Azzolina (Foto screenshot Facebook)

 

Gli studenti hanno diritto di stare il più possibile a scuola – ha dichiarato la ministra a Sette Storie su Rai1 – Serve prudenza, ma se i contagi andranno giù e ci sarà la possibilità di allentare alcune restrizioni mi auguro che anche le scuole superiori vedano un ritorno degli studenti in classe.Intanto i dati del bollettino di oggi parla effettivamente di una riduzione del numero di casi, anche se, è diminuito anche il numero di tamponi effettuati.

Bisogna riaprire gradualmente le scuole, anche le superiori

Lucia Azzolina sulla riapertura graduale delle scuole (Instagram)
Lucia Azzolina sulla riapertura graduale delle scuole (Instagram)
“Non possiamo immaginare a dicembre di avere strade affollate il pomeriggio e scuole superiori chiuse la mattina“.La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, torna a premere per la riapertura graduale delle scuole prima di Natale, con il 9 dicembre individuata come data possibile, in parallelo anche ai possibili allentamenti delle restrizioni per consentire agli italiani di fare gli acquisti per i regali natalizi. “Nell’ultimo periodo le Asl sono andate in affanno, si è chiesto a tutti i settori del Paese di fare un sacrificio e anche la scuola ha dato una mano, ma mi auguro che sia una parentesi brevissima – ha spiegato la ministra dell’Istruzione a Sette Storie su Rai1 – Gli studenti hanno diritto di stare il più possibile a scuola”.

Un diritto e un dovere che secondo le parole della ministra va preservato e tutelato. Indubbiamente, un eventuale riapertura dovrà coincidere con un calo dei contagi e dovrà avvenire adottando tutte le precauzioni necessarie a garantire la salute di studenti, insegnanti, personale scolastico e delle loro famiglie.

“Serve prudenza, ma se i contagi andranno giù e ci sarà la possibilità di allentare alcune restrizioni mi auguro che anche le scuole superiori vedano un ritorno graduale degli studenti in classe – ha aggiunto la ministra Lucia Azzolina – e dovremo essere cauti anche negli ultimi giorni dell’anno, quando le scuole saranno chiuse. Servirà prudenza da parte di tutti anche per proteggere le scuole”.

Le raccomandazioni del Comitato tecnico scientifico e della stessa ministra sembrano aver trovato una sponda in Palazzo Chigi che si prepara a riaprire le scuole prima di Natale.

A spiegarlo è stato lo stesso presidente del consiglio, Giuseppe Conte: “Cercheremo di aprire le scuole prima di Natale, stiamo lavorando per questo”, ha detto a Otto e mezzo su La7.