Spuntino: un pasto davvero importante? Ecco cosa devi sapere

La domanda che molti si pongono è lo spuntino è davvero un pasto importante durante l’arco della giornata? Scopriamo insieme.

Spezza fame
Spuntino IstockPhotos

Lo spuntino è uno dei 5 pasti che non dovreste mai rinunciare. Per alcuni è definito brunch soprattutto tra la popolazione anglosassone. Per altri è un semplice break.

Ma passa spesso in secondo piano rispetto ai pasti principali come colazione, pranzo e cena. Ci sono pensieri diversi, c’è chi sostiene che lo spuntino si può saltare sempre problemi c’è chi lo ritiene indispensabile.

Ma quanto è importante lo spuntino? Noi di Chedonna.it vi diamo quale informazione in più sullo spuntino, se è necessario farlo oppure saltarlo.

Spuntino è un pasto importante durante l’arco della giornata?

Spuntino Foto:Adobe Stock

La domanda che in molti si pongono è fare lo spuntino si o no? Va precisata una cosa, l‘alimentazione sana ed equilibrata è alla base della nostra salute. Quindi se si pone attenzione alla salute bisognerebbe seguire alcune regole.

Il corpo e l’organismo ha bisogno di nutrienti che sono indispensabili per vivere bene e in salute. Ma non tutti sono di questo parere sostengono che mangiare in modo salutare sia noioso ma non è proprio vero.

Il principio base di una sana alimentazione sta nel variare la dieta, perchè anche se un determinato alimento è sano non va comunque mangiato in eccesso. Durante l’arco della giornata si deve variare con l’alimentazione, non solo è necessario non saltare nessuno dei 5 pasti, quindi anche gli spuntini. I 5 pasti durante l’arco della giornata sono:

  • colazione
  • spuntino metà mattinata
  • pranzo
  • spuntino pomeridiano
  • cena

Quindi se si vuole seguire un’alimentazione sana e regolare, gli spuntini sono davvero indispensabili durante l’arco della giornata, ma perchè?

Lo spuntino non andrebbe mai saltato per un semplice motivo, non vi fa arrivare affamati a pranzo e cena. Tra un pasto e un altro non dovrebbero passare più di 2-3 ore. Si consiglia però di fare attenzione a quello che si mangia, è necessario sgranocchiare qualcosa ma sempre alimenti salutari. Si devono evitare prodotti confezionati ricchi in grassi e conservanti, di solito negli scaffali si trovano tanti snack e merende che non sono proprio salutari.

Lo spuntino è importante per diversi motivi, scopriamoli.

Evita di arrivare ai pasti principali affamati

Non si affatica il processo digestivo.

Mantiene attivo il metabolismo.

Migliora il controllo dell’assunzione calorica nei pasti principali.

Evita il consumo eccessivo di alimenti durante i pasti principali.

Mantiene basso i livelli di insulina.

Forniscono nutrienti essenziali necessari durante la giornata.

Le persone che svolgono regolarmente un’attività sportiva non possono proprio rinunciare ad uno spuntino perchè aiuta a ripristinare le riserve di glicogeno. Non solo mantiene integro il tessuto muscolare.

Spuntini nelle varie fasce di età

cereali
Spuntino piccoli Foto: pixabay

In ogni fascia di età lo spuntino ha una valenza differente, esaminiamo in dettaglio.

-Età pediatrica: è importantissimo in quanto migliora l’indice qualitativo dell’alimentazione. Inoltre educa i piccoli ad una sana e regolare alimentazione.
-Età adulta: aiuta a regolare il senso della fame. Si mantiene sotto controllo la glicemia e  il peso corporeo.
-Età avanzata: spuntini servono come aiuto per il completamento della dieta. La malnutrizione è molto frequente soprattutto quando si vive da soli, talvolta la pigrizia prende il sopravvento. Andrebbe fatta sempre una scelta ponderata anche in base alle patologie e carenze. Ci sono situazioni differenti tra persone, problemi di colesterolo, diabete, in questo caso è opportuno chiedere il parere di un medico. In questa fascia di età lo spuntino migliora lo stato nutrizionale degli anziani, evitando anche il consumo di pasti principali abbondanti che richiederebbero maggiore fatica per digerire, visto che il più delle volte la vita è sedentaria.

Spuntino: ecco cosa mangiare

difese immunitarie probiotici
Pixabay

Ecco alcune idee su cosa mangiare a metà mattinata o di pomeriggio, sicuramente è una lista generale, ma è opportuno parlarne con il nutrizionista che saprà consigliarvi al meglio in base all’età e non solo anche lo stile di vita influenza notevolmente.

Le mandorle un frutto secco che apportano sali minerali e antiossidanti indispensabili per il nostro organismo. Ne bastano poche apportano un senso di sazietà, grazie alle fibre in esso contenuta. Un vasetto di yogurt greco non solo contiene le proteine, calcio, vitamina B 12, probiotici ma adatto agli intolleranti al lattosio. A differenza degli altri yogurt ha un maggior apporto di proteine quindi la digestione sarà un pò più lunga ma diminuirà il senso di fame. Un paio di fette biscottate integrali o ai cereali, sempre utili da avere in dispensa, oppure provate a sgranocchiare le carote o il finocchio. Se desiderate il cioccolato potete provare con quello fondente al 70%, che rispetto a quello al latte è più salutare. Infatti apporta antiossidanti e polifenoli e per questo apportano benefici alla salute. Ne basta un quadratino, da mangiare a metà mattinata.

La frutta fresca è una buona soluzione, ma siete fuori casa provate con i chips croccanti di mela, che potete gustare più facilmente.

E’ opportuno sempre chiedere il parere di un nutrizionista, che saprà indicarvi lo spuntino più adatto a voi!