Covid: “Sistema immunitario bambini respinge virus senza infettarsi”

Secondo uno studio australiano “il sistema immunitario dei bambini respinge il Covid senza infettarsi”. Ecco perché il virus colpisce in maniera differente gli adulti.

bambini covid sistema immunitario
Adobe Stock

Il sistema immunitario dei bambini può respingere il Covid-19 senza diventare ‘infetto’, ecco perché il virus colpisce in modo così differente adulti e bimbi. A rivelarlo è uno studio che arriva direttamente dall’Australia appena pubblicato su ‘Nature Communications’.

Ecco perché la maggior parte dei bambini e ragazzi che risultano positivi al test del Coronavirus sono spesso asintomatici o paucisintomatici, ovvero che mostrano sintomi lievi.

In particolare la ricerca, condotta da un team di 30 ricercatori guidati dal Murdoch Children’s Research Institute di Melbourne, ha monitorato strettamente per un mese i sistemi immunitari di una famiglia con tre figli piccoli. Scopriamo di più.

Perché il sistema immunitario dei bambini respinge il Covid senza essere infetto

covid bambini sistema immunitario
(Adobe Stock)

Quante volte dall’inizio della pandemia si è sentito parlare del fatto che i bambini sembrano essere meno colpiti dal Covid-19. In merito vi sono numerosi studi, ad esempio c’è quello della Albert Einstein College of Medicine, del Children’s Hospital di Montefiore e della Yale University che mette in luce l’immunità innata dei bambini.

Non solo, anche quello della Scuola di igiene e malattie tropicali di Londra pubblicato sulla rivista scientifica ‘Scientific Data’ che afferma che i bambini in età scolare si ammalino meno di Covid. 

Alla luce di ciò, ora arriva uno studio australiano, pubblicato anche su Nature Communications, che ha preso in esame, monitorandola, una famiglia composta da padre, madre e tre figli piccoli.

In particolare gli scienziati si sono concentrati sui loro sistemi immunitari analizzando la famiglia e tutti i suoi membri. Nello specifico, la coppia di genitori aveva partecipato ad un matrimonio senza i tre figli ad inizio marzo 2020. Dopo 3 giorni tornarono a casa, a Melbourne e svilupparono i sintomi. Dopo una settimana i due adulti sono risultati positivi al tampone, come altre persone che avevano partecipato all’evento.

I ricercatori si sono concentrati sui campioni di sangue, urina, saliva, prelevati da naso e gola di tutti i membri della famiglia ogni due-tre giorni. Testando i tre figli quattro volte, sempre con risultato negativo al Covdi-19. Nonostante la ripetuta esposizione al virus attraverso servizi condivisi e frequenti contatti stretti come abbracci e baci con i genitori.

In merito il pediatra responsabile dello studio, Shidan Tosif, ha scritto che “i tre piccoli avevano anticorpi salivari al virus”. Questo significa che il sistema immunitario aveva respinto il virus senza subire l’infezione e aveva avuto una risposta immunitaria”, si legge nel sito del Sole24ore.

“Questo è un primo passo in uno studio veramente approfondito del sistema immunitario dei bambini, per accertare quali componenti possono rispondere al virus”, scrive Tosif.

bambini covid sistema immunitario
Foto: AdobeStock

“Il fatto che questi bambini abbiano potuto sopprimere il virus senza nemmeno mostrare un risultato positivo al test, suggerisce che abbiano il sistema immunitario capace di rispondere ed affrontare con efficacia il virus”.

E conclude: “Ciò che vorremo sapere è se questo avviene anche in maniera più ampia. Sarebbe importante sapere se vi è un gran numero di altri bambini che hanno avuto una risposta immunitaria ma hanno soppresso il virus in modo del tutto invisibile”.

(Fonte: il sole24ore.com)