Sposati da 63 anni, muoiono per Covid lo stesso giorno

Sposati da 63 anni, hanno sempre vissuto insieme e insieme se ne sono andati. La storia di Olga e Vincenzo, nuove vittime del Covid

Olga e Vincenzo per le statistiche sono tra le vittime provocate dal Covid domenica scorsa, 15 novembre. Ma la loro è una storia che merita di essere raccontata, perchè oltre al profondo rispetto per tutte le vite umane che il virus sta strappando, ci sono risvolti commoventi e delicati. Insieme hanno vissuto e insieme se ne sono andati, a distanza di un’ora nello stesso ospedale.

Sposati da 63 anni, morti per Covid lo stesso giorno (archivio Pixabay)

Avevano cominciato a frequentarsi da ragazzi, quando si erano conosciuti in Puglia dove voveva lei (Nicola invece era originario di Pozzuoli). Un amore nato presto e che presto li ha portati a sposarsi, nel 1957. Poi il trasferimento a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano per motivi di lavoro e lì sono rimasti per tutta la vita, sempre insieme.

Una vita sempre accanto ma negli ultimi mesi la preoccupazione per il Covid anche se come ha raccontato Katia (una delle nipoti a L’Eco di Bergamo), sono sempre stati molto attenti. Il 26 settembre avevano anche festeggiato insieme 63 anni di matrimonio, nella massima prudenza. Era lui l’unico ad uscire di casa, per la spesa, per andare in farmacia, per le piccole commissioni quotidiane.

Sposati da 63 anni, a causa del Covid sono morti nel giro di un’ora

Ai primi di novembre però Olga e Vincenzo hanno cominciato ad accusare alcuni sintomi. Prima lui, con problemi di respoirazione e febbre molto alta. Secondo quanto ha raccontato la nipote al quotidiano, il lopro medico però non è mai andato a visitarli, consigliando soltanto un antibiotico convinto che fosse influenza.

Invece non era così e la mattina dell’11 novembre, con una saturazione bassa per lei e da codice rosso per lui, hanno chiamato il 112 ed è scatto il ricovero al San Gerardo di Monza. Insieme anche lì, in ospedale, ma non nella stessa stanza. Olga però aveva chiesto e ottenuto di poter tenere vicino al letto una giacca del marito per sentirlo vicino sempre.

Olga e Nicola, una storia commovente (archivio Pizabay)

Domenica pomeriggio la malattia ha avuto la meglio e nel giro di un’ora se ne sono andati entrambi, senza potersi più vedere. I funerali domani mattina, 18 novembre, a Sesto San Giovanni. Insieme, come hanno sempre vissuto.