Come stimolare la creatività dei più piccoli: 3 esercizi facili

Se i bambini in età prescolare non riescono a trovare continuità a scuola, in tempo di Covid. Sostituitevi voi alle maestre. Ecco tre esercizi per stimolare la loro creatività

adobestock

Se mai i bambini devono essere stimolati di continuo, ancora di più è così in questo particolare momento nel quale la scuola non può offrire certezze assolute. Quando stanno insieme ai loro compagni, e per almeno 9 mesi l’anno in condizioni normali è così, sono stimolati continuamente e mettere in gioco la loro creatività.

Possiamo provare a farlo anche a casa, rimettendoci in gioco e cercando di fare tirare fuori tutto il potenziale che i piccoli possono esprimere. Sono molte le attività, pensando ai bambini fra i 3 e i 6 anni cioè quello che non vanno più alò nido ma devono ancora cominciare il loro percorso scolastico.

Non credete sia possibile lavoraci sopra come sanno fare le maestre? Ecco 3 esercizi facili da ripetere anche a casa, un modo intelligente per stare di più con i vostri bambini e farli crescere con un percorso equilibrato.

1. Scrivete insieme le favole per addormentarsi
Siete convinti che i fratelli Grimm abbiano già scritto tutto? Invece no, ci sono sempre nuove storie da inventare, scatenando la fantasia. Ci sono in effetti genitori che la sera sono già abituati a raccontare favole nuove, esclusivamente frutto della loro fantasia. Ma in questo caso potete fare qualcosa in più coinvolgendo direttamente i vostri figli.

Durante il giorno mettetevi alla scrivania con loro e insieme decidete quale storia vogliono sentire, Di certo la fantasia ai bambini di quell’età non manca, possono trarre ispirazione dai cartoni animati che guardano, dai fumetti che leggono, da quello che vedono anche su pc e tablet. A quel punto il gioco è semplice: fatevi descrivere i personaggi che vorrebbero nella loro personale favola della buonanotte,. Come devono essere vestiti, come devono parlare, come devono interagire fra di loro. Poi scrivete e disegnate, facendoli diventare sceneggiatori di una storia unica.

Profumi, sapori, suoni; come stimolare i bambini

pixabay

2. Stimolate tutti i sensi
Il tatto e la vista sono continuamente stimolati, gli altrui tre sensi nei bambini invece molto meno. Per questo quando bambini sono a casa, meglio stimolarli nel modo giusto. Devono essere accompagnati nella (ri)scoperta degli altri tre sensi principali a partire dall’udito.
Per questo a casa mettetevi ad ascoltare suoni che non conoscono, ma fatelo insieme a loro. Ogni suono può essere associato ad un oggetto, ad un’azione quotidiana oppure ad una persona, per loro sarà un modo di crescere. Lo stesso potete farlo per il gusto e per l’olfatto anche semplicemente coinvolgendoli nella cucina, facendo annusare piante e fiori che avete in casa. Ma intanto che lo fate, coinvolgeteli con domande continue su quello che provano.

3. Disegnate le loro canzoni preferite

pixabay

A quell’età il disegno e la musica sono le due attività forse preferite dai bambini, quindi perché non metterle insieme? Fate partire i loro brani preferiti, in tv o al pc, e insieme a loro cominciate a disegnare quello che le note e le parole suggeriscono. Non preoccupatevi se poi il disegno non corrisponde esattamente a quello che sta dicendo la canzone. L’importante è comunque solleticare la loro immaginazione e scatenare la creatività.