Come lavare e igienizzare le lenzuola: ecco il trucchetto facile

Come lavare e igienizzare le lenzuola? Seguite qualche piccolo consiglio così da garantire un lavaggio sicuro.

lenzuola lavare
Lenzuola Foto:Adobe Stock

Le lenzuola qualunque esse siano di cotone, di seta colorate e bianche richiedono particolare attenzione durante il lavaggio. Non basta lavarle semplicemente in lavatrice, ma è opportuno igienizzarle così da garantire la massima igiene.

Se seguite i nostri consigli riuscirete a lavarle in profondità eliminando ogni traccia di batteri e germi. Le lenzuola devono essere lavate per bene e disinfettate, per preservare la salute di noi stessi e delle persone che ci circondano.

Si può farlo in modo diversi utilizzando sia detergenti che troviamo in commercio che con ingredienti del tutto naturali, così proteggono anche la pelle. Infatti spesso alcuni detergenti possono causare dermatiti o irritazioni sulla pelle.

Noi di CheDonna.it vi diamo i consigli su come lavare e igienizzare le lenzuola in modo facile e veloce.

Le lenzuola: perchè è importante lavarle

Germi e batteri Foto:Istock

Le lenzuola sono un elemento indispensabili per l’arredo della camera da letto, indipendentemente dai colori e fantasie. L’importante è porre attenzione a quando si acquistano devono essere realizzate con materiali di qualità, visto che vengono utilizzate per diverse ore e sono a contatto diretto con la pelle.

Ma oltre all’acquisto è opportuno porre maggiore attenzione alla fase di lavaggio. Le lenzuola si devono lavare in lavatrice, garantendo la massima igiene così da eliminare germi e batteri che sono dannosi per la nostra salute.

Le lenzuola andrebbero lavate almeno una volta a settimana, ma nessuno vieta di farlo 2-3 volte se nasce l’esigenza. E’ importante lavarle con una certa frequenza come il resto del bucato.

Accade in estate quando fa caldo riteniamo opportuno lavarle spesso perchè sono sudate, macchiate di abbronzatura o di creme corpo che applichiamo dopo il sole. Queste situazioni fanno sporcare facilmente le lenzuola.

Sapete cosa si nasconde tra le lenzuola sporche?  In realtà, si crea un habitat di batteri e acari della polvere, quindi davvero pericoloso se in casa ci sono soggetti allergici. Per non dimenticare dei residui di saliva o polvere incrementano lo sporco.

Allora non ci resta che capire come lavare e igienizzare le lenzuola.

Come lavare le lenzuola

Ecco come lavare le lenzuola in lavatrice
Impostare bene il programma Fonto: Pixabay

Le lenzuola devono essere lavate almeno una volta a settimana. Il discorso cambia in estate che con l’aumento della temperatura la sudorazione aumenta e si consiglia un lavaggio con frequenza maggiore, magari ogni 3-4 giorni.

Ma un piccolo consiglio che può tornarvi utile, prima di fare il letto al mattino, scoprite bene il letto e lasciate arieggiare la camera da letto, ogni giorno per almeno un quarto d’ora. Dopo questo tempo che può protrarsi anche per qualche ora potete rifare il letto.

Le lenzuola si devono lavare necessariamente in lavatrice per garantire la massima igiene ad una temperatura di 60°, ma esaminiamo in dettaglio come procedere per evitare qualche errore.

Il lavaggio in lavatrice vi permetterà di eliminare non solo i residui di sporco, ma anche germi e batteri ed eventuali cattivi odori. Per le lenzuola bianche si deve porre maggiore attenzione, perchè il più delle volte persistono le macchie gialle anche dopo il lavaggio in lavatrice.

Si sa che le lenzuola bianche come i capi bianchi tendono a macchiarsi facilmente o iniziano a ingiallirsi, provate qualche piccolo consiglio per evitare questo problema. Il lavaggio in lavatrice richiede una premessa le lenzuola andrebbero lavate da sole o con gli asciugamani. Separatele se hanno colori diversi, ma anche tessuti, ad esempio se sono di seta richiedono un lavaggio più delicato rispetto a quelle in cotone.

Prima di metterle in lavatrice, scegliete il programma adatto, rispettando la temperatura, quella consigliata è di 60°. E’ necessario lavarle a questa temperatura, per garantire la massima igienizzazione, non è consigliabile scegliere il programma a 30° che non solo sarà rapido, infatti si risparmia energia, ma non andrà a disinfettare il bucato. La temperatura dell’acqua per eliminare germi e batteri deve essere di circa 60°, anche se alcuni germi possono sopravvivere. Potenziate il lavaggio mettendo in vaschetta o un detersivo igienizzante o un detersivo normale ma aggiungete qualche ingrediente che igienizza in modo naturale.

Se siete fortunati e avete una lavatrice di ultima generazione impostate il ciclo “Sanitary”, che mantiene la temperatura dell’acqua a 80° per 10 minuti. In questo modo si riduce la carica batterica presente sulle lenzuola. Sconsigliata se le lenzuola sono di seta.

Igienizzare in modo naturale

Bicarbonato Foto: Pixabay

L‘igiene è importante per tutto il bucato, ma in particolar modo per le lenzuola. Non è sempre necessario ricorrere a prodotti aggressivi che si trovano in commercio, perchè possono essere dannosi per la nostra salute, ma anche per l’ambiente.

Potete provare ad aggiungere circa 5 gocce di olio di tea tree al detersivo che utilizzate di solito, poi procedete con il lavaggio. In alternativa provate il bicarbonato di sodio, un detergente naturale, che avrete sicuramente in dispensa. Aggiungete al bucato non solo eliminerà eventuali cattivi odori, annienterà germi e batteri, ma eliminerà eventuali macchie, anche le più ostinate. Basta aggiungere due cucchiai al bucato per ottenere risultati soddisfacenti.

Lenzuola profumate a lungo

Come avere un bucato profumato
Lenzuola profumate Foto:Adobe Stock

E’ importante prestare attenzione quando si lavano le lenzuola non solo per preservare i tessuti, ma anche per garantire un bucato fresco e profumato a lungo. E’ bello aprire i cassetti o addormentarsi su lenzuola che emanano un bellissimo profumo.

Talvolta anche se si aggiunge l’ammorbidente nella vaschetta della lavatrice si rischia di commettere degli errori che possono determinare un cattivo odore del bucato. Se ci sono in casa soggetti allergici o con la pelle delicata, potete evitare di utilizzare ammorbidente che a lungo andare potrebbe dar fastidio, provocare irritazioni.

A meno che non scegliete quelli preparati con ingredienti naturali che non solo proteggono noi, ma anche l’ambiente. Unite 15 gocce di olio essenziale di lavanda, arancia, limone, tea tree o bergamotto nella vaschetta dell’ammorbidente. L’unico problema di questi oli è che si volatilizzano. Il profumo potrebbe disperdersi, magari provate ad aggiungerli prima del risciacquo finale.

In alternativa potete procedere con un ammorbidente preparato a casa.

Basta mettere in una bottiglia 200 g di acido citrico e unite un litro di acqua, mescolate energicamente e poi per dare il profumo unite 15 gocce di olio essenziale che preferite, ma li mettete a fine lavaggio.

Se volete sempre lenzuola profumate dovete seguire qualche piccolo consiglio.

Non riempite troppo il cestello della lavatrice, perchè non solo non vengono lavati bene ma non profumeranno a lungo.

Non mettere troppo detersivo, ma rispettate sempre le indicazioni riportate sulla confezione, non solo per garantire un bucato pulito ma anche per proteggere la lavatrice. Provate a preparare a casa un detersivo al sapone di Marsiglia.

Provate ad aggiungere in vaschetta l’aceto di mele che avrà una triplice funzione. Ammorbidisce le lenzuola ed elimina i cattivi odori, manterrà pulita anche la lavatrice, perchè elimina il calcare.

lavare bucato
Igienizzare Foto: Adobe Stock

Ricordate che potete prolungare il profumo del bucato mettendo dei sacchetti profumati nei cassetti. Oppure potete versare alcune gocce di olio essenziale su dei sacchetti contenenti i chicchi di riso. Questi li potete avvolgere in un canovaccio di cotone e riponete tra le lenzuola.