Bambini mancini: tutti gli errori da non commettere per lo sviluppo

Non usare la destra ha lo stesso valore e la stessa dignità, anche nei più piccoli, i bambini mancini devono essere aiutati nello sviluppo, ecco come

adobestock

Oggi non è più come alcuni anni fa, quando i bambini cominciavano a scrivere e se usavano la sinistra, in famiglia o a scuola cercavano di correggerli. I bambini mancini non sono una stranezza ma una risorsa e per questo tanto in famiglia come a scuola devono essere incoraggiati e non limitati.

In effetti è possibile capire fin da piccoli se un bambino crescendo utilizzerà più la mano sinistra rispetto a quella destra. Gli esperti dicono che già a 18 mesi possiamo cominciare a notare quale lato del corpo è comunque più forte e quindi se siamo di fronte ad un mancino. Ma la prima vera formazione avviene quando il bambino ha 5 o 6 anni, comincia a disegnare e scrivere con regolarità. Allora vedremo con certezza se è mancino oppure destrorso,
Il primo passo è quello di incoraggiarlo e non di correggerlo. Per questo, una volta che avete capito come la sua mano forte sia la sinistra cominciare ad abituarlo ad usare cancelleria per ,mancini, a cominciare dalle penne con l’impugnatura giusta e dalle forbici.

La differenza vera tra un ambidestri che però predilige la mano destra e un mancino puro è tutta lì. Gli ambidestri si abituano fin da piccoli a non fare differenza tra un braccio o una gamba e l’altra mentre i mancini sì. In ogni caso nessuno deve viverla come una diversità, perché i bambini mancini sanno adattarsi in fretta a quella che è una condizione e non una stranezza.

Bambini mancini, come è meglio comportarsi con loro

Se il bambino non riuscisse a superare tutte le piccole o grandi difficoltà che comporta essere mancino, l’aiuto dei genitori è fondamentale anche nei gesti quotidiani. Allacciarsi le scarpe, ad esempio deve diventare un piacere e non un’ossessione. Quindi lasciamo che sia lui a scegliere quale mano usare e quale laccio prendere per primo. Una volta che si sentirà sicuro, andrà avanti così e lo farà anche con tutti gli altri impegni quotidiani, banali o più importanti.

Se è vero che da piccoli possiamo ancora correggere un bambino mancino,m impariamo a rispettare la sua natura. Altrimenti potremmo ottenere l’effetto contrario rispetto a quello che vogliamo e provocargli soltanto un forte stress, decisamente sconsigliato.
Uno dei problemi maggiori è certamente nella scrittura. Per chi usa la destra è facile: la mano ogni parola scritta si allontana sempre di più dal corpo e trova spazio. Per un bambino mancino, se ci fate caso, invece è il contrario: parte dal largo e si avvicina al corpo.

Ecco perché prima imparano ad usare correttamente penne e matite, meglio è per loro. Insegnategli ad impugnare la matita o la penna con le dita a forma di pinza: così la scrittura sarà facilitata e potranno vedere meglio quello che stanno scrivendo.