Bimbo 9 mesi muore soffocato dalla cinghia del passeggino

Bimbo di nove mesi muore soffocato dalla cinghia del passeggino, la tragedia a Brugnera in provincia di Pordenone.

bimbo nove mesi muore incastrato nella cinghia del passeggino
Adobe Stock

 Un bimbo di soli nove mesi è morto soffocato dalla cinghia del passeggino mentre si trovava a casa dei nonni. La tragedia si è consumata a Brugnera un centro in provincia di Pordenone, inutili i soccorsi intervenuti immediatamente sul posto e il trasporto presso la rianimazione pediatrica a Pordenone.

Lorenzo Ortolan bimbo di nove mesi risiedeva a Treviso con i genitori ma era ospite dei nonni a Brugnera.

Lorenzo Ortolan, 9 mesi ha perso la vita cercando di scendere dal passeggino

bimbo morto soffocato passeggino
Adobe Stock

Secondo la prima ricostruzione, i fatti sarebbero andati proprio così, il bambino cercando di scendere dal passeggino sarebbe rimasto incastrato alla cinghia del passeggino che l’avrebbe soffocato.

Il bimbo, ospite dei nonni a Brugnera in provincia di Pordenone, era di rientro da una passeggiata durante la quale si era addormentato. Tornati a casa i nonni, l’avrebbero lasciato riposare nel passeggino ma senza slacciare le cinte di sicurezza, forse nell’intento di evitare che il bimbo cadesse, quelle cinghie però sarebbero state fatali per il piccolo Lorenzo.

La tragedia è avvenuta venerdì 7 novembre poco prima della ore 15.00 e nonostante il tempestivo intervento delle forze dell’ordine e dei soccorsi, il bimbo non ce l’ha fatta ed è probabilmente arrivato nel reparto di rianimazione pediatrica di Pordenone già privo di vita, a nulla sarebbero serviti gli sforzi dei medici nel rianimarlo. 

Le forze dell’ordine hanno, come da protocollo, aperto un’inchiesta e per ora il il Pm Monica Carraturo avrebbe classificato il fatto come una tragica fatalità, tutto questo in attesa delle risposte da parte del medico legale che effettuerà l’autopsia sul piccolo Lorenzo. 

Ad essere indagati però, sarebbero i nonni del piccolo e l’accusa sarebbe quella di omessa sorveglianza. Senza alcun dubbio lasciare i bambini dormire nel passeggino al ritorno da una passeggiata all’aperto è un’abitudine che moltissimi genitori hanno, ma lasciarli legati in alcuni casi, come abbiamo visto, può rivelarsi una scelta davvero errata.

 (Pixabay)

A volte bastano veramente pochi secondi per dare vita ad una tragedia e questo è quello che è accaduto a due nonni che avranno di certo ricevuto già la loro condanna peggiore senza bisogno di essere giudicati da nessuno.

 

Da leggere