Trapani, 17enne partorisce e lancia neonato dalla finestra per paura

A Trapani è stato trovato un neonato morto e con cranio fracassato dopo essere stato gettato dalla finestra: la madre 17enne fornisce la sua versione dei fatti.

Unghie e bambini le anomalie a cui fare attenzione
Pixabay

È successo nella periferia di Trapani, in Sicilia. Il cadavere del neonato è stato ritrovato con il cranio fracassato da un abitante di un complesso residenziale di via Francesco De Stefano.

Secondo le prime ricostruzioni il neonato – su cui sono presenti segni evidenti di violenza – avrebbe avuto ancora il cordone ombelicale attaccato. Era appena nato dunque. Gettato dalla finestra subito dopo il parto.

Secondo quanto riferito da fonti giudiziarie, il neonato si trovava ancora all’interno della sacca amniotica e poi immenso all’interno di un sacchetto di plastica nell’atrio del cortile condominiale del caseggiato. Sul posto si è subito recata la Polizia Scientifica, oltre al consueto 118.

Individuata la madre, una ragazza di 17 anni

Coliche e pianto nel neonato il sondino rettale e le altre soluzioni
Fonte foto: AdobeStock

È stata individuata dagli agenti della Squadra Mobile di Trapani la madre del neonato il cui cadavere è stato abbandonato e ritrovato questa mattina, intorno alle 11.30, all’interno di un complesso residenziale nella periferia della città di Trapani.

Si tratta di una ragazza minorenne che vive con i genitori e sul caso – come riporta Agi da fonti giudiziarie – la procura minorile di Palermo ha aperto un fascicolo d’indagine. Sono ancora in corso i rilievi della Scientifica sul luogo del ritrovamento.

“Avevo paura di dire ai miei genitori che ero incinta. Temevo la loro reazione”.

 (Istock Photos)

È stata ascoltata dai magistrati la madre diciasettenne del neonato. Secondo quanto trapelato da fonti investigative la madre del piccolo sarebbe crollata durante l’interrogatorio. I genitori della ragazza hanno dichiarato, secondo le prime notizie, di essere all’oscuro della gravidanza della figlia, in quanto già di suo era robusta di costituzione. “Avevo paura di dire ai miei genitori che ero incinta. Temevo la loro reazione. Sono disperata”. Sono le parole, tra le lacrime, che avrebbe pronunciato la madre del bimbo.

Secondo una prima ricostruzione, come riporta Adnkronos, il piccolo sarebbe morto all’istante per le gravi ferite riportate. La madre invece sarebbe stata trasportata all’ospedale di Trapani per delle cure, descritta dai suoi conoscenti come “disperata”.