Otite: cos’è, cause, sintomi, prevenzione e come curarla

L’otite è un’infiammazione a carico dell’orecchio e a seconda dell’organo che investe può essere di più tipi. Scopriamo cause, sintomi, prevenzione e come curarla. 

otite cos'è cause sintomi prevenzione come curarla
Adobe Stock

L’otite è un’infiammazione a carico dell’orecchio e a seconda dell’organo che investe può essere interna, detta anche labirintite, media che coinvolge la parte mediana, ovvero quella tra la membrana del timpano e la parte interna e infine quella esterna che coinvolge il condotto uditivo esterno.

Può essere acuta o cronica a seconda che l’infiammazione si esaurisca in breve tempo, talvolta anche senza necessariamente l’ausilio di cure, e in questo caso si parla di quella acuta. Se invece si cronicizza c’è bisogno di intervenire con medicinali mirati fino a che non guarisce.

Scopriamo allora le cause, i sintomi, come prevenire e curare l’otite.

Cause e sintomi dell’otite

otite cos'è cause sintomi prevenzione curarla
Adobe Stock

A seconda della tipologia di otite, interna, media o esterna si avranno cause diverse che la provocano.

Partendo da quella esterna l’infiammazione del condotto uditivo esterno, il canale che collega il padiglione auricolare con il timpano e in genere è provocata dal ristagno dell’acqua sporca nell’orecchio. Si dice infatti anche otite del nuotatore, proprio perché spesso colpisce chi fa bagni in mare o in piscina. Ma anche i bambini spesso sono soggetti all’otite esterna.

Gli agenti patogeni che la causano sono virus e batteri o talvolta anche dei miceti. Inoltre, si può presentare se ci sono delle ferite sulle pareti del canale uditivo che si infettano.

Quella media è in genere provocata da virus o batteri e compare associata ad un’infezione alle vie respiratorie superiori come raffreddore o mal di gola. Queste ultime possono arrivare a colpire la tuba di Eustachio, il canale che mette in comunicazione naso e orecchio medio. Anche questo tipo di infezione investe facilmente i bambini.

Le cause di quella interna o labirintite invece sono dovute o a malattie infettive o a complicazioni dell’otite media o come conseguenza di un trauma o di uno stress.

I sintomi dell’otite esterna sono:

  •  dolore all’orecchio
  • prurito ed irritazione del canale uditivo
  • sensazione di ovattamento dell’udito
  • pressione all’interno dell’orecchio
  • fuoriuscita di liquido acquoso o pus dall’orecchio
  • diminuzione dell’udito
  • ingrossamento e dolore dei linfonodi

I sintomi dell’otite media sono:

  • febbre
  • dolore all’orecchio
  • fischi e ronzii
  • perdita dell’udito leggera e accumulo di liquido
  • perforazione della membrana del timpano e pus solo in certi casi

I sintomi dell’otite interna sono:

  • vertigini
  • confusione
  • perdita di equilibrio
  • acufene
  • giramenti di testa
  • nausea
  • ansia

Prevenire e come curare l’otite

Per prevenire l’otite esterna occorrerà seguire alcuni accorgimenti come non usare bastoncini per pulire le orecchie che possono provocare delle feritine, asciugare bene le orecchie, usare tappi per le orecchie se si nuota, mantenere le orecchie pulite, far rimuovere i tappi di cerume dal medico.

Quella media invece è più difficile da prevenire, e colpendo molto spesso i più piccoli non è facile da controllare. Comunque anche per gli adulti, visto che spesso è collegata a un’infezione delle vie respiratorie superiori sarà opportuno soffiarsi spesso il naso per eliminare il muco e fare lavaggi nasali con soluzioni specifiche.

Per quanto concerne le cure se si tratta di un’otite acuta in genere guarisce da sola in maniera spontanea. Se c’è febbre si somministra paracetamolo o ibuprofene. Se l’otite esterna deriva da un fattore allergico occorre eliminare quello che l’ha provocato, ad esempio, tappi, apparecchi acustici, ecc.

Se i sintomi non scompaiono nel giro di pochi giorni il medico valuterà se somministrare l’antibiotico. Se invece l’otite esterna è causata da un micete il medico prescriverà un antimicotico.