Narcisismo Patologico: le strategie del narcisista con le sue vittime

Le strategie messe in atto da un narcisista hanno un solo fine: ottenere il controllo totale della sua vittima e tutta la sua venerazione. Ecco quali sono le più frequenti e pericolose.

narcisismo patologico
(Pixabay)

Quando una persona affetta da narcisismo patologico si approccia a un’altra persona, nella stragrande maggioranza dei casi lo farà per ottenere determinati tipi di vantaggi.

Se il narcisista non ha interessi romantici o sessuali, molto probabilmente cercherà di ottenere da una persona soltanto la sua ammirazione e la sua lealtà, al fine di potersene servire quando gli farà comodo.

La situazione è molto più complessa nel momento in cui un narcisista patologico decide di instaurare una relazione “romantica” con la sua vittima. È necessario mettere la parola “romantica” tra virgolette poiché un narcisista non è in grado di provare amore disinteressato, quindi nemmeno amore romantico.

Quando un narcisista patologico si sceglie una compagna in realtà ha semplicemente individuato una preda che gli potrebbe fornire l’unica cosa di cui ha bisogno: il rifornimento narcisistico, ovvero ammirazione, devozione, lodi eccetera.

La strategia per conquistare la preda è grossomodo sempre uguale, e subisce soltanto pochissime variazioni per adeguarla meglio alla preda che il narcisista ha di fronte.

Le strategie del narcisista: scoprirle e combatterle

narcisismo patologico
(Instagram)

Le strategie del narcisista sfruttano le debolezze della vittima a favore del narcisista. Dal momento che un narcisista sceglie donne molto simili tra loro, queste strategie hanno sempre il massimo effetto.

Love Bombing – Bombardamento d’Amore

Molte donne coltivano un ideale d’amore romantico. Non si tratta soltanto di una tendenza caratteriale di un individuo. Anche le donne “meno romantiche” sono in realtà affascinate dall’idea di avere una storia d’amore simile a quella dei libri (non importa che si tratti di Biancaneve o di 50 Sfumature di Grigio).

Proprio sfruttando questo desiderio insito nella stragrande maggioranza delle donne, il narcisista fa di tutto per trasformarsi nell’uomo ideale. 

Il primo passo, dopo aver conquistato l’attenzione della prossima vittima, è quello del Love Bombing. Dopo pochissimi giorni di conoscenza il narcisista comincerà a utilizzare parole molto importanti: parlerà già d’amore e dirà molto facilmente “ti amo”. Farà grandi promesse e probabilmente affermerà di non aver mai amato nessuno in quel modo.

Sarà estremamente attento non soltanto a esaudire i desideri della sua vittima ma addirittura a prevederli, utilizzando molto impegno e molta fantasia per organizzare serate speciali, sorprese, cene fuori eccetera.

Questo bombardamento d’amore può durare anche diverse settimane: l’obiettivo è ottenere la totale fiducia della vittima, stordendola illudendola di aver trovato l’uomo dei sogni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @i__love_youtoo in data:

Gaslighting – Svalutazione

Conclusa la fase dell’esaltazione, il narcisista perverso comincerà a minare l’autostima della sua vittima. Comincerà a paragonarla alle sue donne precedenti (sempre lodate per la loro bellezza, per la loro classe, la loro raffinatezza, la loro abilità tra le lenzuola), comincerà a instillare in lei il dubbio di non essere abbastanza intelligente o abbastanza indipendente per far le cose da sola. Arriverà addirittura a convincere la vittima di essere mentalmente instabile, addirittura pazza.

Il passaggio dalla prima alla seconda fase è estremamente traumatico per la vittima, che comincerà a porsi una domanda cruciale: “Cosa ho fatto di male per perdere il suo amore?”

Arrivata a questo punto la vittima si spingerà oltre i suoi limiti naturali, cercando di emulare le ex tanto adulate dal narcisista e cercando di diventare la donna ideale del narcisista.

Inutile dire che la risposta alla domanda “cosa ho fatto di male?” in realtà non esiste. Le vittime non hanno fatto nulla di sbagliato e non hanno commesso errori così grandi da far sparire l’amore del narcisista. La verità è che il narcisista non le ha mai amate: sta soltanto manipolandole per ottenere il controllo totale su di loro.

Attraverso il gasligthing il narcisista otterrà un obiettivo importantissimo: la vittima cercherà continuamente l’approvazione del narcisista e farà di tutto per ottenerlo, sentendo crescere contemporaneamente il senso di colpa per non essere abbastanza.

Venendo sottoposta a una svalutazione prolungata la vittima perderà la propria autostima e la propria dignità, finendo per sottostare a regole assurde oppure per dare ragione a prescindere al proprio partner.

Quando la vittima tenterà di lamentarsi e di spiegare al narcisista il proprio malessere la svalutazione continuerà: il malessere della vittima sarà definito stupido, superfluo, poco importante. Soprattutto, il narcisista sottolineerà come le preoccupazioni e le lamentele della vittima siano di poco conto rispetto alle sue preoccupazioni e alle sue responsabilità, che vengono descritte sempre come più importanti di quelle altrui.

Traumatic Bonding – Legame Traumatico

Attraverso le sue strategie il narcisista patologico è in grado di sviluppare tra sé e la vittima un legame traumatico, ovvero un legame tossico ma troppo profondo per essere spezzato. È questo il motivo per cui le vittime non sono in grado di uscire da sole dalla relazione con il narcisista patologico.

Una degli strumenti per costruire un legame traumatico è il rinforzo intermittente o, per essere più chiari, la ricompensa intermittente.

Quando si addestra un cane è necessario insegnargli che, se eseguirà correttamente l’ordine, riceverà il suo meritato biscotto. A furia di ricevere il “rinforzo positivo”, cioè la sua ricompensa, il cane imparerà a eseguire sempre il compito nel migliore dei modi e sarà felice per la ricompensa ricevuta. 

In legame traumatico (in cui la vittima gioca il ruolo del cane e il narcisista quello del padrone), il cane che ha eseguito bene il compito a volte riceve la ricompensa giusta, a volte riceve una ricompensa inferiore, a volte viene ignorato e altre volte ancora viene punito e umiliato per il suo comportamento.

Come si può comprendere, questo tipo di risposte incostanti e intermittenti generano una grande confusione nei confronti del cane e simbolicamente nella vittima.

La vittima finirà per fare di tutto per ottenere la sua giusta ricompensa, ma in realtà essa non dipende dalla sua obbedienza quanto dai capricci del padrone. 

Il legame traumatico si sviluppa nel momento in cui la vittima continua ad assecondare il narcisista per ottenere la sua approvazione e a soffrire enormemente nel ricevere il suo rifiuto o la sua derisione.

Come sopravvivere alle strategie del narcisista

liberarsi dalle strategie del narcisita

Purtroppo è molto difficile che una vittima si renda conto subito di essere stata intrappolata da un narcisista patologico. Per questo motivo studiare le strategie che sono state messe in atto riconoscere che hanno funzionato è il primo passo per imparare a riconoscerle immediatamente nel momento in cui ci si dovesse imbattere in un altro narcisista.

Per Approfondire l’Argomento => Narcisismo Patologico: un problema da uomini che distrugge le donne