Neonato in un cassonetto a Ragusa: indagini in corso

Passava per strada in via Saragat e ha sentito un lamento. Pensava fosse un animale e invece dentro ad un cassonetto della spazzatura ha scoperto un neonato, ancora avvolto dal cordone ombelicale. Tutto è successo ieri sera a Ragusa, ma questa è anche una storia a lieto fine perché il bimbo sta bene.

Neonato in un cassonetto a Ragusa: ora sta bene (Pixabay)

Merito della prontezza di chi l’ha trovato. Il passante infatti è passato accanto al cassonetto, situato vicino ad una macelleria della zona, e ha trovato la sorpresa. Il neonato era avvolto in una coperta, ma poi era stato anche infilato dentro un sacchetto della spazzatura. E soprattutto la presenza del cordone ombelicale indica che il parto era avvenuto da poco.

Avvisate le forze dellì’ordine, è partita subito la corsa verso il più vicino ospedale, il Giovanni Paolo II di Ragusa. per fortuna tutto in tempo, perché compatibilmente con quello che è successo le condizioni del piccolo sono buone. Ora è in Terapia intensiva prenatale e sul caso sta indagando la polizia. L’ipotesi è che il parto possa avvenuto in un posto diverso da quello del ritrovamento e sia stato portato lì zona per confondere le indagini.

Neonato in un cassonetto a Ragusa: scatta la gara di solidarietà per il piccolo

Neonato ritrovato vivo, scatta la gara di solidarietà (Pixabay)

Secondo la testimonianza dell’uomo che ha ritrovato il neonato, un commerciante della zona, in realtà il sacchetto era stato appoggiato di fianco al cassonetto. Chi lo ha fatto forse sperava che fosse notato in tempo da qualche passante. Ma se fossero passate altre ore, con la temperatura che andava abbassandosi, sarebbe stato troppo tardi per il piccolo.

Tutto il fascicolo sarà ora trasmesso al Tribunale dei minori che avrà il compito di prendersi cura del bambino. Intanto lo sta facendo il personale dell’ospedale nel quale è ricoverato da alcune ore che lo minitora all’interno della termoculla nella quale è stato messo per riscaldarlo.

Dopo il caso di Verona, neonato abbandonato in strada dai genitori, una nuova storia drammatica legata ad una nascita. Al bimbo è stato dato il nome di Vittorio Fortunato e fin da subito è scattata una bella gara di solidarietà. In ospedale sono arrivate decine di tutine e pannolini, ma soprattutti ci sarebbero già alcune famiglie pronte per un affido, anche solo temporaneo. Toccherà al Tribunale dei minori decidere.